De Leonardis: “Areu, i benefici devono essere superiori ai costi di una tale riforma”

“Il direttore generale del Dipartimento Sanità Giancarlo Ruscitti aveva anticipato le intenzioni dell’esecutivo regionale in terza commissione, e speravamo – alla luce della tanto sbandierata partecipazione, che continua a rimanere uno slogan- in un confronto ampio ed inclusivo, in un ambito così delicato come quello della rete dell’emergenza-urgenza. Invece ieri la giunta ha licenziato il disegno di legge che da vita all’AREU. Non siamo né pregiudizialmente a favore né contrari, perché interessati solo alla qualità e all’efficienza del servizio, allo stato complessivo della sanità pugliese, alla valorizzazione e alla tutela del personale, e all’equilibrio nei conti, tutti fattori dai quali non è possibile prescindere. Le riserve e i dubbi in merito – in particolare legati al personale, alla luce delle numerose tipologie di contratto in essere e della difficoltà nel procedere a un inquadramento uniforme, in conformità delle leggi vigenti e tenendo conto delle risorse disponibili- sono tanti, già espressi dalle più importanti organizzazioni sindacali di categoria. Attendiamo allora il testo in commissione per un esame approfondito, e cercare e valutare di capire i costi e i benefici di una riforma di sistema così importante, per una valutazione più obiettiva, anche e soprattutto attraverso il coinvolgimento delle parti interessate”.

 

Read 111 times
Share this article

About author

Super User
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.