Vaccini, Green Pass e SARS-CoV-2. M. Bolognetti «NO a autoritarismi politici-sanitari. NO provvedimenti antiscientifici e discriminatori»

Maurizio Bolognetti, giornalista, segretario dell’associazione Radicali Lucani, ritorna (a dir il vero non ha mai lasciato l’azione in corso, che alimenta di dati ogni giorno) sul tema Emergenza Sanitaria, Pandemia, Green Pass e Vaccini. Lo fa ripresentando la sua Lettera aperta al Ministro Lamorgese, inviata il 21 aprile 2021 (Qui il testo integrale  https://www.avantionline.it/scrive-maurizio-bolognettilettera-aperta-al-ministro-lamorgese/) di seguito pubblicata la prima parte con una presentazione odierna.

«Il 6 agosto "celebrerò" l'entrata in vigore di questa porcata incostituzionale e insensata, chiamata "Green Pass", in quel di Maratea.

Gioverà ricordare quel che scrivevo ad aprile rivolgendomi al Ministero dell'Interno per preannunciare azioni di disobbedienza civile: "Signor Ministro, ci state dicendo che lo fate per tutelare la salute pubblica. Mi consenta, avreste potuto e dovuto tutelarla ridando dignità al Servizio Sanitario Nazionale, rafforzando la medicina del territorio e magari cambiando protocolli e linee guida. Questo affermo al netto della mia convinzione che occorra stare attenti, molto attenti a virus non sanitari, ma egualmente perniciosi, quali quelli che producono e alimentano antidemocrazia e anti-stato di diritto..." .

A ciascuno il suo».

A ciascuno il suo”, dice bene Maurizio. Non si può obbligare una persona a vaccinarsi. Come pure “obbligarla” a farlo passando dal subdolo e artefatto sistema del Green Pass, che altro non è un’imposizione alla non libertà individuale. Il Governo ha messo in campo mezzi e strumenti per arginare il fenomeno, per non contagiarsi, come mascherine, distanziamento sociale, disinfezione e sanificazione ambienti, cose e mani con soluzioni alcoliche, tamponi anti COVID-19. Invece, ci costringe a adottare un QCode e un cellulare per avere accesso a ciò che già fruivamo con i dovuti accorgimenti. Se poi c'è sempre chi viola le regole e accende focolai, materia di chi dovrebbe controllare, il problema andrebbe analizzato socialmente e non con ulteriori restrizioni di massa che limita anche chi rispetta le regole.

Maurizio Bolognetti, come sempre e prima di scrivere, parlare e informare, da buon e corretto giornalista si documenta. La sua battaglia per “Conoscere per Deliberare” fa breccia in tante persone e nel caso, tra quelle che vogliono saperne di più sugli effetti dei vaccini che, come sappiamo, non sono divulgati dai media nazionali e di Stato, passando per fake news poiché pubblicati da siti minori. È la più infame bugia che lo Stato, il Governo e il giornalismo può fare, per screditare chi del giornalismo ne fa un mezzo e strumento di libera e trasparente conoscenza dei fatti. La fonte di Bolognetti è accreditata, è l’Ema (European Medicines Agency - Agenzia europea per i medicinali), aggiornata al 31 luglio 2021; se non son dati certi questi, diteci quali sono? Quelli non detti da Tv, radio, giornali cartacei e web, Stato e Governo?

Di seguito i dati dell'analisi e dell'elaborazione di Bolognetti, un lavoro di ben 4 ore per estrapolarli ed analizzarli.

«Dati aggiornati al 31 luglio 2021 relativi agli eventi avversi e ai decessi collegati all'inoculazione dei non-vaccini Pfizer, Moderna, Astrazeneca e J&J (a cura di Maurizio Bolognetti).

3.351.385 eventi avversi, oltre 20mila decessi, 357.139 casi "gravi".

Dati Europa (escluso Inghilterra):

- Eventi Avversi Totali 3.351.385;

- Numero di casi individuali 779.048;

- Media eventi avversi per caso individuale 4,30.

Nel dettaglio:

- 327.665 casi individuali collegati al non-vaccino Pfizer;

- 346.881 casi individuali collegati al non-vaccino Astrazeneca;

- 84.587 casi individuali collegati al non-vaccino Moderna;

- 19.915 casi individuali collegati al non-vaccino J&J.

Vaccini SARS CoV 2 dati decessi 01

Per ciò che concerne i casi classificati come fatali, ecco la situazione al 31 luglio 2021:

- 9.968 decessi collegati all'inoculazione del non-vaccino Pfizer;

- 5460 decessi collegati all'inoculazione del non-vaccino Moderna;

- 4534 decessi collegati all'inoculazione del non-vaccino Astrazeneca;

- 733 decessi collegati all'inoculazione del non vaccino J&J.

Totale 20.595 eventi classificati alla voce "Fatal".

Ribadito che ogni caso individuale è stato interessato in media da 4,30 eventi avversi, gioverà sottolineare anche quanti sono i casi individuali classificati come gravi:

- Pfizer 129.076;

- Astrazeneca 179.589;

- Moderna 42.462;

- J&J 6.012.

Totale casi individuali classificati come "gravi" 357.139.

Vaccini SARS CoV 2 dati decessi 02

Vaccini SARS CoV 2 dati decessi 03

Vaccini SARS CoV 2 dati decessi 04

Fermo restando che già così la situazione è preoccupante, occorre sempre tenere nella dovuta considerazione che trattasi di farmaco vigilanza passiva. Tradotto, i dati con assoluta certezza sono sottostimati rispetto alla reale dimensione. Avrebbero dovuto adottare una farmaco vigilanza attiva che non c'è.

Un'ultima cosa: ovviamente nulla si sa di possibili effetti collaterali a media e lunga scadenza, perché hanno autorizzato a condizioni e in carenza di dati su sicurezza ed efficacia.

CONOSCERE PER DELIBERARE!»

FOCUS:

- Diritto umano alla conoscenza scientifica della pandemia . Bolognetti fa lo sciopero della fame e scrive al presidente della RAI, Marcello Foa

- Diritto umano alla conoscenza scientifica della pandemia. Maurizio Bolognetti e il suo video-editoriale

- Italia Scombinata

Read 793 times
Share this article

About author

Redazione
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.