Admo Puglia, a Foggia presentazione del corso “L’Idea dell’Io”

Domani, mercoledì 22 giugno 2022, alle ore 20, presso L'Altrocinema a Foggia, l’Associazione Donatori Midollo Osseo Puglia presenta il cortometraggio "L'Idea dell'io", scritto e diretto da Patrizia Curatolo e interpretato da Dino la Cecilia, con la collaborazione dello Studio Fotografico Arturo Di Roma per le riprese e montaggio e del maestro Maurizio Bignone per le musiche.

L’iniziativa rientra nel programma di festeggiamenti del trentennale di Admo Puglia, attualmente presieduta da Maria Stea, fondata appunto nel 1992 e da 30 anni impegnata a promuovere la donazione di midollo osseo, intesa come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e civismo.

Il corto “L’Idea dell’Io” mira così a sensibilizzare tutti al dono, all'aiuto solidale, attraverso un linguaggio artisticamente e simbolicamente molto significativo, e rappresenta il contributo che ognuno di noi offre all’umanità, in quanto parte integrante della stessa. I bisogni delle persone che maggiormente necessitano di aiuto diventano così per ognuno uno specchio in cui possiamo guardarci dentro per partecipare alla sua esistenza.

All’evento di presentazione parteciperanno anche Nella Santoro, referente Admo Puglia per Foggi, Antonio Placentino, delegato nazionale e consigliere regionale Admo Puglia, e Mariangela Mariani, giornalista moderatrice.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.admopuglia.it e sui canali social di Admo Puglia.

ADMO PUGLIA

L’Associazione Donatori Midollo Osseo è nata per volontà di un gruppo di persone fortemente motivate a creare, anche in Italia, una valida banca dati di donatori volontari ed ha come scopo principale quello di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere la leucemia e altre neoplasie del sangue attraverso la donazione del midollo osseo e del trapianto.

La sede Admo Puglia è stata fondata nel 1992 e da 30 anni ha lo scopo di promuovere la donazione di midollo osseo e CSE, volontaria, gratuita, anonima, responsabile e consapevole, intesa come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e di civismo, che configura il donatore quale promotore di un primario servizio socio-sanitario ed operatore della salute, anche al fine di diffondere nella comunità nazionale ed internazionale i valori della solidarietà, della gratuità, della partecipazione sociale e civile e della tutela del diritto alla salute.

Read 61 times
Share this article

About author

Redazione

FABS2022 long animate

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.