Salva

Salva

Monte Sant'Angelo: La Città nelle mani dei "sovrani di domani"

Published in Anima dei luoghi Written by  Giuseppe Piemontese Marzo 14 2017 font size decrease font size increase font size
Rate this item
(0 votes)

Mai come oggi si sente la necessità di affidare il destino della propria città, Monte Sant’Angelo, ai giovani e al loro grande potenziale fatto di entusiasmo e di amore per la propria città; amore che si riflette verso la comunità di cui fanno parte e verso la cultura della città che caratterizza la propria identità. A dare un significato a questa nuova speranza nel futuro, ci soccorre oggi la lodevole iniziativa della Pro-Loco di Monte Sant’Angelo, nell’aver voluto ristampare la Guida Turistica Monte Sant’Angelo del Gargano. Storia. Arte. Cultura. Guida alla conoscenza della Città dell’Angelo Patrimonio dell’Unesco, Claudio Grenzi Editore, Foggia 2017, la cui opera sarà presentata Mercoledì, 15 Marzo 2017, alle ore 17,00, presso l’Auditorium delle Clarisse. Iniziativa che coinvolge direttamente il mondo della Scuola, donando ai ragazzi delle classi quinte gratuitamente una copia della Guida e sensibilizzando loro a conoscere la storia della propria città e a preservare la sua identità e la sua cultura. Alla presentazione della Guida vi saranno Pietro Guerra, Presidente della Pro-Loco di Monte

Sant’Angelo, Andrea Cantadori, Commissario straordinario del Comune di Monte Sant’Angelo, Francesco Di Palma, Dirigente Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “G. T. Giordani”, Luca Fidanza, Dirigente Istituto Comprensivo “Tancredi-Amicarelli”, Enza Santodirocco, Dirigente Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”, Claudio Grenzi Editore, Raffaele Piemontese, Assessore al Bilancio e alle Politiche Giovanili della Regione Puglia e Rocco Lauciello, Presidente regionale UNPLI Puglia.

L’iniziativa della Pro Loco di Monte Sant’Angelo si inquadra nell’ambito delle sue attività culturali e di promozione turistica, non solo della città micaelica, ma dell’intero Gargano, con lo scopo di far conoscere e valorizzare il ricco patrimonio culturale della città dell’Angelo, ma soprattutto di far prendere coscienza, specialmente ai giovani, della propria identità culturale legata al ricco patrimonio storico della Città, ma soprattutto alle sue tradizioni popolari, da cui nasce quel legame stretto con le proprie radici e quindi con l’anima dei luoghi. La stessa che è alla base di ogni progetto di sviluppo e di crescita sociale, economica e culturale. Del resto sappiamo bene che senza legame con la propria cultura e con la propria storia, ogni paese è destinato a morire, in quanto si perde quel legame di continuità fra passato e presente, che serve a preparare il futuro e quindi a tracciare una direttiva fatta di idee, progetti e realizzazioni in nome del bene comune. Ciò lo scrive lo stesso Presidente della Pro Loco, Pietro Guerra, allorquando afferma che: “Se è vero che il futuro di un paese non può essere un semplice prolungamento della sua storia, è altrettanto vero che nessun paese può cancellare il proprio passato e la memoria.

Forse per questo, da più parti, torna ricorrente l’invito a tenere in vita la memoria di un luogo, di una comunità e delle sue vicende storiche”. E la pubblicazione della nuova Guida Turistica ha lo scopo di far conoscere ai giovani, i futuri “sovrani di domani”, la storia e la cultura della città di Monte Sant’Angelo, attraverso i momenti essenziali del suo percorso di civiltà e di cultura, dalle origini del culto micaelico, attraverso le testimonianze longobarde, che hanno portato, nel 2011, al riconoscimento del Santuario di San Michele, a Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, alla presenza dei Normanni, degli Svevi, degli Angioni, fino all’età moderna, al formarsi del tessuto urbano, con i suoi quartieri medievali, i suoi monumenti, il Museo Etnografico “G. Tancredi”, gli eremi di Pulsano, la Foresta Umbra e infine le tradizioni popolari, legate all’accoglienza e alla cucina, con i suoi tipici prodotti locali, fra cui il pancotto di Monte, i taralli e i poperati.

Un mondo variegato, quindi e complesso nello stesso tempo, che ha bisogno di essere conosciuto, specialmente dai giovani, a cui tale Progetto editoriale è rivolto, grazie anche ai proventi ricavati dalla raccolta fondi delle festività del Santo Patrono, e con il successivo contributo messo a disposizione dalla Pro Loco. Un Progetto che, secondo la Commissione Straordinaria del Comune, “assume un ruolo altamente educativo in quanto non solo si propone di sensibilizzare le nuove generazioni all’amore per il proprio territorio e di contribuire alla conoscenza dello stesso, ma fa sì che questa non sia “conoscenza passiva”, bensì patrimonio personale che ogni ragazzo deve custodire gelosamente”. Al termine della serata ci sarà la cerimonia di donazione di due defibrillatori acquistati dalla Pro Loco, grazie alle proprie attività, che la vedono ormai protagonista su diversi fronti, da quello del sociale, a quello culturale, nonché al recupero dei nostri Beni culturali, fra cui il Museo Etnografico “G. Tancredi”, verso cui la Pro Loco sta   rivolgendo il suo interessamento per la catalogazione dei suoi reperti e per un eventuale Progetto di valorizzazione e di fruizione culturale a livello nazionale e internazionale. E tutto questo nell’ambito delle sue finalità statutarie, in cui ogni sua iniziativa tende a creare un legame più stretto fra la comunità e la sua città, attraverso la conoscenza della storia locale, la cultura, le sue tradizioni legate al territorio, inteso come bene comune da salvaguardare e difendere. “È dalla loro cura che, afferma ancora il Prof. Pietro Guerra, che nascono identità e appartenenza, come anche la capacità di comprendere che la vita in una città non può ridursi a mera sopravvivenza scandita da sterili rituali. Infatti, porre un freno al degrado morale e intellettuale di un popolo è il compito primario della Scuola, di ogni associazione, della cultura”. E la Guida Turistica che si va presentare, ne è una testimonianza.

 

Read 527 times Last modified on Last modified on Aprile 17 2017

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Fototeca a cura di Arcangelo Palumbo

2.jpg