Mobilità dolce e nuovi turismi: se ne discute il 17 maggio a Monte Sant’Angelo

Le nuove forme di mobilità per le comunità e per il turismo saranno i temi al centro della giornata del 17 maggio che si terrà nella Green Cave di Monte Sant’Angelo nell’ambito di “Generazione Circolare”, il progetto che promuove interventi a favore dei giovani nell’ambito delle economie per la sostenibilità.

Due saranno i filoni di discussione che vedranno confrontarsi operatori del settore e istituzionali, a partire dalla sessione mattutina delle 9.30 dal titolo “Mobilità dolce e nuovi turismi, realtà oltre le prospettive", con esperienze territoriali e nazionali su cammini, cicloturismo e turismo sportivo.
Guide turistiche, tour operatori, camminatori, associazioni e altri operatori del settore discuteranno intorno allo stato attuale e alle prospettive future della mobilità dolce, sia in chiave di sostenibilità ambientale che economica.

Dopo l'apertura del Vice Presidente della Provincia di Foggia, Giuseppe Mangiacotti, e del Responsabile Nazionale Turismo di Legambiente, Sebastiano Venneri, interverranno Domenico Sergio Antonacci di Gargano Natour, la guida turistica e AIGAE Luisa Arena, il tour operator Puglia Cycle Tour, Luca Vinelli di Gargano E-20, Leonardo Ricucci dell'associazione Wildboardbike, Michele Simone con il progetto Moveng, il camminatore Michele Del Giudice, l'associazione Monte Sant'Angelo Francigena con Matteo Rinaldi, Gabriele Viale della Federazione Nazionale Sport Orientamento. Chiuderanno la sessione mattutina Alessandra Bonfanti di Legambiente e Aldo Patruno, vice presidente dell'Associazione Europea delle Vie Francigene.

Si proseguirà nel pomeriggio con l'approfondimento tecnico-politico "Ciclovia Adriatica, un'opportunità da non perdere", un confronto sullo stato attuale di progettazione che bypassebbe il Gargano. Si tratterà di un importante momento durante il quale saranno presentate e discusse alcune possibili soluzioni da sottoporre in variante ai tracciati proposti dalla commissione nazionale. Proprio per evitare l’esclusione del Gargano, infatti, le associazioni FIAB, Legambiente e WWF, hanno elaborato una proposta alternativa che vuole superare le difficoltà che hanno portato a scartare la ciclovia costiera, mettendola a disposizione degli enti territoriali e delle altre associazioni, per condividerla e migliorarla.
Al Tavolo tecnico sono invitati Provincia di Foggia, sindaci dei comuni interessati dalla ciclovia, l'Ente Parco Nazionale del Gargano, uffici tecnici comunali, GAL Gargano, Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Ferrovie del Gargano e altre associazioni del territorio.

Generazione Circolare è il progetto che nasce con il programma Azione Province Giovani - Unione Province Italiane, per promuovere interventi a favore dei giovani nell’ambito delle economie per la sostenibilità, ed è stato co-finanziato dalla Provincia di Foggia, da Legambiente FestAmbienteSud, da Candela Promozione e Circolo Gaia Legambiente Foggia, partner del progetto.

Read 70 times
Share this article

About author

Redazione

FABS2022 long animate

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.