Orienteering nel Parco del Gargano. Mondiale senza L’Ente. Le spiegazioni del presidente Pazienza

Lo avevamo scritto ieri (23 dicembre 2021) nell’articolo “Orienteering nel Parco del Gargano. Mondiale senza L’Ente. Non c’è patrocino e niente contributi”, che l’Ente Parco Nazionale del Gargano non avrebbe contribuito né con soldi né con il patrocinio alla manifestazione sportiva del Campionato Mondiale di Master di Orienteering, previsto sul Gargano per il 2022.

In tale occasione avevamo anche scritto che la notizia era stata acquisita da fonti interne che avremmo voluto fossero state smentite per dar corso a una manifestazione che con lo sport rispetta la natura, la esalta, la fa conoscere nelle sue intime realtà, dove lo sportivo si adegua per superare le asperità in armonia con chi lo ospita.

Sempre da fonti interne il presidente Pazienza non smentisce la notizia, anzi, la convalida e la motiva.

Le ragioni sono state addotte non direttamente dalla voce di Pazienza, pertanto attendiamo sue conferme con un comunicato ufficiale per far piazza pulita da chiacchiericci che minimizzerebbe la decisione assunta.

Nel merito, il presidente dell’Ente Parco Gargano avrebbe rimandato al mittente richieste di contribuiti e patrocinio per sue richieste inevase che avrebbero favorito il territorio, ragione primaria per dar luogo a una manifestazione mondiale che, oltre a risaltare lo sport in natura, era un trampolino di lancio per lo sviluppo locale.

Pazienza ritiene che l’investimento di 75mila euro dovevano essere reali, ovvero soldi per creare momenti di aggregazione permanenti con una comunicazione territoriale per l’intero Gargano, avendo come focus la gara sportiva. Un modus che, nella richiesta formulata da Pazienza e rimasta tale, doveva  far sorgere sul Gargano un presidio permanente della Federazione Italiana Sport Orientamento, tale da far continuare in loco gli eventi sportivi e non occasionali al mondiale.

Il Gargano si presta a questa disciplina sportiva, è una palestra naturale che deve rimanere tale e non solo per un evento, avrebbe detto Pazienza. Sul centro federale non si è mosso nulla e ciò ha portato al ritiro per la disponibilità economica. Dietro front congiuntamente al patrocinio che, a detta del presidente, non vi sarà anche da parte del Ministero della Transizione Ecologica (già dell’Ambiente), ragion per cui sarebbe stato imbarazzante per l'Ente, come riferito dalla fonte, che si riconosce a tutto tondo in esso.

Ecco le ragioni, che vorremmo fossero confermate (lo sono ma da fonti molto vicine alla presidenza) direttamente dal presidente Pazienza a mezzo stampa con un comunicato.

Read 259 times
Share this article

About author

Redazione

FABS2022 long animate

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.