Print this page
Foggia. Il dott. Maurizio Valiante è il nuovo Prefetto. Arriva dalla vicina BAT

Lo avevamo anticipato il 29 giugno 2022, a sette giorni dalla quiescenza del dott. Carmine Esposito. Oggi c’è la conferma. Il dott. Maurizio Valiante è il nuovo Prefetto di Foggia.

Una nomina attesa, arrivata dopo più di un mese con una Prefettura senza Prefetto, che in queste ore è riunita per accolglierlo il prossimo 04 agosto, data ufficiale del suo insediamento.

Ha un curriculum di tutto rispetto il dott. Maurizio Valiante, nuovo Prefetto di Foggia. Classe 1961, il dott. Valiante arriva dalla vicina Prefettura di Barletta-Andria-Trani, dalla BAT. Con nomina ufficiale del Viminale, avrà il compito di proseguire i lavori iniziati dal quiescente dott. Carmine Esposito, in pensione dall’1 luglio 2022, dare più forza al contrasto della criminalità, esser più vicino al cittadino e innovare la macchina operativa e amministrativa della Prefettura.

Il dott. Maurizio Valiante ha una notevole esperienza nel campo delle criticità emergenziali, oltre che incarichi vari al Ministero dell’Interno e incarichi commissariali di comuni sciolti per mafia. Una persona con una famiglia che ha il DNA delle istituzioni: il fratello, Gianfranco, è sindaco in quota PD di Baronissi, nel salernitano.

(fonte: Prefettura Barletta-Andria-Trani)

Il Prefetto Maurizio Valiante è nato a Salerno il 29/04/1961.

Laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Salerno, dal 1987 al 1989 ha svolto attività forense. o

Dopo aver maturato significative esperienze professionali in qualità di Segretario comunale in numerosi comuni in Provincia di Potenza, entra nei ruoli della carriera prefettizia nel Ministero dell'Interno, con prima destinazione presso la Prefettura di Bergamo.

Nell'aprile 1994 viene trasferito alla Prefettura di Perugia, dove viene chiamato a ricoprire l'incarico di Vice Capo di Gabinetto del Prefetto.

Nell'agosto 1995, per la gestione dell'emergenza connessa allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani della Provincia di Napoli e del bacino idrografico "Sarno", viene chiamato alla Prefettura di Napoli ed assegnato all'ufficio di Gabinetto del Prefetto.

Nel dicembre 1997, a seguito dei noti eventi calamitosi verificatisi in Umbria, rientra alla Prefettura di Perugia per dirigere, sempre nell'ambito dell'ufficio di Gabinetto, l'ufficio provinciale della Protezione Civile, nonché l'ufficio Affari Economico-Sindacali, pur mantenendo l'incarico presso la Prefettura di Napoli per far fronte alle sopra menzionate criticità emergenziali.

Nell'agosto 1999 viene chiamato al Ministero dell'Interno - Direzione Generale della Protezione Civile e dei Servizi Antincendi, presso l'ufficio Studi e Affari Legislativi.

Dal 1° giugno 2000 al 30 giugno 2004 ricopre presso la Provincia di Potenza l'incarico di Direttore Generale, e, successivamente, dal 1° agosto 2004 al 14 giugno 2007 svolge analogo incarico presso il Comune di Potenza, consolidando così la propria esperienza professionale nell'ambito degli Enti locali.

Dal 1° luglio 2004 al 31 luglio 2004 presta servizio presso il Ministero dell'Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, Direzione Centrale per le Risorse Umane, mentre dal 15 giugno 2007 al 17 febbraio 2008 è in servizio presso il Ministero dell'Interno - Dipartimento per le politiche del personale dell'Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie, Scuola Superiore Amministrazione dell'Interno, dove dirige l'ufficio Affari Generali.

Dal 18 febbraio 2008 all'8 dicembre 2008 è assegnato alla Prefettura U.T.G. di Ancona, con l'incarico di Dirigente dell'area IV (Immigrazione) curando, tra l'altro, tutta la gestione dei centri di accoglienza degli immigrati richiedenti asilo.

Dal 9 dicembre 2008 al 14 novembre 2010 viene richiamato al Ministero dell'Interno -Dipartimento per le Politiche del Personale dell'Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie per dirigere l'Ufficio II Studi, Analisi, Affari Legislativi e Parlamentari.

Dal 15 novembre 2010 viene chiamato a prestare servizio presso l'Ufficio di Gabinetto del Ministro dell'Interno, dove ha ricoperto, fino alla data del 20 gennaio 2012, l'incarico di Capo del Cerimoniale del Sig. Ministro e, da quella data fino al 1° marzo 2013, la funzione di Capo Staff dell'Ufficio Affari Interni.

Dal 1° marzo 2013 al 7 febbraio 2017 ha svolto, sempre all'interno dell'Ufficio di Gabinetto del Ministro dell'Interno, le funzioni di Capo Ufficio Staff dell'Ufficio Diritti Civili e Sociali.

Dall'8 febbraio 2017 ha ricoperto l'incarico di Capo Ufficio Staff Affari Territoriali sempre presso il Gabinetto del Ministro dell'Interno.

Nella seduta del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2019 il dott. Valiante è nominato Prefetto, e dal 25 novembre 2019 assume le funzioni di Prefetto della Provincia di Barletta Andria Trani.

Numerosi gli incarichi e servizi speciali conferiti dal Ministero dell'Interno al dott. Valiante nel corso della carriera, tra i quali si segnalano in particolare incarichi commissariali nelle province di Latina (Formia), Benevento (Sant'Agata de' Goti), Cosenza (Rende), Napoli (Giugliano in Campania, Somma Vesuviana), Perugia (Bettona, Monte S. Maria Tiberina), Bergamo (Blello, Gazzaniga).

Gli auguri di Nicola Gatta, presidente Ente Provincia Foggia.

"A Maurizio Valiante, a titolo personale ed istituzionale, rivolgo il mio benvenuto e formulo i miei migliori auguri di buon lavoro per il suo incarico di Prefetto di Foggia.

La nomina deliberata dal Consiglio dei Ministri dopo la quiescenza del dottor Carmine Esposito, che colgo l'occasione per ringraziare nuovamente per il lavoro svolto nel suo anno di attività, assegna al Prefetto Valiante un compito importantissimo, per il quale avrà ovviamente al suo fianco tutte le istituzioni del territorio, a cominciare dalla Provincia di Foggia.

Quello a cui è stato destinato il Prefetto Valiante, dopo l'esperienza alla guida della Prefettura della BAT, è un ruolo fondamentale in una provincia complessa e difficile – innanzitutto sul fronte della sicurezza e nel campo economico e sociale – ma anche dalle immense e straordinarie potenzialità. 

La stagione che stiamo vivendo necessita del massimo dell'impegno e della collaborazione da parte di tutti gli attori istituzionali e di tutte le energie che possono cambiare in meglio il volto della Capitanata. 

Sono certo che il Prefetto Valiante saprà essere rapidamente un punto di riferimento ed un interlocutore attento per ciascuno di noi e per tutti i cittadini della nostra meravigliosa provincia". 

Read 174 times
Share this article

About author

Redazione