ULTIM’ORA. Foggia. “Affari in Comune”. Iaccarino ritorna in libertà ma interdetto

Non sussistono le esigenze degli arresti cautelari poiché il Consiglio comunale è stato sciolto ed è commissariato. 

Con questa motivazione, sommariamente sintetizzata, il GIP della Procura di Foggia, dott. Antonio Sicuranza, ha deciso la scarcerazione dell’ex Presidente del Consiglio comunale di Foggia, Leonardo Iaccarino, tra i maggiori implicati nell’inchiesta sulle tangenti, o presunte tali, al Comune.

Ritorna un uomo libero Leonardo Iaccarino ma interdetto per un anno dai pubblici uffici.

L’ex Presidente e Vigile del Fuoco, difeso dagli avvocati Mario Antonio Ciarambino e Potito Marucci e definito il grande pentito, perciò reo confesso, fu il secondo dei politici arrestati per lo scandalo a Palazzo di Città (dopo Bruno Longo). Dopo la detenzione in carcere avvenuta il 30 aprile e poi ai domiciliari il 10 maggio 2021, Iaccarino ha iniziato a collaborare con i PM, raccontando particolari scottanti e decisivi per l’inchiesta, ancora in corso. A lui si debbono molte confessioni, avvalorate dalle intercettazioni ambientali e telefoniche,  che portarono all’arresto dell’ex Sindaco, Franco Landella ora in libertà ma interdetto, sua moglie, Daniela Di Donna ai domiciliari, altri due Consiglieri, Dario Iacovangelo tornato in libertà e Antonio Capotosto ai domiciliari, e un imprenditore.  Le accuse a vario titolo sono di corruzione e tentata concussione nei riguardi di un imprenditore operante nel settore della pubblica illuminazione. Iaccarino, con le sue dichiarazioni -sempre sostenute con le intercettazioni-, sarebbe anche la chiave di volta che potrebbe far disegnare ai PM scenari d'inchiesta dove di attori ce ne potrebbero esserne altri, non solo della maggioranza dell'ex Consiglio comunale, bensì della minoranza, tra cui Pippo Cavaliere, al centro di discusse dichiarazioni rilasciate durante  l'interrogatorio. 

È inutile porre in evidenza lo sdegno testimoniato dal popolo social nei commenti molto “colorati” e con “francesismi” eloquenti, disapprovazione riassumibile in “Quest si che è ’na barzllett”.

FOCUS: - vedi Affari in Comune.

Read 132 times
Share this article

About author

Redazione
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.