Salva

Salva

Attivita’ antibracconaggio nel parco nazionale del Gargano Featured

Cronaca Written by  Venerdì, 20 Ottobre 2017 11:37 font size decrease font size increase font size
Rate this item
(0 votes)

Continua l’attività repressiva nel Parco Nazionale del Gargano al bracconaggio da parte dei Carabinieri Forestale della Stazione Parco di Umbra. Non si interrompe l’attività repressiva dei Carabinieri Forestale della Stazione Parco di Umbra. Durante il servizio di vigilanza in data 15/10/2017 nel complesso di Foresta Umbra, in agro di Monte Sant’Angelo, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica due soggetti, R.M. e P.F., sorpresi in flagranza di reato. Dopo un lungo appostamento si intercettavano i due cacciatori, i quali anche se in regola con la documentazione venatoria, venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per esercizio venatorio, introduzione di armi e munizioni in area 1 del P.N. del Gargano, nonché abbattimento di selvatico in periodo non consentito. Ai due rei sono stati sequestrati due fucili da Caccia semiautomatici con relativo munizionamento, pari a quaranta cartucce, e il selvatico già eviscerato e scuoiato. Lo stesso è stato sequestrato e consegnato presso l’Istituto Zooprofilattico di Foggia per le analisi del caso.

Notizie Monte Sant'Angelo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

L'Angolo di Mimì Palena

Fototeca a cura di Arcangelo Palumbo

0001.jpg