Super User

Super User

LA VIA MICAELICA PROGETTO DI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEGLI ITINERARI MICAELICI, consultabile sul motore di ricerca AMAZON.it

Un importante capitolo del pellegrinaggio cristiano e quindi della religiosità popolare è la conoscenza e la valorizzazione della rete dei camminamenti legati alla presenza di importanti santuari, come il Santuario di Mont Saint-Michel in Normandia, la Sacra di San Michele in Valle di Susa a Torino e il Santuario di San Michele in Monte Sant’Angelo. A riguardo da più parti vengono sollecitati a presentare Progetti di Valorizzazione e di Rigenerazione Urbana Sostenibile,  un fenomeno che coinvolge non solo le amministrazioni locali, quanto l’intero territorio su cui vertono i camminamenti. E a tale proposito con il volume La Via Micaelica  (Amazon, 2019, pp. 284)  andiamo a presentare il Progetto di Tutela e Valorizzazione degli itinerari micaelici riguardante i camminamenti lungo la direttiva Roma, Benevento e il Gargano, con una attenta attenzione specialmente per quanto riguarda la Capitanata. Del resto ultimamente nei vari Piani strategici  della Regione Puglia, ha assunto una grande importanza la Via Micaelica, che da un punto di vista storico, coinvolge diverse regioni, come il  Lazio, la Campania, il Molise,  la  Basilicata e infine la Puglia.  In questo modo, attraverso la Via Micaelica o più specificatamente la Via Francigena del Sud, di cui si chiede la certificazione europea,  si viene a creare un grande itinerario di storia, cultura e religiosità popolare, che congiungere l’Europa  alla Terrasanta.  Con la pubblicazione del libro  La Via Micaelica  si vuole far  conoscere e valorizzare da una parte i cammini e gli itinerari micaelici,  mettendo in risalto le peculiarità dei percorsi e le loro criticità, e dall’altra la progettualità degli interventi, di ordine infrastrutturale riguardante l’ospitalità e la funzionalità logistica dei percorsi, specie per quanto riguarda la loro sistemazione,  la ricettività e la valorizzazione del sistema di ospitalità. Il tutto all’insegna, di un Piano di Rigenerazione Urbana Sostenibile, non solo dei percorsi, ma anche delle attività socio-economiche, legate al territorio e allo sviluppo in generale delle comunità.

INDICE

  INTRODUZIONE

LA VIA FRANCIGENA: DA SKELLING  MICHAEL A ROMA

         La rete viaria

         La Via Francigena: le fonti

         Il percorso

LA VIA MICAELICA: DA ROMA AL GARGANO

Le fonti storiche

Le fonti letterarie

Il percorso

LA STRADA DI GERUSALEMME: DAL GARGANO ALLA TERRASANTA

I luoghi della fede

Le prime guide

Le vie dei pellegrini verso la Terra Santa 

Le Crociate

Il percorso  

 

LA LINEA DI SAN MICHELE E GLI INSEDIAMENTI MICAELICI IN ITALIA E IN EUROPA

La Linea di San Michele

Insediamenti micaelici in Italia

Insediamenti micaelici  in Europa

LA RETE DEGLI ITINERARI E DEI CAMMINAMENTI DIRETTI AL SANTUARIO DI SAN MICHELE SUL GARGANO

INSEDIAMENTI  MICAELICI  LUNGO  LA VIA FRANCIGENA DEL SUD

IL SIGNIFICATO DEL GEMELLAGGIO
FRA MONTE SANT’ANGELO E MONT SAINT-MICHEL

SANTIAGO E LA PUGLIA
L’EUROPA DELLA FEDE E DELLA CULTURA

PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEI CAMMINAMENTI
QUADRO INTERPRETATIVO

I PERCORSI:

  1. San Severo – Rignano Garganico - San Marco in Lamis – San Giovanni Rotondo – Valle di Carbonara – Monte Sant’Angelo.
  2. Lesina – Apricena - Sannicandro Garganico – Cagnano Varano – Monte Sant’Angelo.
  3. Vieste – Monte Sant’Angelo.
  4. Rodi Garganico – Peschici – Vico del Gargano – Foresta Umbra – Monte Sant’Angelo.
  5. Mattinata – Monte Sant’Angelo.
  6. Troia – Lucera – Foggia – Manfredonia – Monte Sant’Angelo.
  7. Monte Sant’Angelo – Pulsano – Madonna degli Angeli.

IINTERVENTI DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA RETE DEI CAMMINAMENTI NELL’AMBITO DELLA RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE.

  • Il territorio come sistema.
  • Strategie di relazione fra territorio e marketing
  • Predisposizione di strumenti di valorizzazione del territorio
  • Il sistema dell’ospitalità e dell’accoglienza
  • L’offerta culturale e ambientale del territorio
  • Le criticità
  • La segnaletica
  • Le delimitazioni dei tratturi
  • Le attrezzature per le soste e il ristoro
  • La ricettività
  • La sistemazione dei percorsi

PATRIMONIO RURALE E RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE: DAI PAGLIAI ALLE MASSERIE ALL’AGRITURISMO

  • La valorizzazione del tessuto socio-economico e ambientale
  • Il patrimonio rurale
  • L’agriturismo

BIBLIOGRAFIA GENERALE

 

 

Si terrà venerdì 21 e sabato 22 giugno, presso l'Oasi del Lago Salso a Manfredonia il convegno finale del  progetto LIFE+09 NAT/IT/000150 "INTERVENTI DI CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT DELLE ZONE UMIDE COSTIERE NEL SIC ZONE UMIDE DELLA CAPITANATA",  giunto alle battute finali, dopo circa 8 anni di azioni di conservazione  e monitoraggio.

Per la realizzazione  del  progetto, tra gli altri Enti competenti sul territorio,  è stato coinvolto il Consorzio per la bonifica della Capitanata  in qualità di beneficiario associato al partenariato che ha realizzato 4 delle  7 “azioni concrete di conservazione” previste dal progetto: le azioni  C2, C5, C6 e C7. Per quanto riguarda  l’azione C2  - sottolinea il Direttore  Generale Francesco Santoro - che prevedeva specificamente il ripristino di 40 ettari di habitat 1510* lagune costiere, aree ex “Valle da Pesca” interessate da opere non autorizzate ed occupazioni  abusive che ostacolavano l'avvio dell'azione, il ruolo  del Consorzio è stato assolutamente incisivo e determinante. Difatti,  continua  il dott. Santoro,   dopo  circa un anno dall’emanazione di  ordinanze di rilascio ex art. 823, 2° comma del Codice Civile – primo esempio in Italia di provvedimento di tal specie adottato da un consorzio di bonifica –  a fine 2017,   sono state eseguite  le demolizioni dei manufatti abusivi.  È stato  un importante segnale di ripristino della legalità in un’area che per decenni era stata sottratta alla fruizione pubblica e che è stata interessata da diffuse forme di illegalità, nonostante fosse sottoposta a numerosi vincoli ambientali e paesaggistici, oltre che inserita nel perimetro del Parco Nazionale del Gargano.

Esprime la propria soddisfazione  il Presidente del Consorzio Giuseppe De Filippo – che sarà presente al Convegno per l’avvio dei lavori -   per l’importante risultato raggiunto e la riqualificazione della zona collocata tra la foce del torrente Candelaro, la riserva dello Stato di Frattarolo e l'Oasi Lago Salso, sito con  enormi potenzialità di valorizzazione ambientale”.

Nella seduta di Consiglio comunale del 17 giugno 2019 è stato approvato l’aggiornamento al Regolamento di Polizia Urbana in virtù della mutata normativa.

Tra le novità più importanti emerge l’introduzione delle disposizioni relative all’ORDINE di ALLONTANAMENTO nei confronti di coloro che siano di pregiudizio al decoro urbano nelle zone della Città interessate dal maggior flusso turistico ( Zone limitrofe il Parcheggio comunale e zone limitrofe il Santuario di San Michele); a ciò segue il divieto di accesso, in caso di reiterazione della condotta.

Tali disposizioni intendono dare una risposta concreta alle diverse segnalazioni provenienti dai cittadini e dagli operatori commerciali.

L’auspicio è che tutte le situazioni di grave pregiudizio al decoro urbano, specie nelle zone interessate da maggior flusso turistico, possano essere ripristinate.

Si ringraziano il Sindaco, l’Assessore al ramo Giuseppe Totaro, i Consiglieri comunali e gli operatori del Comando di Polizia Locale per aver contribuito alla stesura delle modifiche.

Il Presidente del Consiglio di Monte Sant’Angelo 

Dott. Giovanni Vergura  

Sabato 22, alle ore 16:00, presso la sala convegni del Presidio “Gli Angeli di Padre Pio” della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus, la Direzione Generale dell’Ente, detta Esecutiva, incontrerà tutti gli assistiti e i loro familiari o caregiver Partecipazione attiva e condivisione. Saranno queste le parole d’ordine alla base del nuovo organismo che parteciperà alle scelte organizzative ed erogative nelle strutture di riabilitazione. La fondazione Centri Padre Pio Onlus segna un altro passo, decisivo, nel percorso di assistenza ad una delicata fascia di utenti. Garantire la qualità dei servizi in ogni fase è una priorità delle strutture di eccellenza dei Frati minori cappuccini. Per questo, sabato 22 giugno, alle ore 16, presso la sala convegni del Presidio “Gli Angeli di Padre Pio” di San Giovanni Rotondo, la Direzione Generale dell’Ente, detta Esecutiva, incontrerà tutti gli assistiti e i loro familiari o caregiver per iniziare un percorso condiviso. “Verranno organizzati momenti di formazione/informazione per utenti e caregiver - spiega Giacomo Forte, direttore area Strategica e comunicazione - Recepiremo, inoltre, suggerimenti per il tempo libero, per l’inclusione sportiva, ma anche lavorativa realizzando corsi di formazione da frequentare durante il periodo di degenza, magari rilasciando anche dei titoli spendibili successivamente (assistenti famigliari, web designer, orafi, disability manager, sarte ecc)”. La normativa italiana, infatti, ha previsto la partecipazione attiva delle Organizzazioni dei cittadini ed associazioni di volontariato (DPR 502/517 1992; DPCM19 maggio 1995, GU del 31.05.1995, n. 125, DL 229/1999) nelle fasi di programmazione e di valutazione dei servizi. Anche secondo la regolamentazione regionale pugliese, il miglioramento della qualità prevede programmi dedicati a raccogliere dati, suggerimenti e idee innovative da realtà esterne e rappresentative del collettivo dell’utenza, quali organismi di rappresentanza e di volontariato. Da queste indicazioni di miglioramento della qualità del servizio e della sicurezza delle cure per utenti, familiari, caregiver, visitatori e operatori, la Fondazione è partita per organizzare un incontro finalizzato a condividere con i principali stakeholder percorsi di miglioramento continuo del servizio erogato, attraverso suggerimenti, proposte e presenza attiva degli stessi durante tutti i processi di cura e riabilitazione. Insieme, si ricercheranno possibili soluzioni e forme di ulteriore loro partecipazione alla mission della Fondazione: associazioni, comitato consultivo misto o altri organismi costituiti allo scopo. Un’esperienza che parte dal Presidio d’eccellenza “Gli Angeli di Padre Pio” per estendersi in tempi brevi a tutte le strutture della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus. L’incontro, per la sua importanza, per la sua delicatezza, a sempre maggior garanzia della particolare e delicata utenza che si rivolge si servizi della Fondazione, vedrà la partecipazione straordinaria del Garante dei Diritti dei Disabili della Regione Puglia, Dott. Giuseppe Tulipani.

 

Noi ricostruiamo la città, mentre la Lega demolisce la legge sugli appalti. 

Ormai è sotto gli occhi di tutti che l’amministrazione comunale e i vertici delle Istituzioni regionali e sovracomunali stanno mettendo in campo impegno e un mare di risorse economiche per rendere Monte Sant’Angelo una città davvero degna di due riconoscimenti UNESCO. 

Chiediamo pazienza ai cittadini per i disagi che comportano i lavori per le diverse opere pubbliche: l’intero manto stradale e i parapetti lungo tutta la panoramica sud, il manto stradale in diverse altre arterie della città, il rifacimento della zona circostante la Basilica, ivi compresa l’intera Piazza Carlo d’Angiò, la realizzazione della nuova Caserma dei Carabinieri Forestali, la messa in sicurezza delle scuole, la riqualificazione degli impianti sportivi e tanto altro ancora. 
Tutto ciò grazie alla sinergia con il nostro compaesano, l’Assessore regionale Raffaele Piemontese, con il Parco Nazionale del Gargano e con la Provincia di Foggia. 

Il disagio sarà ricompensato da una viabilità più sicura e dall’ammodernamento e sistemazione di tutto ciò che da decenni urla vendetta verso quelle forze politiche che negli anni hanno governato male la nostra città. 

Saremo impegnati anche a fare le infrastrutture che la scorsa amministrazione ha dimenticato di fare, dopo aver realizzato una palestra polivalente in zona Galluccio senza una strada per raggiungerla; se non interveniamo dovremo portare i nostri ragazzi con l’elicottero a fare sport e non possiamo permettercelo; per "metterci una pezza" l'amministrazione ha dovuto stanziare 411.000 euro, che sarebbero potuti servire per altre opere ugualmente necessarie. 

Pensando a tutte le opere programmate e realizzate dall’Amministrazione comunale, ci vengono in mente le picconate che la Lega di Salvini sta assestando alla legge sugli Appalti pubblici: il ritorno agli appalti integrati, l’estensione del sistema del massimo ribasso e l’ampliamento della possibilità di subappaltare sono misure che lasciano il fianco scoperto al malaffare e alla corruzione, incidendo negativamente sulla qualità delle opere pubbliche.

Non osiamo immaginare cosa sarebbe accaduto se ci fossero stati dei malfattori a governare la nostra città, con quelle misure volute dal Governo giallo-verde e con tutta la mole di denaro pubblico che oggi l’Amministrazione ha messo in campo.

 

25 giugno il riconoscimento del Santuario dell’Arcangelo Michele con “Monte Sant’Angelo longobarda”: sabato 22 giugno notte bianca del patrimonio culturale, lunedì 24 e martedì 25 laboratori per ragazzi.

Il 7 luglio, tra gli altri eventi, “Una notte in Foresta” per “Buon compleanno Faggete UNESCO”.

Monte Sant’Angelo si appresta a celebrare i suoi due riconoscimenti UNESCO: il 25 giugno le tracce longobarde del Santuario dell’Arcangelo Michele e il 7 luglio le faggete vetuste della Foresta Umbra.

In occasione delle celebrazioni degli 8 anni dal primo riconoscimento UNESCO delle tracce longobarde del Santuario di San Michele Arcangelo nel Sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” sabato 22 giugno, dalle ore 19, Monte Sant’Angelo apre i suoi tesori. I musei/monumenti della Città resteranno aperti fino alle ore 23 con visite guidate gratuite su prenotazione (ore 19-20-21-22, per massimo 40 persone). Info e prenotazioni: t. 0884 562062 - @: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lunedì 24 e martedì 25 in programma i laboratori gratuiti per ragazzi.

Domenica 7 luglio, tra le altre cose, in programma “Una notte in Foresta”, la passeggiata guidata in notturna tra le faggete UNESCO. Info e prenotazioni: 0884 562062.

Il 25 giugno 2019 il sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” festeggia 8 anni di iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO (WHL).

Il Sito comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano e include, assieme a Monte Sant’Angelo, Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto e Benevento.

Per il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo - “Il 25 giugno del 2011 e il 7 luglio del 2017 si sono scritte delle nuove pagine di storia per la nostra Città, per il Gargano, per la Puglia. L’iscrizione nella celebre Lista UNESCO è il più grande e importante riconoscimento a cui un Bene culturale o naturale possa ambire. Un’eredità preziosa di cui avere cura. Il nostro scopo rimane quello di costruire un progetto in grado di soddisfare gli obiettivi strategici fondamentali che proprio l’UNESCO indica, cioè rendere i beni volano ‘per lo sviluppo socio-economico e per la qualità della vita delle comunità di riferimento, attraverso strategie di comunicazione, educazione, ricerca, formazione e sensibilizzazione, ricercando il coinvolgimento attivo degli enti locali, a tutti i livelli’. Da qui nasce la programmazione annuale degli eventi, il gemellaggio con Mont Saint-Michel e il progetto internazionale ‘il cammino di Michael’, il Festival Michael, tutta la strategia basata su destagionalizzazione e internazionalizzazione grazie all’importante supporto della Regione, dell’Ente Parco e in sinergia con il Santuario, l’Università, le associazioni. Continuiamo quindi, a valorizzare e promuovere questo immenso patrimonio culturale affinché questa immensa bellezza possa essere volano per l’economia dei nostri territori”.

"Monte Sant'Angelo è un borgo unico, ricco di storia, di fascino e si appresta a festeggiare la ricorrenza di due importanti riconoscimenti Unesco che rappresentano un vanto per l’intero territorio pugliese” – dichiara Loredana Capone, Assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia. “Lo farà con una lunga notte dedicata al patrimonio culturale in cui musei e monumenti saranno aperti e gratuiti. Ma c’è di più perché i veri protagonisti di questa grande festa popolare saranno proprio i più piccoli cui sono dedicati due interi giorni di laboratori. Due giorni per incuriosirsi, per imparare, giocando, la storia dei luoghi che vivono. Perché possano sentirsi responsabili di un bene che è soprattutto loro, conoscerlo, e poi amarlo, prendersene cura, valorizzarlo. D’altra parte le destinazioni turistiche non si promuovono da sole, il primo strumento di marketing sono proprio i cittadini. Dalla loro consapevolezza passa l’incisività di qualunque politica. Insomma gli ingredienti ci sono tutti: per far conoscere questo meraviglioso borgo dell'entroterra pugliese, e per intercettare le scelte dei viaggiatori che sempre più desiderano fare una esperienza di viaggio slow in luoghi meno battuti dal turismo di massa. In bocca al lupo, allora, a tutti coloro che prenderanno parte a questa bellissima iniziativa, la Regione Puglia c’è”.

“Il Gargano è la terra delle eccellenze” - dichiara Claudio Costanzucci Paolino, Vicepresidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, che aggiunge - “Il patrimonio culturale di Monte Sant’Angelo e il Santuario dell’Arcangelo Michele così come il patrimonio naturalistico della Foresta Umbra sono due Siti riconosciuti Patrimonio dell’Umanità; e per il Parco il 2019 è anche l’anno dei festeggiamenti del trentennale di un’altra eccellenza della Puglia e dell’Italia intera: l’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti. A noi il compito di custodire, valorizzare e promuovere questa immensa bellezza“.

Per Laura Castelletti, Presidente dell’Associazione Italia Langobardorum e Vicesindaco-Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Brescia - “Gli appuntamenti di Monte Sant’Angelo longobarda sono un’altra bella e importante occasione per rinnovare e promuovere le azioni di tutela, conservazione e valorizzazione di questo originale e straordinario patrimonio culturale, un obiettivo impegnativo ma ricco di soddisfazioni che l’Associazione Italia Langobardorum, ente gestore del sito UNESCO, persegue grazie al lavoro sinergico tra i comuni e tutti i soci appartenenti alla "rete longobarda". È per me un onore ricoprirne in questo momento la Presidenza e ringrazio i colleghi di Monte Sant’Angelo per la loro iniziativa, che saprà senz’altro raccogliere consenso e partecipazione”.

Nella “notte bianca del patrimonio culturale” di sabato 22 giugno saranno coinvolti il Castello Normanno-Svevo-Aragonese, i Musei TECUM (Tesori del Culto Micaelico) del Santuario di San Michele Arcangelo, il Battistero di San Giovanni in Tumba (detto “Tomba di Rotari”) e il MeTA (Museo Etnografico Tancredi).

Due i giorni dedicati ai laboratori didattici.

Lunedì 24, alle ore 17, presso il MeTA - Museo Etnografico Tancredi, il laboratorio di archeologia tenuto dalla Proloco mentre in Biblioteca (alle ore 18.30) il laboratorio di scrittura poetica tenuto dall’Associazione Monte Sant’Angelo Francigena.

Martedì 25, invece, alle ore 10.30, “Mettiti in gioco con i Longobardi”, un gioco educativo per bambini dai 6 anni; alle ore 16, nel Castello, il laboratorio dell’Associazione C’era una volta, “Crea con l’argilla”, alle ore 17.30, in Biblioteca, il laboratorio di Legambiente “Il pennacchio del pellegrino” e alle ore 19 il laboratorio della Proloco dedicato a “Paolo Diacono… per un giorno”.

“Monte Sant’Angelo Longobarda” è promossa dall’Assessorato alla cultura, turismo, istruzione della Città di Monte Sant’Angelo, dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, dall’Ente Parco Nazionale del Gargano, dall’Associazione Italia Langobardorum in collaborazione con Proloco, Legambiente, C’era una volta, Monte Sant’Angelo Francigena, Ecogargano, Padri Micheliti del Santuario di San Michele Arcangelo.

Info e prenotazioni: t. 0884 562062 | @: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

#MonteSantAngeloLongobarda | #LaCittàdeidueSitiUNESCO | www.montesantangelo.it

“ITALIA LANGOBARDORUM”

LA RETE DEI SITI LONGOBARDI ITALIANI ISCRITTA NELLA LISTA DEL PATRIMONIO MONDIALE DELL’UNESCO

Dal 25 giugno 2011, per decisione della 35a sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale riunita a Parigi, il Sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” è nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Il Sito comprende le più importanti testimonianze monumentali Longobarde esistenti sul territorio italiano, che si situano dal nord al sud della penisola, laddove si estendevano i domini dei più importanti Ducati Longobardi che formarono quella che possiamo definire la prima “nazione” italiana.

In particolare:

  • il Tempietto Longobardo a Cividale del Friuli (UD), uno degli edifici più originali ed anche tra i più noti della tarda età longobarda, con i resti del Complesso Episcopale rinnovato da Callisto ed il Museo Archeologico Nazionale, dove sono esposti i preziosi corredi delle necropoli longobarde cividalesi;
  • il complesso monastico di San Salvatore - Santa Giulia a Brescia, oggi sede del ‘Museo della città’, uno straordinario palinsesto architettonico che ingloba il monastero femminile edificato dal duca Desiderio prima di diventare re, iscritto con l’adiacente complesso archeologico monumentale dove si conservano i maggiori edifici pubblici di età romana del nord Italia;
  • il castrum di Castelseprio-Torba (VA), che conserva significativi esempi di architettura militare, con la rinomata Chiesa di S. Maria foris portas, ubicata fuori dalle mura nell’area occupata dal borgo altomedievale, sulle cui pareti si conserva uno dei più alti testi pittorici di tutto l’Alto Medioevo;
  • il Tempietto del Clitunno a Campello (PG), il famoso, piccolo edificio che, per la sua forma classica e i numerosi spolia utilizzati per la sua realizzazione, fin dal Rinascimento è stato oggetto dell’attenzione dei più grandi architetti che ne hanno immortalato l’immagine nei secoli;
  • la Basilica di S. Salvatore a Spoleto (PG), un edificio eccezionale per il linguaggio romano classico con cui fu concepito, che ancora conserva all’esterno ed all’interno significativi frammenti di decorazione architettonica antichi ed elementi decorativi abilmente scolpiti dai lapicidi medievali;
  • la Chiesa di Santa Sofia a Benevento- una delle strutture longobarde più complesse e meglio conservate dell’epoca, che sulle pareti mostra ancora importanti brani dei cicli pittorici altomedievali, testimonianza più alta delle cd. “pittura beneventana” -, con l’attiguo chiostro che oggi ospita il ‘Museo del Sannio’;
  • il Santuario Garganico di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG), che dal VII secolo, con i Longobardi, divenne il più importante luogo del culto micaelico, influenzando profondamente la diffusione della devozione per San Michele in tutto l’Occidente e divenendo un modello per i centinaia di santuari costruiti nel resto d’Europa, compreso il più famoso Mont-Saint-Michel tra Bretagna e Normandia;

I beni compresi nel sito, frutto di una rigorosa ed accurata selezione, rappresentano, ognuno per la propria tipologia specifica, il modello più significativo o quello più conservato tra le numerose testimonianze diffuse sul territorio nazionale e, nel loro insieme, rispecchiano l’universalità della cultura Longobarda al suo apice. Essi rappresentano quindi la quintessenza del patrimonio artistico ed architettonico delle gentes Langobardorum che, come noto, si espressero in forme monumentali solo dopo il loro stanziamento in Italia, seguito ad un lungo periodo di migrazione che dalla Scandinavia li vide attraversare i paesi del nord-est europeo. Giunti in Italia i Longobardi assimilarono la tradizione Romana, la spiritualità del Cristianesimo, gli influssi Bizantini, e seppero integrarli con i valori Germanici di cui erano portatori, dando vita tra la fine del VII e l’VIII secolo ad una nuova ed originale cultura.

Come riconosciuto dalla storiografia più recente, i Longobardi si pongono quindi tra i principali protagonisti del complesso periodo di transizione tra l’Antichità ed il Medioevo; essi avviarono quel processo culturale, ereditato poi da Carlo Magno, che trasformò il mondo antico e contribuì alla formazione dell’Europa medievale, influenzando il successivo millennio della storia Occidentale.

Un riconoscimento, quindi, quello dell’UNESCO, che sancisce il portato degli studi contemporanei e mette fine ai concetti di “decadenza”, “fine della civiltà” e “barbarie” che venivano generalmente associati all’età che va dalla caduta dell’Impero Romano alla nascita di quello Carolingio, affermando invece - in una visione oggi particolarmente attuale - l’idea del continuum del processo storico, caratterizzato dalla compenetrazione di civiltà diverse.

L’iscrizione del sito “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” è inoltre un riconoscimento all’impegno delle numerosissime istituzioni pubbliche e private che, coinvolte a differenti livelli nella gestione degli stessi beni o dei territori di riferimento, dal 2006 hanno lavorato e lavorano insieme - sulla base dei principi di sussidiarietà e collaborazione sanciti dall’Europa - non solo per il buon esito della candidatura, ma anche per innalzare sempre di più il livello di valorizzazione delle testimonianze Longobarde e la diffusione della loro conoscenza.  

Tra i numerosi partner (5 Regioni, 6 Province, 8 Comuni, 2 Comunità Montane, 4 Diocesi, un Parco, il FAI, la Fondazione CAB e due importanti centri di Studi, il CISAM – Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo - e il Centro di Studi Micaelici e Garganici, che tanto hanno contribuito al progresso delle conoscenze sulla civiltà Longobarda) va ricordato lo stesso Ministero per i beni e le attività culturali, presente nella rete con ben 5 Direzioni regionali e 17 Soprintendenze territoriali.

Il Ministero, che ha coordinato i lavori per la candidatura, continua a sostenere ed accompagnare la rete anche attraverso la partecipazione all’Associazione Italia Langobardorum, la struttura di gestione promossa dai Comuni che garantisce il coordinamento delle azioni e l’attuazione delle attività di rete.

www.longobardinitalia.it

 

Domenica 23 giugno p.v. alle ore 10,00 dalle acque antistanti il Marina del Gargano partirà la 3° Regata “Gargano in Rosa” organizzata dallo Yachting Club Marina del Gargano. Gli equipaggi si sfideranno lungo il versante Sud del Promontorio fino a Mattinata e ritorno.  Anche quest’anno i promotori intendono mantenere desta l’opinione pubblica sulle problematiche che ruotano intorno al genere femminile come testimoniato  dal patrocinio e dalla partecipazione diretta di  UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), Rotary International, ANDOS (Associazione nazionale Donne Operate al Seno) e Susan KOMEN Puglia. Queste due ultime associazioni svolgono la meritoria missione di essere vicine alle donne con problematiche oncologiche della mammella,  promuovendo iniziative di sostegno e di ricerca.  Il Gruppo Telesforo, da sempre sensibile a queste tematiche, affianca e sostiene l’iniziativa.

Caratteristica della regata è quella di avere equipaggi a maggioranza femminile. Oltre alla partecipazione di imbarcazioni ed equipaggi locali, graditi ospiti saranno due team femminili, “Welcome On Board International Sealing Team” e “Femmes Fatales Sailing Team”, dalla composizione di equipaggi  provenienti da diverse nazionalità europee , a riprova dell’enorme capacità di coesione dello sport in generale e della vela in particolare. Si gareggerà per vincere… ma la vera vittoria sarà suggellata da una giornata trascorsa all’insegna della sensibilizzazione, informazione e condivisione delle suddette problematiche femminili.

L’edizione 2019, poi, si arricchirà dalla istituzione del trofeo in memoria di “Gerardo Di Miscio”, grande chirurgo – anche senologo- nonché navigatore e  fra i primi diportisti di Manfredonia, messo in palio dal Gruppo Telesforo.

La premiazione dei vincitori e la consegna del Trofeo avverrà alle ore 18 presso la sede dello Yachting Club Marina del Gargano.

 

È con grande felicità e orgoglio che vi annuncio che anche Monte Sant’Angelo sarà a Time Square, New York, con WeAreinPuglia naturalmente

Per la prima volta, infatti, la Puglia sbarca nella “piazza più luminosa e famosa del mondo”, dove passano circa 450 mila persone al giorno.
Tre video spot racconteranno della Puglia più bella, autentica, quel pezzo di "Italia che non ti aspetti" e Monte Sant’Angelo sarà lì, su uno schermo di 47 x 27 metri, a mostrare tutta la sua bellezza.

Proprio nell'anno dell'avvio del nostro progetto di promozione internazionale, del gemellaggio con Mont Saint-Michel, a pochi giorni dall'Assemblea delle Vie Francigene in Francia e mentre ci apprestiamo a celebrare i nostri due riconoscimenti UNESCO insieme all'Ente Parco Nazionale del Gargano: il 25 giugno le tracce longobarde del Santuario e il 7 luglio le faggete della Foresta.

Michele Emiliano Loredana Capone Raffaele Piemontese Aldo Patruno Luca Scandale

Un riconoscimento a dodici eccellenze del territorio di cui sei arrivano dall’estero. Conduce il giornalista del Tg1 Alberto Matano.

Il Premio Argos Hippium diventa sempre più internazionale. Molti dei premiati della XXVI edizione arrivano dall’estero: Stati Uniti, Canada, Inghilterra, Germania e Svizzera. Ideato ventisei anni fa da Lino Campagna, il Premio è un riconoscimento al talento e all’impegno di chi in Italia e nel mondo si è fatto strada senza mai dimenticare le proprie radici. L’evento si svolgerà venerdì 28 giugno nel Parco Archeologico di Siponto, alle ore 20.00, impreziosito dall’installazione metallica di Edoardo Tresoldi, diventata ormai anche all’estero un simbolo della Puglia. I nomi dei premiati, degli ospiti e del conduttore dell’edizione 2019 sono stati svelati nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, tenutasi a Foggia, presso la terrazza del Garden e alla quale hanno partecipato, oltre a Lino Campagna, anche Alfredo De Biase, Direttore del Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia e del Parco Archeologico Santa Maria Maggiore di Siponto e Saverio Mazzone, Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia. Nell’occasione è stata presentata la nuova “Stele Dauna” che verrà conferita a dodici eccellenze del territorio (due sono premi speciali assegnati a giovani di altre province pugliesi). L’opera è stata rivisitata in chiave moderna dal Creative Designer Gianluca di Santo (già premiato Argos Hippium nell’edizione 2018) che ha curato anche il nuovo sito del premio www.argoshippium.it.

“Il Premio Argos Hippium è cresciuto molto negli ultimi anni - ha dichiarato l’ideatore ed organizzatore della manifestazione Lino Campagna – tanto da aver attirato l’attenzione di sponsor anche internazionali, che non si limitano a sostenere l’evento ma a viverlo in prima persona tra il pubblico. Con un pizzico di orgoglio posso sostenere di aver creato non solo un evento culturale ma una piccola occasione di sviluppo per l’economia del territorio”.

Il parterre dei premiati (tutti originari della Daunia), è come sempre variegato e racconta storie ed esperienze professionali che spaziano dalla ricerca all’innovazione, dall’arte allo spettacolo, dai viaggi al food. Arriva da Berlino Agostino Iacurci, pittore, muralista e scenografo. Poco più che trentenne, è già entrato a far parte dell’enciclopedia Treccani, per la sezione “Arti visive”; da Londra Aaron Rutigliano, proprietario e amministratore delegato del “Gola Restaurant”, vero e proprio must per calciatori ed artisti  internazionali; da Davos Angela Rita Armiento (presente alla conferenza stampa), ricercatrice AO Foundation, specializzata in validazione e ottimizzazione di tecniche molecolari innovative per la diagnosi della Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker; da Washington Dario Caldara, economista presso la Federal Reserve Board. Ha intrapreso percorsi di ricerca presso l’Università della Pennsylvania, l’IGIER Bocconi, la Banca Centrale Europea e la Banca d’Inghilterra; da Toronto Umberto Berardi, Professore associato alla Ryerson University, presidente del comitato scientifico della conferenza IAQVEC 2019 che porterà a Bari il prossimo mese di settembre oltre 500 ricercatori da 80 nazioni. Nel 2016 ha ricevuto il premio ISSNAF (Fondazione Scienziati Italiani in Nord America) come miglior ingegnere italiano in Nord America. Ingegnere è anche Massimiliano Fraldi, professore ordinario di Scienza delle Costruzioni presso l’Università di Napoli “Federico II”, attualmente impegnato in attività di ricerca sul comportamento meccanico e strutturale di biomateriali e di compositi per applicazioni in ambito civile e aerospaziale.

Premio Argos Hippium all’anatomopatologo Michele Bisceglia, di Manfredonia. Tra le tante esperienze vissute nella sua lunga carriera, quella di aver fatto parte della commissione medica nelle operazioni di esumazione e ricognizione delle spoglie di San Pio da Pietrelcina, oltre ad aver curato il diario di tutte le procedure effettuate sulla salma.  Dalla medicina alla Fisica: Vincenzo Luigi Spagnolo è Professore ordinario di Fisica applicata presso il Politecnico di Bari, insignito dalla SPIE (società internazionale per l’ottica e la fotonica) della fellowship per aver fornito preziosi contributi scientifici. Vive a Foggia ma lavora in Italia e all’estero Aldo Augelli, autore dei comici Pio& Amedeo (già insigniti della statuetta dell’Argos nel 2013 e sbarcati di recente prima a Sanremo poi alla corte di Maria De Filippi); stesso dicasi per Roberto Pucillo, fondatore ed Amministratore unico di Alidaunia, società di navigazione aerea che tra gli altri traguardi ha conseguito, unica compagnia nel mondo, il rating di EXCELLENT quale centro di manutenzione elicotteristica della Rete mondiale di Leonardo SPA.

Due i premi speciali per la categoria “giovani pugliesi”: alla barese Manuela Vitulli, tra le travel blogger più influenti in Italia, scrittrice freelance ed autrice del seguitissimo blog ‘Pensieri in viaggio’, ed a Mario Pace, originario di Gravina in Puglia ma in pianta stabile a Los Angeles, dove lavora nel cinema di animazione. Autore della locandina italiana di "Spiderman far from home", il nuovo film Marvel ambientato tra Venezia, Londra, Praga e Berlino, in uscita il prossimo 11 luglio, di cui Pace ha curato anche parte degli effetti speciali. È stato tra gli autori delle animazioni del film "Il Libro della Giungla", diretto da Jon Favreau e prodotto dalla Walt Disney Pictures, che nel 2017 ha vinto il premio Oscar per i Migliori Effetti Speciali.

La manifestazione sarà presentata dal giornalista e conduttore del Tg1 Alberto Matano e vedrà la partecipazione di grandi ospiti come Gessica Notaro e Piero Pelù. Miss Romagna e finalista di Miss Italia nel 2007, la Notaro è diventata suo malgrado un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, dopo essere stata sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato. A più di due anni da quel drammatico episodio, Gessica canterà e ballerà sul palco dell’Argos Hippium, accompagnata dal ballerino di ‘Amici’ Bryan Ramirez. Performance “tutta in famiglia” per l’ex-leader dei Litfiba Piero Pelù. Una delle icone del rock italiano si esibirà per la prima volta in pubblico con la direttrice d’orchestra Gianna Fratta (già premio Argos Hippium nel 2011). I due musicisti sono legati, oltre che dall’amore per la musica, anche da una relazione sentimentale che dura ormai da alcuni anni. La musica è la vera protagonista di questa edizione. Sul palco si alterneranno le voci più rinomate della musica italiana, grazie alle imbattibili imitazioni di Antonio Mezzancella, vincitore dell’edizione 2018 del talent vip di Rai 1 “Tale e Quale Show’. Nel corso della serata, il giovane pianista e compositore di Apricena Carmine Padula suonerà in anteprima la colonna sonora (da lui composta) di “Ognuno è perfetto”, fiction con Cristiana Capotondi ed Edoardo Leo, in programmazione su Rai 1 il prossimo autunno.

Il Premio sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook de “La Tua TV”.

 

La cattiva gestione delle risorse finanziarie pubbliche è il sistema fisso dell’Amministrazione CambiaMonte/PD: gestire i soldi pubblici è cosa troppo seria e va fatto con oculatezza e precisione perché sono di tutti i cittadini!

Che l’Amministrazione CambiaMonte/PD sia superficiale, inconcludente e incapace non solo di programmare ma anche di proseguire i lavori già avviati è cosa risaputa ed è sotto gli occhi di tutti; che facesse, però, della negligenza il suo cavallo di battaglia è veramente grave.

Come tutti ricorderanno, nel gennaio 2012 il Comune di Monte Sant’Angelo ricevette, nell’ambito dell’iniziativa “Io Gioco Legale” del Ministero dell’Interno, un finanziamento di ben € 509.000 per la realizzazione di una struttura sportiva polivalente coperta in località C1/1-Galluccio.

Dal 2012 al 2017, sia le Amministrazioni politiche che si sono succedute sia i Commissari hanno portato avanti con determinazione tutte le procedure perché quanto prima la palestra cominciasse a prendere forma. I lavori vennero affidati alla ditta vincitrice della gara in data 15 marzo 2016. Successivamente, la Ditta e il Tecnico che segue la pratica hanno chiesto una proroga dei lavori, proroga concessa con l’impegno che si sarebbero dovuti concludere entro il 12 dicembre 2016.

Da due anni, da quando è arrivata l’Amministrazione CambiaMonte/PD, i lavori hanno subìto un gravissimo rallentamento, anzi sono fermi, tanto che ad oggi della struttura c’è ancora solo una base in cemento e uno scheletro di legno per la futura copertura.

Eppure, consultando gli atti pubblicati all’Albo on line del Comune, si capisce bene che, per la palestra al Galluccio, il Comune pubblica con una certa regolarità Delibere o Determine di varianti, perizie, pagamento lavori ecc., ma il risultato finale è sempre lo stesso: oggi, come si può vedere dalle foto riportate in basso, quella struttura è divenuta ritrovo di animali.

La cattiva gestione delle risorse finanziarie pubbliche è il sistema fisso dell’Amministrazione CambiaMonte/PD: gestire i soldi pubblici è cosa troppo seria e va fatto con oculatezza e precisione perché sono di tutti i cittadini!

FORZA ITALIA pone dei quesiti:

  • Come mai la Ditta vincitrice all’improvviso ha abbandonato i lavori e non si è fatta più vedere?
  • Quali sono le ragioni per le quali i lavori si sono interrotti?
  • Come mai, seppur la ditta sia scomparsa, l’Amministrazione CambiaMonte/PD continua a produrre Delibere o Determine di varianti, di perizie, di pagamento lavori ecc.?
  • Qualcuno nell’Amministrazione CambiaMonte/PD si è preoccupato di chiamare la Ditta per obbligarla a proseguire i lavori?
  • L’Amministrazione sa che, se i lavori non saranno portati a termine, c’è il rischio che il Ministero dell’Interno revochi il finanziamento e che, quindi, a pagare siano direttamente i cittadini attraverso le casse comunali?

FORZA ITALIA chiede all’Amministrazione CambiaMonte/PD di far conoscere le motivazioni che sono alla base dell’interruzione dei lavori alla palestra del Galluccio e di definire una tabella di marcia che, quanto prima, porti alla sua inaugurazione.

 

Pagina 7 di 182
Maggio 25, 2020

UIL SCUOLA FOGGIA, SUL TERRITORIO TRA LE SCUOLE QUATTRO…

in Politica by Enzo
La UIL Scuola apre a Manfredonia, San Severo, Vieste e Peschici, quattro nuovi sportelli in provincia di Foggia per far sentire…
Maggio 19, 2020

BATTERIE PIROTECNICHE ABUSIVE A SAN SEVERO L’ On. Carla…

in Politica by Enzo
L’On. Carla Giuliano e la Consigliera Regionale Rosa Barone, quest’ultima Presidente della Commissione Antimafia della Regione…
Maggio 02, 2020

CGIL-CISL-UIL FOGGIA: “Misure urgenti per fronteggiare…

in Politica by Enzo
Carmeno, Costantino e Ricci, unitamente ai Segretari Daniele Iacovelli Flai Cgil, Paolo Frascella Fai Cisl ed Antonio Castriotta…
Aprile 30, 2020

Lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro, il Primo…

in Politica by Enzo
“Lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro”: è questo lo slogan che CGIL CISL e UIL nazionali hanno scelto quest’anno per la…
Aprile 28, 2020

Notifiche a mezzo PEC alla Pubblica Amministrazione;…

in Politica by Enzo
“L’Esecutivo ha accolto l’ordine del giorno a mia prima firma con cui chiediamo al Governo di adoperarsi per rendere effettiva la…
Aprile 24, 2020

Sicurezza, Dpi, prevenzione, tavoli di confronto, sanzioni;…

in Politica by Enzo
“Siamo ormai prossimi all’inizio della Fase2 e, con la consapevolezza che occorre ripartire gradualmente e in sicurezza e che la…
Aprile 18, 2020

I musei come giacimenti della bellezza. Di giuseppe…

in L'anima del luoghi by Super User
Ciò che manca oggi all’uomo, costretto in casa per non esporsi al contagio del Coronavirus, è il rapporto con la Bellezza, che…
Apr 07, 2020

CGIL CISL UIL FOGGIA: “Indispensabili controlli a tappeto nelle case di cura,…

in Politica by Enzo
“I dati sui contagi nella casa di riposo per anziani “Sacro Cuore” di Torremaggiore sono…
Apr 02, 2020

Giorgione (UIL FPL): “Non si possono amputare i reparti di chirurgia e…

in Politica by Enzo
“Sanata la possibile criticità che si stava per produrre a San Severo, non è possibile…
Apr 01, 2020

Giorgione (UIL-FPL): “Molto soddisfatti per mantenimento operatività…

in Politica by Enzo
“Dopo la doccia fredda dei giorni scorsi non possiamo che esprimere soddisfazione alla…
Apr 01, 2020

M5S - Barone Giuliano e Menga rispondono a Miglio ed Emiliano

in Politica by Enzo
Apprendiamo di un post nel quale il Sindaco di San Severo Francesco Miglio riferisce di…
Apr 01, 2020

CGIL-CISL-UIL FOGGIA: “Foggia e la Capitanata non si lasceranno piegare dalla…

in Politica by Enzo
“È raccapricciante pensare che mentre il mondo intero trema, piange ed è costretto a…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.