Monte Sant’Angelo “Una città aperta verso la bellezza”

A cura del prof. Giuseppe Piemontese, Società di Storia Patria per la Puglia.

Viviamo un momento difficile, in cui la pandemia da Coronavirus ha messo in discussione alcune certezze che hanno caratterizzato la nostra vita negli ultimi decenni e precisamente il passaggio da una economia locale ad una economia globalizzata, con il rapido e a volte selvaggio processo di urbanizzazione delle nostre città, costruite secondo spazi chiusi, dove a fare da padrone sono sempre più le periferie, luoghi senz’anima e senza identità, quasi come se fossero città fantasma, con un allargamento dello spazio verso il nulla, dove la campagna e il suolo rurale diventano sempre più prede del capitalismo e quindi del profitto. Ed ecco allora che il Covid - 19 ha fatto si che attraverso il lockdown mettesse in discussione tutto questo attraverso il rinchiudersi in se stessi, ma soprattutto attraverso una presa di coscienza della propria identità e, quindi, dello stare in solitudine, con i propri pensieri e le proprie problematiche esistenziali. Da ciò nasce il desiderio di un nuovo modo di vivere e di rapportarsi con l’esterno, non più in maniera superficiale e, quindi, anonimo, ma in maniera tale che i luoghi siano lo specchio della nostra identità e della nuova coscienza e, quindi, delle nostre comunità. Per cui, di fronte ad un ritorno alla normalità, dopo quasi cinque mesi di lockdown, sentiamo sempre più l’esigenza di aprirci verso l’esterno e quindi verso una nuova dimensione urbana, che sia lo specchio della nostra voglia di vivere, ma soprattutto di riacquistare quello spazio vitale che è la città diffusa.
In questo il Coronavirus ha avuto un effetto positivo nel creare in noi una nuova coscienza di riappropriarci della nostra città attraverso luoghi aperti e quindi luoghi che rappresentano quella identità culturale che si manifesta principalmente in luoghi come le piazze, le chiese, le cattedrali, i castelli, i nostri palazzi storici, ma soprattutto i nostri luoghi dell’anima, come per esempio quelli che un tempo caratterizzavano le piazze del nostro centro storico oppure i luoghi rappresentativi del centro urbano. Tutto questo, oggi, lo posiamo vedere nella nostra città, Monte Sant’Angelo, attraverso varie istallazioni di strutture turistiche, con tavolini e sedie all’aperto, davanti a bar e centri commerciali, tanto da avere la sensazione che la città si è aperta verso l’esterno e quindi verso la comunità cittadina. Una città che finalmente torna a vivere attraverso la sua dimensione urbana, ma soprattutto attraverso il proprio essere in simbiosi con l’ambiente, sia essa culturale che sociale e quindi identitaria, rafforzando così il senso di appartenenza e quindi il senso comunitario. Una città che si riappropria degli spazi pubblici, all’aperto, lungo il corso della città, nelle piazze e nelle strade, intesi come luoghi in cui un tempo la comunità viveva il suo essere per la città. Quindi, un modo nuovo di abitare gli spazi pubblici e questo lo dobbiamo grazie all’Amministrazione d’Arienzo e agli Assessori Michele Fusilli e Giuseppe Totaro, rispettivamente responsabili dell’Urbanistica e Arredo pubblico e alla Mobilità e Sicurezza, con delega al verde pubblico.
Tutto questo ci porta, tuttavia, a richiamare i nostri politici a interessarsi maggiormente della nostra città, delle sue periferie, dei suoi quartieri o rioni, ma soprattutto del Centro storico, che dovrebbe essere maggiormente tutelato e valorizzato, in nome di una città diffusa, una città integrata, vista come luogo aperto, polifunzionale, in cui fanno da padrone piazze, giardini, giochi per bambini, centri sportivi efficienti, biblioteche di quartiere, negozi, sale da concerti, monumenti. Insomma una città liberata dall’urbano ad ogni costo, con luoghi di pubblica bellezza, dove la città diventi città-giardino, una città aperta verso la bellezza della natura, ma anche verso tutto ciò che il passato ha voluto tramandarci, come i dolmen e i menhir di Valle Pulsano, scoperti dell’arch. Raffaele Renzulli. Una città che diventi città d’arte, luogo della memoria storica e quindi luogo della nostra identità e della nostra cultura.
In questo senso la città è lo specchio della nostra capacità di reinterpretare il nostro passato e quindi la nostra cultura, per poi progettare il nostro futuro, attraverso momenti di bellezza, di condivisione e di amor loci. In altre parole si devono creare le condizioni per una città intesa come città in divenire e quindi come città condivisa. In questo discorso diventa imperativo il recupero e la rigenerazione del nostro Centro storico, quale elemento principale della nostra identità culturale. Quindi, una città-territorio, una città dove siano recuperati soprattutto i luoghi della memoria, i luoghi di incontri e di condivisione sociale, come le piazze, le strade, i musei, i luoghi pubblici, i monumenti, preferibilmente di autore, i giardini, che purtroppo sono ancora abbandonati e dove un tempo vi era vita di comunità.
Una nuova cultura del verde e quindi della bellezza, che dovrebbe interessare l’intera città, ma soprattutto le zone periferiche e i territori circostanti la stessa città. Afferma a tale proposito Renzo Piano: “Nella città diffusa vedo la campagna più attrezzata e una città più verde, ricca di parchi e giardini. Un verde che ha il compito di limitare la crescita disordinata della città e di ricucire le periferie”. In questo modo si fa rivivere la città attraverso la campagna, fermando l’esodo dei giovani verso il Nord e quindi creare le condizioni per una nuova economia verde o Green economy. E a tale proposito c’è bisogno di recuperare e rigenerare il periubano, un tempo essenziale per la crescita della nostra città. Del resto la campagna è il luogo dove l’umanità si è formata e si nutre, mentre la città è il luogo dove l’umanità si riproduce e crea la vita.

Share this article

About author

Redazione
September 18, 2020

PD. “Emodialisi domiciliare: Monte Sant’Angelo fa scuola”,…

in Politica by Redazione
A poche ore dall’uscita del comunicato stampa di Forza Italia sez. di Monte Sant’Angelo, Forza Italia “Emiliano e Piemontese…
September 18, 2020

"Operazione Malavigna", [VIDEO] sequestrati più di 50…

in Notizie Capitanata by Redazione
La DIA di Bologna, in collaborazione con i colleghi di Firenze e di Brescia, ha sequestrato beni mobili ed immobili, per un…
September 18, 2020

Bonus Cultura disponibile alla Green Cave a Monte…

in Attualità by Redazione
Con due APP, La Carta del Docente e la 18APP, la Green Cave di Legambiente FestAmbienteSud, a Monte Sant’Angelo, sarà disponibile…
September 18, 2020

SS 688 Mattinata. Chiusa per lavori antincendio galleria…

in Notizie Gargano by Redazione
Con un comunicato stampa L’ANAS informa che la galleria San Benedetto, sarà interessata da alcuni lavori per la per la…
September 18, 2020

“Attaccacuore” inaugura il Muro della tenerezza, a San…

in Notizie Gargano by Redazione
E tre! Attaccacuore, dopo aver segnato il cammino della Gentilezza con l’inaugurazione del primo Muro presso la Parrocchia di San…
September 18, 2020

Gal Gargano. Selezione per contratto di lavoro autonomo…

in Notizie Gargano by Redazione
Con Determinazione del Direttore Tecnico n. 32 del 14 settembre 2020, pubblicata sul BUR Puglia n.130 del 17.09.2020, sono stati…
September 18, 2020

Gal Gargano. Nuova opportunità per le PMI del Gargano

in Notizie Gargano by Redazione
Oltre al nuovo avviso pubblico int. 3.3 "Sostegno alla commercializzazione", sono stati riaperti i termini per il rilascio delle…
Sep 18, 2020

Emergenza Acqua. Stagione 2020 negativa. Invasi dimezzati

in Notizie Capitanata by Redazione
Si conclude la stagione irrigua 2020 con un bilancio non confortante: perdite ingenti…
Sep 18, 2020

Voto in sicurezza: il protocollo sanitario anti Covid per i seggi elettorali e…

in Attualità by Redazione
Le misure di prevenzione contro i contagi sono il frutto di un accordo tra aziende. Le…
Sep 18, 2020

Agricoltura sociale, nuova proroga al 9 ottobre per il bando 2.3 del Gal Daunia…

in Attualità by Redazione
Il Consiglio di Amministrazione del GAL Daunia Rurale 2020, in data 11/09/2020, ha…
Sep 18, 2020

Forza Italia “Emiliano e Piemontese hanno chiuso il servizio dialisi di Monte…

in Politica by Redazione
«Sono giorni, ormai, che la disperazione per la perdita del potere non fa dormire…
Sep 18, 2020

Roghi in Capitanata. Polso duro della Prefettura di Foggia. No all’inquinamento…

in Notizie Capitanata by Redazione
Nella mattinata di ieri il Prefetto di Foggia, Dott. Raffaele Grassi, ha riunito i…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.