Salva

Salva

Qui non si dorme nemmeno la notte

Rate this item
(0 votes)

Sul piano sociale di zona l’amministrazione non è seconda a nessuno!

E’ evidente che “La Città Nuova” è poco informata (a parte il copia-incolla per spiegare cos’è il piano sociale di zona) sulle dinamiche, sui tempi, sulle somme a disposizione e sul lavoro che si sta facendo. Inoltre, registriamo l’assenza di comunicazione tra i membri di “Città Nuova”, visto che molti di loro hanno già dato la disponibilità a presentarsi ai tavoli di concertazione previsti.

I tavoli di concertazione sono dei momenti di condivisione che concorrono a tracciare le linee del Piano Sociale di Zona, dai cui tavoli possono anche emergere parte delle linee programmatiche se in linea con le misure previste dalla Regione Puglia. Anziché fare polemica, a quei tavoli sarebbe utile partecipare e dare il proprio contributo senza dover alzare per forza polveroni. L’avviso di avvio del percorso di progettazione partecipata è stato divulgato su tutti i mezzi di comunicazione di cui il Comune di Monte Sant’Angelo dispone. La data di pubblicazione (il 12/02/2018) è avvenuta in accordo ed in contemporanea con tutti gli altri Comuni del Piano Sociale di Zona, ma negli altri posti le minoranze stanno dando una mano, non stanno facendo polemica. Per di più, l’avvio dei tavoli è stato annunciato pubblicamente in molte iniziative, compreso nell’iniziativa #monte2022 dell’ 8 febbraio.

L’amministrazione di Monte Sant’Angelo è perfettamente in linea con i tempi degli altri Comuni dell’ambito territoriale e con tutti gli ambiti della Regione Puglia.

Nel comunicato “La Città Nuova” parla di 41 milioni di euro, ma forse non è a conoscenza che gli ambiti territoriali in Puglia ne sono 45, pertanto l’importo va diviso per numero di ambiti, numero di Comuni appartenenti all’ambito e popolazione. Quindi per il nostro ambito (Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Mattinata e Zapponeta) sono previsti esattamente 888.615,20 €.

Si sottolinea che la nostra comunità non ha perso alcuna importante occasione, considerato che oltre ai tavoli già previsti, sono in programma altre iniziative di confronto con la città, le categorie, le associazioni, le parrocchie, le scuole, i medici, i sindacati, l’Asl…

Ci dispiace che argomenti di così tanta sensibilità vengano utilizzati come oggetto di strumentalizzazione politica.

La Città Nuova, e chiunque altro abbia a cuore queste tematiche, è ancora in tempo a dare il proprio contributo, se è quello il vero obbiettivo.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

L'Angolo di Mimì Palena

Fototeca a cura di Arcangelo Palumbo

cavsasada.jpg