Salva

Salva

Redazione Centrale

Redazione Centrale

Nei giorni 22 e 23 maggio u.s. è stato svolto un piano straordinario di interventi  finalizzato a prevenire e reprimere il fenomeno del lavoro “nero” ed “irregolare”, nonché le connesse manifestazioni di illegalità.

Il piano, disposto dal Comando Regionale Puglia, si colloca nell’ambito della missione istituzionale del contrasto all’illegalità economica e finanziaria, con lo scopo di tutelare il corretto andamento del mercato del lavoro.

Complessivamente sono stati eseguiti nr. 175 controlli, nel corso dei quali sono stati scoperti nr. 191 lavoratori impiegati totalmente “in nero”, oltre a nr. 25 lavoratori la cui posizione è risultata “irregolare”, con la conseguente verbalizzazione di complessivi 82 datori di lavoro.

Ben 225 sono, invece, le posizioni lavorative ancora in fase di definizione, per le quali sono necessari ulteriori accertamenti.

L’attività ispettiva, condotta trasversalmente nei confronti di diversi soggetti economici, precedentemente individuati a seguito di specifiche “analisi di rischio”, non ha mancato di evidenziare situazioni di particolare rilevanza, come il caso di due imprese manifatturiere dell’area nord barese, ove sono stati individuati complessivamente 15 lavoratori in “nero”, su 15 persone identificate ed intervistate, nel mentre erano intenti nelle loro mansioni.

 


C'è una scia di profumo che unisce la Puglia. Parte da Gargano e arriva nel Salento, passando per la Valle d'Itria. Si diffonde nell'aria raccontando con l’olfatto la storia, i luoghi, le tradizioni e le leggende. 

Si chiama AQUAPULIA il progetto di Elia Perta e Paola Azzarone, due farmaciste di Vieste che hanno pensato di creare una linea di profumi per uomo, donna e ambiente che raccontasse la Puglia attraverso i suoi odori. L’originale viaggio sensoriale proposto da AQUAPULIA è risultato tra i vincitori di PIN, l'iniziativa della Regione Puglia che premia i giovani dalle idee imprenditoriali innovative.

Il primo trittico è dedicato al Gargano ed in particolare a Vieste. Di qui la scelta dei nomi: Trabucco per il profumo da ambiente, Cristalda e Pizzomunno per le fragranze donna e uomo. 

 

 


Lunedì 28 maggio, alle ore 18,00, nel Foyer del Teatro Comunale Giuseppe Verdi, avrà luogo un interessante convegno organizzato dall’Amministrazione Comunale di San Severo. Tema della serata sarà: “Chi e perché ha ucciso Aldo Moro” con un ospite d’eccezione, l’on. Gero Grassi, componente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul Caso Moro.
“A 40 anni dalla scomparsa anche San Severo non vuole dimenticare il grande statista originario della nostra terra – dichiara il Sindaco Miglio - che, nel corso della sua lunga esperienza politica, più volte è stato nella nostra città, intrattenendo anche costruttivi rapporti sociali e politici con i rappresentanti del nostro territorio. E’ un momento utile, una pagina triste ed importante allo stesso tempo che merita di essere seguito ed appofondito dalla nostra comunità lunedì sera”. “Esprimo il più sentito ringraziamento da parte mia personale e di tutta l’Amministrazione Comunale – aggiunge il Vice Sindaco Sderlenga - a Gero Grassi, che sarà ospite d’eccezione del nostro Teatro Verdi; quale componente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul caso Moro saprà interessare tutti anche e soprattutto delle tante novità emerse negli ultimi anni su un caso che ancora oggi dopo 40 anni fa parlare”. Infine l’Assessore alla Cultura Iacovino: “Aldo Moro è stato uno dei padri della nostra Costituzione, era ancora giovanissimo dopo il secondo conflitto mondiale, ma partecipò ugualmente da componente esterno ai lavori della Costituente ed i suoi interventi erano talmente pregnanti ed identificativi della Carta che si andava a scrivere, che furono ripresi e fatti propri dalla Costituente nel momento della stesura degli articoli della Costituzione”.
La serata sarà aperta dai saluti del Sindaco avv. Francesco Miglio, dal Vice Sindaco Francesco Sderlenga, dall’Assessore alla Cultura avv. Celeste Iacovino.  Modera il giornalista beniamino Pascale.
 

Ancora un interessante evento di ampio respiro culturale per la Città di San Severo. L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Associazione Lions Club di San Severo e la Biblioteca Comunale “A. Minuziano” organizza nella giornata di lunedì 28 maggio 2018 alle ore 11.00 presso la sede della Biblioteca in Largo Sanità una cerimonia per l’attivazione di una postazione multimediale del “Libro Parlato Lions”.
“Il Libro Parlato Lions – dichiarano il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura avv. Celeste Iacovino - è un servizio di audiolibro a favore delle persone con gravi problemi di vista o altre forme di disabilità, al fine di permettere una fruizione dei libri a persone che non riescono a leggere in autonomia.  Il servizio, completamente gratuito per gli utenti, è fruibile mediante le applicazioni per smartphone e tablet (Ios e Android) e online tramite internet. L’intera collezione consta di 9.300 audiolibri. Insomma, un servizio utilissimo per tutti coloro che hanno tali handicap e possono beneficiare di tale eccellente possibilità”.
 

Soddisfazione e attesa dopo l’incarico ricevuto da Mattarella. Il sindaco Cascavilla: «Inviteremo il premier agli eventi in programma per il centenario delle stimmate e il cinquantenario della morte di san Pio.»

SAN GIOVANNI ROTONDO – «San Giovanni Rotondo vive con grande partecipazione l’incarico conferito dal Presidente della Repubblica a Giuseppe Conte, concittadino sangiovannese, che avrà il compito di dare un nuovo governo all’Italia. Conoscendo le capacità professionali e l’impegno che ha sempre contraddistinto l’azione di Giuseppe, siamo convinti che il suo governo saprà porre grande attenzione alle realtà territoriali e agli enti locali che rappresentano la vera anima dell’Italia, dalla quale occorre ripartire per dare nuovo lancio allo sviluppo economico e sociale del Paese; così come saprà interpretare con grande decisione, superando le etichettature politiche, il suo ruolo di avvocato difensore di tutti gli italiani», queste la dichiarazione del sindaco Costanzo Cascavilla al termine del discorso del premier incaricato, dopo l’incontro con il presidente Sergio Mattarella e l’accettazione dell’incarico con riserva.

«Non appena il suo governo sarà nel pieno delle funzioni, rivolgeremo a Giuseppe Conte l’invito ad essere a San Giovanni Rotondo per gli eventi in programma per il centenario delle stimmate di san Pio e il cinquantenario della morte del Frate Santo. Sarà un motivo in più per ritornare a San Giovanni Rotondo, città che ha sempre frequentato, nonostante i numerosi impegni professionali e accademici. San Giovanni Rotondo è città cara al premier incaricato, dove ritrova amici e conoscenti che hanno sempre avuto grande stima per lui e per i suoi prestigiosi traguardi», conclude il primo cittadino che aggiunge: «Rivolgeremo, a nome della giunta, di tutti i consiglieri e del popolo sangiovannese, formali auguri di buon lavoro, sperando che l’incarico ricevuto da Mattarella possa concludersi con un governo in grado di lavorare secondo le tante aspettative del Paese.»

 


Il meglio delle salite, iniziative per il sociale e l'ecologia, personaggi come Ettore Bassi e 280 iscritti da record pronti per le verifiche che venerdì in Friuli aprono l'atteso weekend del secondo round di Campionato Italiano Velocità Montagna valido anche per Coppa FIA e CEZ Historic. Sabato le prove e domenica alle 9.00 la gara

Udine, 24 maggio 2018. Venerdì 25 maggio prende il via un'emozionante edizione della Verzegnis-Sella Chianzutan, la numero 49, caratterizzata dalla presenza del meglio delle cronoscalate, da iniziative per il sociale e l'ecologia e da 280 iscritti, tra i quali personaggi come il pilota e attore Ettore Bassi. La prima giornata apre lo spettacolare weekend motoristico friulano con le verifiche sportive dalle 14.00 alle 18.30 e con quelle tecniche dalle 14.30 alle 19.00 all'Arena di Verzegnis, prima opportunità di avvicinare i driver partecipanti, in arrivo da dieci nazioni europee, e le rispettive auto da corsa che coloreranno il caratteristico centro della Carnia. Proprio per il record di iscritti, che ha indotto l'Asd E4Run a chiedere una deroga per l'ammissione, gli stessi organizzatori auspicano la massima collaborazione di partecipanti e addetti ai lavori nella sistemazione all'interno del paddock. Espletate le operazioni di verifica, sabato i protagonisti disputeranno le due salite di prove ufficiali con start alle 9.00. Domenica sarà poi il clou: sul percorso di 5640 metri da Ponte Landaia a Sella Chianzutan semaforo verde di gara-1 sempre alle 9.00 e gara-2 a seguire. Finale con premiazioni in zona arrivo, dove si faranno anche i conti dei punti conquistati per la FIA International Hill Climb Cup, il Campionato Italiano Velocità Montagna, il FIA CEZ Historic e le altre serie per cui Verzegnis è titolata. Sabato e domenica la strada sarà chiusa al traffico ordinario a partire dalle 6.00, mentre per gli spettatori di prove e gara a partire dalle 8.00.

Nuove iniziative.

Sul fronte motoristico sono attese in azione interessanti ed estreme new-entry e le sfide per la vittoria in ogni categoria, con, tra le altre, al via 50 tra formula e sport-prototipi e 61 auto storiche, ma la manifestazione si amplia anche ad altri ambiti e conterà su nuove iniziative. La prima abbraccia l'impegno sociale attraverso la collaborazione con la onlus Un sogno per vincere, che sostiene i ragazzi affetti da fibrosi cistica (www.unsognopervincere.it). In gara ci sarà proprio uno di loro, il testimonial Alex Zaninelli, giovane veronese che guiderà una Mini Cooper turbo di gruppo Racing Start. Uno stand dell'associazione sarà poi a disposizione del pubblico per informazioni e gadget, con possibilità di partecipare a iniziative a scopo benefico, tra le quali il contest “Adotta un sogno e vinci la tua corsa!”, che offre la possibilità di affiancare un pilota su un'auto da rally e vivere un'esperienza “racing”.

Voluto fortemente dalla E4Run, una novità assoluta nel panorama delle corse in salita sarà poi la realizzazione di un progetto attento alla natura e all'educazione ecologica. Denominato “Vince chi fa la differenza”, si tratta della campagna attraverso la quale lungo il percorso di gara gli organizzatori hanno previsto la raccolta differenziata dei rifiuti, coinvolgendo sia il pubblico sia gli addetti ai lavori nel mantenere ma anche nel sensibilizzare a mantenere pulite le montagne.

 


Questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo di Città, è stato presentato il progetto "A Raggi F", ideato dal Presidente provinciale dell'Associazione "Ambiente e Vita" Nico Palatella e coorganizzato dal sodalizio foggiano e dal Comune di Foggia, tramite l’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione.

Si tratta di una iniziativa culturale e sociale che punta a coinvolgere le giovani generazioni e le famiglie in una serie di iniziative che servano a migliorare la percezione del “bello” che ci circonda attraverso una maggior conoscenza del contesto urbano e a ricordare alcune fondamentali regole che sono alla base della convivenza civile delle comunità.

All'incontro con la Stampa hanno parteciperato il sindaco di Foggia Franco Landella, il presidente provinciale di "Ambiente e Vita" Nico Palatella, gli Assessori comunali alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Anna Paola Giuliani e Claudia Lioia, il dirigente comunale del Servizio Cultura Carlo Dicesare e il presidente regionale di "Ambiente e Vita" Primiano Schiavone.

“A Raggi F” si pone l’obiettivo di sviluppare il senso di appartenenza, far conoscere meglio le strade della propria città, affinare il senso dell’orientamento, far rispettare le regole, scoprire elementi fondamentali per la vita cittadina come il verde, l’energia e le norme stradali.

Le famiglie saranno coinvolte attivamente facendo pervenire ai genitori –attraverso gli stessi ragazzi- gli input educativi che i giovani hanno ricevuto in ambiente scolastico: lo scopo sarà perseguito attraverso la distribuzione si un questionario che sarà compilato in forma anonima e riguarderà proprio le regole di convivenza civile. I risultati saranno pubblicati e offriranno un riscontro sul senso civico degli adulti foggiani.

Gli studenti delle scuole aderenti parteciperanno ad un concorso di disegno sulla città, dovranno scrivere un racconto o una poesia sempre sullo stesso tema, saranno guidati in una visita in centro città per conoscerne i siti di maggiori interesse, riceveranno una sorta di “Gioco dell’Oca” ambientato nei luoghi più importanti del capoluogo, prenderanno parte ad un concorso per ideare la “mascotte” di Foggia, riceveranno il Decalogo delle abitudini del buon cittadino e, infine, parteciperanno ad un evento sul tema a fine anno scolastico.

«È una iniziativa molto bella e  importante», ha sottolineato il sindaco Landella, «che sopperisce all’impoverimento dei programmi scolastici dedicati all’educazione civica. Per fortuna, l’iniziativa delle associazioni, delle famiglie e degli insegnanti che ancora tengono al proprio ruolo di educatori, crea le condizioni adatte a trasmettere ai più giovani quello che un tempo si apprendeva attraverso i programmi ministeriali. Il progetto servirà a rafforzare il senso di appartenenza alla comunità e alla città, a sviluppare non solo il senso civico ma anche il rispetto della legalità e far crescere una nuova generazione di cittadini consapevoli, responsabili e rispettosi dei beni pubblici».

Il progetto prenderà corpo nel prossimo anno scolastico.

 


Anche quest'anno a partire dal primo giugno nelle isole Tremiti accadrà un piccolo miracolo: le strade si riempiranno di famiglie, curiosi, giovani e appassionati lettori. Il merito va alla rassegna “TremitINnvita”, giunta alla sua sesta edizione, organizzata dall’associazione culturale "SopraLeRighe" in collaborazione con il Parco Nazionale del Gargano.

Una manifestazione nata dal basso, per condurre alla scoperta dello splendido patrimonio naturale, paesaggistico e culturale delle isole Diomedee, associato all'emozionante e sorprendente mondo della letteratura, del giornalismo e del cinema. Un modo per far conoscere le Tremiti agli scrittori che, una volta stregati dalla magia isolana, potranno divenire ambasciatori di cotanta bellezza.

L'evento, ideato da Donatella Langiano ed Emma Sarcinelli, trae la sua forza dal mettersi a servizio del proprio territorio e che, col passare degli anni, ha conquistato un'importante fetta di pubblico ed un ruolo cruciale all’interno della cultura nazionale.

Un mese di programmazione, 8 appuntamenti, centinaia di visitatori previsti, 7 ospiti di livello ad inondare piazze, cortili, chiostri ed enoteche delle cosiddette "Perle dell'Adriatico".

Le Isole Tremiti, con il loro straordinario paesaggio immerso nel Mediterraneo si fanno, così, palcoscenico perfetto per incontri, reading, momenti musicali e proiezioni cinematografiche.

Anche il cinema quest'anno la farà da padrone, infatti si inserisce nella rassegna anche  "TremitINcinema"; due proiezioni cinematografiche i cui film sono tratti da libri degli autori ospiti.

Tutti gli eventi saranno aperti al pubblico, con ingresso libero e gratuito.

CALENDARIO EVENTI

Venerdì 1 Giugno 2018 - P.zza Sandro Pertini S.Domino ore 19.00

Incontro con l'autore ROMANO DE MARCO

Scrittore abruzzese, classe 1965; il giallo e il noir costituiscono le sue sfumature letterarie. Tra le sue ultime pubblicazioni "L'uomo di casa" (premio lettori al noir festival, premio Scerbanenco 2017) e "Se la notte ti cerca" (2018). E’ tradotto in spagna, ha pubblicato racconti e articoli su Linus, Il Corriere della sera e sulle collane del Giallo Mondadori. Collabora con vari blog e i suoi racconti sono inseriti in oltre venti antologie.

 

Sabato 2 Giugno 2018 -  P.zza Sandro Pertini S.Domino ore 19.00

Incontro con l'autrice DARIA BIGNARDI

La giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice ferrarese, si racconta a qualche mese dall'uscita del suo sesto libro "Storia della mia ansia" (2018) in cui affronta l’inquietudine di una donna al centro di una storia sentimentale disperata, svelando per la prima volta la faticosa esperienza da direttore di Rai Tre e una malattia tenuta nascosta a lungo.

 

Sabato 9 giugno 2018 - Enoteca ERAORA S.Domino ore 19.00

Incontro di musica e parole con ERRI DE LUCA e ISA DANIELI

De Luca, veterano del festival e delle isole Tremiti, ispiratore del naming della chermesse ed ospite per la sesta volta consecutiva, sarà protagonista assieme alla Danieli, famosissima attrice napoletana, di uno spettacolo di reading e musica.

 

Sabato 16 Giugno 2018 -  P.zza Lucio Dalla S.Domino ore 19.00

Incontro con l'autore CARLO LUCARELLI

Anche il giornalista parmense, alla sua terza volta sull'isola per il Festival "TremitiInvita", è stato folgorato dal fascino delle isole e ritorna volentieri per un incontro pubblico. Lucarelli ha scritto e scrive per il teatro, il cinema, la televisione, la radio e i fumetti. Conduttore radiofonico (Deegiallo su Radio Deejaye), televisivo (Blu notte) ed anche regista, ama definirsi soprattutto uno scrittore di romanzi, in particolare noir. 

Sabato 16 Giugno 2018 -  Cortile ERAORA S.Domino ore 22.15 - TREMITinCINEMA

Proiezione del film "L'isola dell'arcangelo caduto" tratto dal romando di  CARLO LUCARELLI

Sabato 30 Giugno 2018 -  CHIOSTRO Cistercense S.Nicola ore 19.00

Incontro con l'autore GIOACCHINO CRIACO

Criaco, di origine calabrase,  racconta e descrive nei sui testi quelle realtà minori al limite della civiltà che, nonostante facciano parte di un contesto territoriale inserito in una nazione sviluppata e democratica, sembrano continuare a vivere di leggi e tradizioni proprie, a dimostrazione di una distanza fisica e politica forse irriducibile. Ha esordito nel 2008 con il romanzo Anime nere, da cui è stato tratto il film omonimo diretto da Francesco Munzi, vincitore di nove David di Donatello e di tre Nastri d’argento. Ha in seguito pubblicato i romanzi Zefira e American Taste. Con Feltrinelli ha pubblicato Il saltozoppo (2015).

Sabato 30 Giugno 2018 -  Cortile ERAORA S.Domino ore 22.15 - TREMITinCINEMA

Proiezione del film "Anime Nere" tratto dal romando di  GIOACCHINO CRIACO

Sabato 7 luglio 2018 - Chiostro cistercense S.Nicola ore 22.00

Proiezione del docufilm "Amina" - Incontro con il regista

Concerto di RIONE JUNNO &SARAABA'

 


La materia delle concessioni demaniali va esclusa dal perimetro della direttiva Bolkestein. E' l'obiettivo di un disegno di legge d'iniziativa dei senatori Mallegni e Gasparri (Forza Italia), con primi firmatari i sen. Licia Ronzulli e Dario Damiani, che mira a dare finalmente certezze agli operatori di un settore trainante dell'economia nazionale e del territorio pugliese, come quello balneare. Soppresso nel 2011 il rinnovo automatico delle concessioni, in mancanza dell'emanazione del decreto legislativo per la revisione e il riordino della normativa, la materia delle concessioni demaniali è – ancora oggi - di non chiara applicazione. "La direttiva 2006/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, nota come Bolkestein, ha come campo di applicazione i "servizi" e non i "beni". Come chiarito in occasioni pubbliche dalle parole dello stesso Commissario europeo che ha dato il nome alla direttiva, Fritz Bolkestein, le concessioni demaniali hanno natura di “bene” e, pertanto, vanno escluse dall’applicazione di una normativa sui servizi", spiegano Ronzulli e Damiani. "Forza Italia conduce da diverso tempo una battaglia chiara a tutela del comparto balneare. Un comparto che in Italia, e in Puglia in particolare, è uno dei settori più importanti dell’intero sistema turistico, fondamentale per l’occupazione e la crescita economica del nostro Paese e che include l’attività di migliaia di piccole e medie imprese, di cui moltissime a conduzione familiare. Un impegno preso in campagna elettorale con le associazioni dei balneari del territorio, che oggi viene mantenuto con la presentazione di questo disegno di legge: ci schieriamo così dalla parte di chi ha investito la propria vita in attività che non possono essere messe a rischio a causa della superficialità e della confusione che hanno caratterizzato il legislatore italiano degli ultimi anni".

 


La sorprendente opera prima di Valeria Caravella presentata Venerdì 25 maggio allo Skantinato 58 Bibliocafè di Troia

Io non sono di questo mondo”. È Davide a parlare: 15 anni, “un puro”, un senza sesso, così si definisce. Scrive le sue memorie e racconta la sua adolescenza da una baraccopoli del Sud. È lui il protagonista de ll maggiore dei beni, sorprendente opera prima di Valeria Caravella, giovane scrittrice pugliese che Venerdì 25 maggio alle ore 20 sarà allo Skantinato 58 Bibliocafè di Troia.

Un romanzo di formazione “emozionante, delicato e crudele nello stesso tempo”, secondo la recensione pubblicata su Mangialibri. Un racconto divertente e delicato, profondo e mai pedante, popolato di personaggi bizzarri. Attratto da sempre dal mistero dell’aldilà, Davide trasforma la tragedia in idillio, in un luogo di pace e spensieratezza, di libertà assoluta. Non intende aspettare a lungo e ha una promessa da mantenere: “Non diventare mai e poi mai un adulto, io voglio essere o vecchio o bambino”.

Il libro, pubblicato nel 2017 dalla giovanissima casa editrice Nowhere Books, presente al Salone Internazionale del Libro di Torino come una delle etichetta scelte nell’area pugliese, è in lizza in diversi concorsi nazionali e si sta ritagliando un proprio spazio nella narrativa indipendente contemporanea.

Valeria Caravella è nata a Foggia nel 1982. Adesso vive a Vieste, sul Gargano. Gli ultimi inverni li ha trascorsi a leggere e a scrivere. I suoi racconti sono apparsi sulla rivista Fernandel e la rivista letteraria A4.

 


Pagina 1 di 482

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

L'Angolo di Mimì Palena

Fototeca a cura di Arcangelo Palumbo

2.jpg