Monte Sant’Angelo. “Lettera al Sindaco sul decoro urbano”

A cura di Giuseppe Piemontese - Società di Storia Patria per la Puglia

 «Caro Sindaco, mi ha fatto piacere l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Monte Sant’Angelo per quanto riguarda le “Aree verdi come elemento qualificante del contesto urbano”, con relativo Regolamento per la manutenzione e la cura, non solo da parte dell’Ente pubblico, quanto anche da parte dei privati, al fine di renderli corresponsabili del patrimonio paesaggistico della città. Un’approvazione, che secondo l’Assessore Totaro “ha inteso disciplinare l’attività diretta alla salvaguardia, alla valorizzazione, alla promozione e alla corretta gestione del patrimonio arboreo ed arbustivo, pubblico e privato ed in generale di tutte le aree a verde ubicate all’interno del territorio comunale di Monte Sant’Angelo”. Tutto questo dovrebbe dare un contributo diretto e positivo, in concomitanza della fine dei lavori riguardanti la rete viaria interna della nostra città, alla valorizzazione dell’assetto urbano per quanto riguarda l’aspetto infrastrutturale e paesaggistico. Ma ciò non basta, in quanto rimane sempre l’annoso problema del decoro urbano, specie per quanto riguarda le facciate e le strutture dei nostri palazzi storici e degli immobili pubblici e privati, che si affacciano lungo il corso della città, da Corso Garibaldi fino a Corso Vittorio Emanuele. Un problema che investe direttamente l’aspetto storico e ambientale del Sito Unesco, e che crea, in noi tutti, in maniera deleteria, un senso di abbandono e di mortificazione, nel vedere tanti immobili sporchi, pieni di erba lungo le strutture esterne, crepe nelle facciate, annerimento generale per quanto riguarda il prospetto che si affaccia direttamente lungo il corso.

È tempo di intervenire e di approvare al più presto un Piano di intervento urgente e risolutivo. Del resto tutto questo è già previsto nel Regolamento UNESCO, per quanto riguarda la Buffer Zone e precisamente il Centro Storico e tutto ciò che ruota intorno al Santuario di San Michele, da cui è derivato il riconoscimento UNESCO. Infatti nelle disposizioni generali del Regolamento si legge che “Il Centro Storico di Monte Sant’Angelo fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, e pertanto è prescritta la conservazione e il mantenimento dei valori storici, architettonici, tipologici e documentari del patrimonio edilizio e urbanistico esistente”. È obbligo dell’Amministrazione Comunale adottare una serie di criteri e di norme per quanto riguarda la salvaguardia dell’immagine della città, con specifico riferimento all’aspetto esteriore degli edifici, nonché agli elementi di arredo urbano e che comunque ne integrano l’aspetto, al fine di salvaguardare i valori architettonici e ambientali della città, nell’ambito di un piano di sicurezza e di qualificazione dell’ambiente urbano” (Art. 1). Da tutto ciò ne deriva che: “Le facciate che presentino lordure, graffiti o siano state oggetto di vandalismo devono essere ripristinate e ridipinte. Tali casi possono essere oggetto di ingiunzione da parte degli Uffici comunali” (Art. 4).
Tutto questo mi spinge a ricordare che, purtroppo, lungo il corso, da Corso Garibaldi fino a Corso Vittorio Emanuele, vi sono molte case e palazzi in stato di abbandono e di evidente situazione precaria, con facciate screpolate e annerite, ciuffi di erba lungo le facciate e i cornicioni esterni, vari infissi che presentano evidente pericolo di sicurezza, abrasioni e rotture di elementi decorativi ed artistici riguardanti vari palazzi storici, portali e balconi trascurati dai proprietari, senza che nessuno intervenga. Eppure nel Regolamento citato sono previsti interventi obbligatori da parte dei proprietari, oppure dietro ingiunzione dell’Amministrazione comunale, per quanto riguarda “l’aspetto e la manutenzione degli edifici, delle murature e delle tinteggiature” (Art. 5). Purtroppo dal 2011, data del riconoscimento UNESCO, nulla è stato fatto e predisposto.

È tempo di obbligare, per legge, i proprietari degli edifici, sia pubblici che privati, a ripristinare l’aspetto originario, specialmente dei Palazzi storici, ma anche degli immobili pubblici e privati che sono situati lungo il Corso. Inoltre bisogna anche incentivare i privati o chi per essi, voglia intervenire per tutelare il decoro urbano attraverso contributi o sgravi fiscali. Di palazzi storici fatiscenti ce ne sono purtroppo tanti, fra cui Palazzo Amicarelli (sec. XVIII) in Piazza Beneficenza, Palazzo Ciampoli (sec. XVIII) sorto lungo il Corso Garibaldi, Palazzo dei Grimaldi (sec. XVII), Palazzo Gambadoro (sec. XVI) adiacente Largo delle Clarisse, Palazzo dei Nobili (sec. XVI), sorto alle spalle della Chiesa di San Salvatore, nel rione Junno, Palazzo dei Giordano-Todero (sec. XVI), Palazzo Cassa (sec. XVII), Palazzo Rago (sec. XVII), Palazzo De Pascale-Sciarra (sec. XVII), Palazzo De Angelis (sec. XVII) nel rione di Santo Oronzo, Palazzo Giordani (sec. XVII), Palazzo De Cocchi (sec. XVII), Palazzo Vischi (sec. XVIII), Palazzo Roberti (sec. XVIII), Palazzo D’Angelantonio (sec. XVIII), Palazzo Fantetti (sec. XVIII). È tempo che i proprietari di questi palazzi siano obbligati a intervenire per ripristinare l’antico decoro urbano. Ne va di mezzo la reputazione e la dignità di una città e della sua comunità. Non vi è Città UNESCO se non viene predisposto un Piano di salvaguardia e di valorizzazione del proprio patrimonio storico-artistico. Purtroppo, c’è da dire che in tutto questo, vi è anche la noncuranza del patrimonio pubblico comunale, lasciato per anni in abbandono, vedi l’ex Biblioteca comunale o i locali dell’ex Ostello della Gioventù, che sono in un evidente stato di abbandono. In una tale situazione, di mancanza di decoro urbano, la città di Monte Sant’Angelo non può dirsi Città UNESCO, se non rispetta e conserva la propria memoria storica, artistica e ambientale. Allora è tempo di intervenire e risolvere tali situazioni, in maniera tale da creare veramente una Città della Bellezza e del Decoro Urbano, quale segno di un nuovo Rinascimento».

 

Share this article

About author

Redazione
September 18, 2020

PD. “Emodialisi domiciliare: Monte Sant’Angelo fa scuola”,…

in Politica by Redazione
A poche ore dall’uscita del comunicato stampa di Forza Italia sez. di Monte Sant’Angelo, Forza Italia “Emiliano e Piemontese…
September 18, 2020

"Operazione Malavigna", [VIDEO] sequestrati più di 50…

in Notizie Capitanata by Redazione
La DIA di Bologna, in collaborazione con i colleghi di Firenze e di Brescia, ha sequestrato beni mobili ed immobili, per un…
September 18, 2020

Bonus Cultura disponibile alla Green Cave a Monte…

in Attualità by Redazione
Con due APP, La Carta del Docente e la 18APP, la Green Cave di Legambiente FestAmbienteSud, a Monte Sant’Angelo, sarà disponibile…
September 18, 2020

SS 688 Mattinata. Chiusa per lavori antincendio galleria…

in Notizie Gargano by Redazione
Con un comunicato stampa L’ANAS informa che la galleria San Benedetto, sarà interessata da alcuni lavori per la per la…
September 18, 2020

“Attaccacuore” inaugura il Muro della tenerezza, a San…

in Notizie Gargano by Redazione
E tre! Attaccacuore, dopo aver segnato il cammino della Gentilezza con l’inaugurazione del primo Muro presso la Parrocchia di San…
September 18, 2020

Gal Gargano. Selezione per contratto di lavoro autonomo…

in Notizie Gargano by Redazione
Con Determinazione del Direttore Tecnico n. 32 del 14 settembre 2020, pubblicata sul BUR Puglia n.130 del 17.09.2020, sono stati…
September 18, 2020

Gal Gargano. Nuova opportunità per le PMI del Gargano

in Notizie Gargano by Redazione
Oltre al nuovo avviso pubblico int. 3.3 "Sostegno alla commercializzazione", sono stati riaperti i termini per il rilascio delle…
Sep 18, 2020

Emergenza Acqua. Stagione 2020 negativa. Invasi dimezzati

in Notizie Capitanata by Redazione
Si conclude la stagione irrigua 2020 con un bilancio non confortante: perdite ingenti…
Sep 18, 2020

Voto in sicurezza: il protocollo sanitario anti Covid per i seggi elettorali e…

in Attualità by Redazione
Le misure di prevenzione contro i contagi sono il frutto di un accordo tra aziende. Le…
Sep 18, 2020

Agricoltura sociale, nuova proroga al 9 ottobre per il bando 2.3 del Gal Daunia…

in Attualità by Redazione
Il Consiglio di Amministrazione del GAL Daunia Rurale 2020, in data 11/09/2020, ha…
Sep 18, 2020

Forza Italia “Emiliano e Piemontese hanno chiuso il servizio dialisi di Monte…

in Politica by Redazione
«Sono giorni, ormai, che la disperazione per la perdita del potere non fa dormire…
Sep 18, 2020

Roghi in Capitanata. Polso duro della Prefettura di Foggia. No all’inquinamento…

in Notizie Capitanata by Redazione
Nella mattinata di ieri il Prefetto di Foggia, Dott. Raffaele Grassi, ha riunito i…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.