Oasi Lago Salso. Il Ministero diffida l'Ente Parco Gargano: "Non ammessa variazione colturale da pascolo a seminativo"

Vi ricordate la querelle per diversi mq di terreni dell’Oasi Lago Salso coltivati anziché destinati al pascolo?

Vi ricordate il botta e risposta di Vincenzo Rizzi e Maurizio Marrese con il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, Pasquale Pazienza?

Tutti sanno che l’area dell’Oasi Lago Salso è parte integrante del suddetto Parco, nello specifico facenti parte del comune di Manfredonia, comprese nella ZPS “Paludi presso il Golfo di Manfredonia (SiteCode: IT9110038)” e nella ZSC “Zone umide della Capitanata (SiteCode: IT9110005)”, vincolate per la creazione di habitat naturali in seguito alla conclusione della Procedura di Infrazione n: 2001/4156.

Ebbene, dopo le note vicende che hanno visto i denuncianti, Rizzi e Marrese, rivolgersi alla Magistratura per la variata destinazione d’uso di diversi ettari, il Ministero della Transizione Ecologica ha diffidato l’Ente Parco Nazionale del Gargano richiamandolo affinché ponga la necessaria attenzione al fine di assicurare la corretta attuazione di quanto stabilito con la Convenzione medesima, e di garantire il rispetto di quanto previsto dall’art. 6 paragrafo 2 della Direttiva 92/43/CEE “Habitat”.

In altre parole Rizzi e Marrese avevano ragione contro un Pazienza che sosteneva il contrario. Ragione, tra l’altro, sostenuta dal WWF di Foggia.

CLICCA QUI LEGGI E SCARICA IL PDF DELLA DIFFIDA DEL MINISTERO
“LAVORI AGRICOLI NELL'OASI LAGO SALSO –DIFFIDA E FISSAZIONE DI ADEMPIMENTI”

FOCUS:

- Oasi Lago Salso. Pazienza «L’uomo che spreca il suo tempo non ha scoperto il valore della vita …e noi non vorremmo sprecare il nostro»

- WWF Foggia e Pro Natura: «Oasi Lago Salso e le "rotoballe" del Prof. Pazienza»

 

Read 228 times
Share this article

About author

Redazione
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.