Dall’antropocentrismo all’ecocentrismo. È tempo di cambiare rotta

a cura del prof. Giuseppe Piemontese - Società di Storia Patria per la Puglia.

Il Virus nasce dalla Natura offesa dall’Uomo.

Ci credevamo superiori e al sicuro da ogni epidemia o malattia che potesse colpire l’intera umanità, diffondendosi in ogni nazione e in ogni angolo del mondo, mentre oggi ci accorgiamo che siamo fragili e insicuri, sia sul piano sanitario che sul piano economico, con una paura che ci sta creando seri problemi di convivenza e quindi di fiducia nel domani. Quella fiducia che pochi anni indietro era nella nostra mente e quindi nel nostro cuore, fiduciosi che la scienza e la tecnologia potesse vincere ogni cosa, specialmente in campo sanitario e quindi della salute pubblica. Non è così.

Come non è così per tutto quello che ci sta succedendo sul piano sociale, economico e politico, in cui il progresso, fino ad adesso portato vanti con fiducia e speranza, ci sta mostrando i suoi lati negativi, che ritroviamo specialmente per quanto riguarda il fenomeno della globalizzazione, ma anche nei rapporti fra la politica e le comunità, ormai estranee ad essa e quindi priva di qualsiasi legame con il potere. E tutto questo in un mondo in continuo disordine sul piano sociale, politico, economico, ma soprattutto nei rapporti fra le nazioni e i popoli, per non parlare poi fra le stesse religioni, che dovrebbero basare il loro credo più che sulla intolleranza, quanto sulla reciproca solidarietà,  sulla osservanza  di alcuni principi morali ed etici. Principi che purtroppo oggi sono improntati sulle differenziazioni e sugli odi di parte, tanto da produrre forme estreme di violenze e di fanatismi. Gli stessi che oggi si manifestano in alcuni popoli, sia in Occidente che in Oriente.

Ed ecco allora l’obbligo di ripensare non solo il presente, quanto il passato, mettendo in discussione, come faccio nel mio libro  Le sfide dell’uomo contemporaneo (BastogiLibri, Roma 2020), alcuni principi politici ed economici  del passato, fra cui le divisioni degli Stati attraverso l’erezione di muri e confini, il ritorno delle barriere, il venir meno del senso di territorialità e di appartenenza, il problema legato al cambiamento climatico, la fine del mondo liquido, l’antropocentrismo esasperato che ha fatto dell’uomo orfico un uomo prometeico, tanto da descrivere l’uomo come un animale egoista e superficiale, e ancora le disuguaglianze sociali, il naufragio delle civiltà, il divario fra Nord e Sud del mondo, derivante dal fallimento del neoliberismo e quindi della stessa modernità.

Il tutto visto nell’ambito di una crisi della nostra stessa civiltà occidentale, che vede il ritorno di forme di autoritarismo e quindi la crisi dell’idea di democrazia e di libertà. Un mondo, che si avvia, sempre più, verso forme di autoritarismo, come stava succedendo in America al tempo di Trump, in Europa, in Polonia e Ungheria, in Gran Bretagna con la Brexit, e in tante altre parti del mondo, dove i partiti tradizionali non esistono ormai più, sostituiti da nuovi movimenti, che inneggiano al populismo  e alla democrazia rappresentativa di pochi, a danno dei più.

E dove la libertà e la democrazia sono fondate più sull’individualismo sfrenato e sul potere economico, che sulla solidarietà fra i popoli e le comunità. In questo senso molti si chiedono: Quale mondo avremo dopo la pandemia da Covid-19?

Una pandemia, che ha creato seri problemi non solo sul piano sanitario, il cui settore in questi ultimi anni ha subito una massiccia decurtazione finanziaria e qualitativa, quanto una profonda crisi sociale ed economica.

Un mondo, quindi, da ricostruire e da rifondare su altri principi e altri diritti, che non siano solo quelli del profitto e dell’arricchimento personale.

Un mondo più solidale, più umano, con salde basi verso il sociale, in cui la politica sia messa al servizio dell’uomo e non viceversa.

Un mondo che non sia solo l’espressione dell’antropocentrismo, ma che sia l’espressione  dell’ecocentrismo e quindi di un mondo in cui vi sia più rispetto per la Natura e più uguaglianza e solidarietà fra i popoli.

È ora, come afferma Edgar Morin, di cambiare strada. Da tutto ciò dipende la stessa sopravvivenza non solo della Terra, ma soprattutto dell’Uomo. La crisi pandemica, oggi, è solo un avvertimento, di ciò che un domani può succedere in maniera irreversibile.

In altre parole facciamo che il presente ci indichi la via maestra per costruire un mondo migliore, più giusto e più rispettosi degli ecosistemi naturali e ambientali. 

Share this article

About author

Redazione
April 12, 2021

A Torremaggiore un centro vaccinale. Oggi il via.…

in Attualità by Anna Lamedica
Anche a Torremaggiore è stato attivato un punto vaccinale di massa. L’esigenza era palese, per far sì che si possa a tamburo…
L'ufficio postale di Torremaggiore
April 12, 2021

Torremaggiore: Ufficio Postale, sventati tentate truffe ad…

in Notizie Capitanata by Anna Lamedica
Il lavoro di un ufficio postale non si limita ad inserire dati, ma anche a verificare, quando vengono fatte richieste e nello…
April 12, 2021

La politica non permette la crescita delle città.…

in Attualità by Redazione
a cura di Matteo Notarangelo, sociologo counselor professionale. La crisi delle città è determinata dalla classe politica,…
Pier Luigi Lopalco
April 12, 2021

Vaccini: Fi Puglia presenta mozione di sfiducia per Lopalco

in Politica by Redazione
Nota dei consiglieri regionali di Forza Italia Giandiego Gatta, Stefano Lacatena e Paride Mazzotta. “La gestione della pandemia e…
April 12, 2021

Antonio Aiazzi (già Litfiba) in diretta Instagram…

in Attualità by Redazione
Lunedi 12 aprile 2021, alle ore 18, sulla pagina Instagram antonello_baratta diretta con Antonio Aiazzi, artista nazionale della…
April 12, 2021

"In Contemporanea", l'evento d'arte di Rossocinabro

in Attualità by Redazione
In mostra: Alessandro Angeletti, Heike Baltruweit, Oleg Bregman, Roderick Camilleri, Aleksandra Ciążyńska, Onno Dröge, Andreas…
opera di René Magritte
April 12, 2021

L’ossessione identitaria. Le lotte per il riconoscimento

in Giuseppe Piemontese by Redazione
a cura del prof. Giuseppe Piemontese - Società di Storia Patria per la Puglia. Il Ventesimo secolo è stato caratterizzato da…
Apr 12, 2021

L’incubo di Antonella Lattanzi “Questo giorno che incombe”

in Attualità by Redazione
Da Kafka a King, da Polanski a Dostoevskij: una storia che mette paura. Martedì 13…
Apr 12, 2021

Stefano Fumarulo, a un anno dalla sua scomparsa la Regione Puglia istituisce la…

in Attualità by Redazione
In una data simbolica, il 12 aprile, la Giunta regionale pugliese approva lo schema di…
Apr 12, 2021

San Severo. Riprende il progetto “NO MAN’S LAND - PERIFERIE AL CENTRO”.

in Notizie Capitanata by Redazione
Riprenderà nei prossimi giorni il progetto “NO MAN’S LAND - PERIFERIE AL CENTRO”, nato…
Apr 12, 2021

Foggia. Potenziamento accesso alla vaccinazione Astrazeneca. Martedì 13 aprile…

in Cronaca Gargano e Capitanata by Redazione
Per disposizione regionale, con riferimento alla campagna di immunizzazione anti-Covid…
Apr 12, 2021

Portava con se 40 gr. di cocaina. Arrestato a Lucera 27enne di San Giovanni…

in Notizie Capitanata by Redazione
Proseguono i controlli ed i servizi predisposti della Compagnia Carabinieri di Lucera…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.