Il console del Benin a S. Giovanni Rotondo

Alla presentazione del libro di poesie,“Aspettando che il tempo mi viva”, del poeta Lio Fiorentino, originario di San Giovanni Rotondo, sarà presente anche il console a Napoli della Repubblica del Bénin.

Il console Giuseppe Gambardella ha personalmente cominciato la sua presenza al sindaco Costanzo Cascavilla, evidenziando lo stretto legame che si era creato tra il Bénin e San Giovanni rotondo grazie all’opera letteraria di Fiorentino.

«Sono lieto di presenziare ad un evento culturale e solidale, che danno testimonianza di una grande forza e vicinanza a popolazioni dilaniate dalla povertà e in costante turbamento. Sono soddisfatto che, attraverso la poesia di Fiorentino, ci si possa accostare alla realtà del Bénin, sostenendo la realizzazione di progetti che il Consolato del Bénin sta promuovendo con impegno, grazie anche al sostegno perseverante di comuni ricchi di sentimenti umani, come la città di San Giovanni Rotondo, la città di Eboli, e con la collaborazione di associazioni come la “Kalé” e il Centro culturale studi storici di Eboli “Il Saggio”. Desidero ulteriormente ringraziare Filomena Domini, per la sua vicinanza e presenza alle attività ed ai progetti che insieme desideriamo fortemente attuare, in favore del popolo beninese», ha sottolineato il console.  

«La presenza del console del Bénin rende ancora più significativa la serata tra cultura e solidarietà. Vogliamo essere vicino alle popolazioni del paese africano, così come stiamo studiando iniziative per essere presenti alle famiglie dei lavoratori morti negli ultimi giorni negli incidenti stradali sulle strade della Capitanata», evidenzia il sindaco Costanzo Cascavilla.

La presentazione del libro è prevista il 10 agosto con inizio alle 19 presso il chiostro comunale in piazza Dei Martiri.

 

Read 179 times
Share this article

About author

Super User
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.