Le mille e una proroga

Contratto Definitivo Amiu: AttiVisti Foggiani chiede al Sindaco di decidere.

L’Amministrazione Landella sceglie di non scegliere. 22 proroghe e il triste primato della RD.

3 agosto 2018. Sono passati 4 anni da quel giugno 2014 quando la città di Foggia ha visto nascere la Giunta Landella.

Una giunta figlia di compromessi al ribasso, improvvisata, fragile, dedita ai rimpasti e alle conte, una giunta che vede il suo consiglio comunale riunirsi praticamente solo in seconda convocazione e che si regge solo grazie alle astensioni e alle assenze delle finte opposizioni e se non bastasse prestando 3 consiglieri nell’ultimo periodo materializzando alla luce del sole la presenza delle famose stampelle di marchio landelliano.

In questo clima da basso Impero, dove le commissioni permanenti sono di fatto esautorate e non discutono di nulla come testimoniato anche dai cittadini, dove le problematiche si accumulano e non vedono alcuno spiraglio di risoluzione, il comparto più critico è senza dubbio quello dell’ambiente.

La raccolta differenziata è una chimera e questa amministrazione riesce ad essere entusiasta di percentuali ridicole rispetto ai Comuni italiani e, con iniziative estemporanee e vane come la tristemente famosa “Foggia non sarà un bidone” o quella che ora in “pompa magna” spaccia per rivoluzione della differenziata, ma che a conti fatti è un cronoprogramma del ricambio dei cassonetti che non è nemmeno stato attuato in tutta la città.

E per una amministrazione che si rispetti, il riposizionamento delle campane del vetro e dei nuovi cassonetti (carta, plastica e indifferenziato) dovrebbe rappresentare un restyling o una semplice manutenzione ordinaria degli stessi.

Invece il Sindaco e il suo assessore devono ancora spiegarci dove sono finite le attrezzature per la raccolta differenziata acquistati grazie al Fondo per lo Sviluppo di Coesione 2007-2013. Attuazione del meccanismo premiante collegato agli obiettivi CIPE 79/2012. Interventi finalizzati al potenziamento della raccolta differenziata nella Città di Foggia nell’ARO 3/FG.

Come riportato nella determina n°1288/2016 del settore ambiente e successivamente nella determina n° 49/2017, sempre del medesimo settore, venivano acquistati le seguenti attrezzature:

  1. 200 cassonetti neri per l’indifferenziato da 1100 litri
  2. 200 cassonetti gialli per da 1100 litri
  3. 200 cassonetti blu per la plastica e i metalli da 1100 litri
  4. 300 bidoni carrellati marroni con chiave da 240 litri
  5. 110 bidoni carrellati verdi con foro e serratura da 240 litri
  6. 100 campane per vetro
  7. 6000 cestelli areati per l’umido
  8. 500.000 buste per l’umido.

Chiediamo all’assessore Morese che fine abbiano fatto tutte queste attrezzature della ditta Omnitech aggiudicatasi la gara poi nel 2017?

Sono utilizzati tutt’ora o sono stipati in qualche capannone della Fiera, come già accaduto in passato?

Sono stati utilizzati nell’ultima esilarante campagna di “finta raccolta differenziata” di giugno 2018?

Chiediamo contezza riguardo i cassonetti dato che ci è apparso di vedere che gli  stessi  siano stati messi in molti quartieri nell’ultima campagna di giugno 2018 e riportino l’indicazione dell’azienda Omb Tecnology di Brescia e quindi non abbiamo cognizione di quale fine abbiano fatto quelli della Omnitech.

Che dire, poi, delle notizie dei 3 automezzi per la raccolta differenziata come previsto nella determina n°1289/2016 del settore ambiente e successiva aggiudicazione con determina n° 138/2016 alla ditta Cos.Eco?

Che fine hanno fatto? Sono utilizzati o attendono tempi migliori e carrelli giusti per divenire effettivamente impiegati?

E dulcis in fundo, la sfavillante campagna di comunicazione pubblicitaria per la raccolta differenziata come previsto nella determina n° 1354/2016 del settore ambiente che poi ha visto l’aggiudicazione alla PRINTEK 2.0 in data 13/09/2017 con determina n°1015/2017 del settore Contratti e Appalti.

Dove è finita la campagna pubblicitaria che partendo da una base di 70.000 euro di gara, con un ribasso risibile del 3%, è stata aggiudicata per € 55.655,73 esclusa IVA?

Ma il capolavoro di questa giunta e di questa maggioranza rimarrà sempre la fiaba delle ultime proroghe del contratto di servizio.

Il contratto definitivo era in dirittura di arrivo già nel 2016, dopo 2 anni di mandato, con tutti i servizi interessati che lo stavano per limare e definire,

ed invece si sono susseguiti 4 rimpasti, 5 giunte, aumenti tari, disastri con discariche, acquisti di quelle oramai esaurite, chiusure, ordinanza, ma le proroghe rimangono le uniche cose certe e indifferibili di questa amministrazione.

In data 1 agosto 2018 è entrata in vigore la “VENTITRESIMA PROROGA” del Contratto provvisorio con Amiu e non ci è ancora dato capire quanti mesi duri e la sua motivazione.

Gli ultimi “consiglieri stampella” di questa amministrazione avevano garantito che avrebbero ottenuto in 60 giorni sia la raccolta differenziata che l’impegno della sottoscrizione del contratto definitivo con Amiu.

Nulla di tutto ciò. Solo vane promesse da marinai.

Solo vetrine e deleghe in bianco per tirare a campare.

Questa consiliatura sarà ricordata per il teatrino stucchevole tra la maggioranza e le finte opposizioni e potrà fregiarsi come l’amministrazione dalle MILLE e una PROROGA.

Una in più verso il baratro.

 

Read 136 times
Share this article

About author

Super User
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.