Enzo

Enzo

“Non siamo più disposti a subire questo gioco al massacro. Se la Regione vuol dare istituire AREU, ben venga. Ma una cosa deve essere chiara: le associazioni di volontariato hanno sempre avuto i conti a posto e garantiscono dal 2003 il servizio di “emergenza urgenza 118” in assoluta trasparenza e nel rispetto della dignità e delle competenze dei propri lavoratori”.

 

Si aprono così le puntualizzazioni del coordinamento delle associazioni di volontariato per il servizio di “Emergenza-Urgenza 118” di Capitanata in merito alle recenti polemiche. “Polemiche assolutamente strumentali”, afferma il coordinamento che prosegue con una precisa disamina dei fatti. “Dal 2003 per volere dell’Amministrazione Regionale, tutte le Associazioni di Volontariato che avevano un’ambulanza, sono state convocate per poter avviare il SISTEMA EMERGENZA URGENZA 118 in Puglia. L’avvio doveva essere veloce per non incorrere in sanzioni amministrative, visto che la Puglia era una delle ultime regioni a non aver attivato il sistema 118 e la parola d’ordine era “partire”.  Nel 2009 il SISTEMA ebbe delle innovazioni, la Regione attivò un tavolo tecnico convocando le Associazioni di Volontariato afferenti al 118 con le quali concordò il nuovo assetto contrattuale introducendo oltre ai volontari, quattro dipendenti a contratto, o 8 PAR-TIME per postazione. Dal 2009 ad oggi, la condizione contrattuale imposta dalla Regione non è cambiata e le Associazioni sono in regime di proroga”.

 

“Oggi le postazioni sono formate da 4 dipendenti a contratto a tempo indeterminato o determinato, che vengono pagati con regolare busta paga a riscossione del mandato della ASL”, prosegue il coordinamento che ribadisce con forza che “gli stipendi sono sempre stati pagati.   È facile verificare nella sezione DETERMINE del sito dell’ASL di Capitanata: l’ASL versa gli stanziamenti alle Associazioni ogni 2-3mesi. Le Associazioni di volontariato non hanno risparmi di cassa tali da poter anticipare spese e stipendi, sono allo stremo. Pertanto, è evidente che se ritardi ci sono, questi dipendono dalla lentezza dei tempi amministrativi e non dalla volontà delle associazioni di volontariato che versano gli stipendi non appena le somme necessarie sono disponibili”.

 

Altro chiarimento sulla questione “volontari”: “le postazioni sono formate anche da VOLONTARI, che svolgono SEMPRE volontariamente e senza nessuna costrizione le attività in ambulanza. Il volontario mette a disposizione il suo tempo libero al servizio della comunità e non ha nessun contratto o vincolo nei confronti dell’associazione. Da sempre al Volontario sono riconosciute solo le spese effettivamente sostenute, che vengono da questi DICHIARATE e presentate a rendicontazione, per un tetto massimo di spesa specifico per l’attività espletata e deliberato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione (ex Legge quadro sul volontariato 266 e Codice del Terzo Settore).  Chiunque possegga i requisiti richiesti dall’attuale normativa 118 regionale in vigore e sia Socio dell’Associazione, può fare servizio volontario sulle postazioni e non solo, non esiste l’esclusiva su chi deve o non deve stare in turno. I turni operativi vengono determinati in base alle disponibilità dei volontari e seguono le indicazioni organizzative del protocollo operativo del sistema 118”.

 

Ultima nota dolente, le conseguenze del “Decreto Dignità”: “Il Decreto Dignità dal 2018 ha determinato l’avvio della stabilizzazione dei contratti di lavoro. Le Associazioni hanno messo in atto tale normativa, procedendo alle stabilizzazioni. Inevitabilmente qualcuno è rimasto fuori, a causa dei limiti di budget dell’Associazione ma anche delle “rigidità” del decreto. Se avessimo avuto la possibilità, avremmo stabilizzato tutte le risorse umane disponibili ma, purtroppo, non è stato possibile”.

 

Per il coordinamento “si è creata una situazione al limite del paradossale, un clima da caccia alle streghe che, qualche giorno fa, ha determinato l’incendio – per motivi ancora da accertare – di un nostro mezzo a Carlantino. Non vogliamo passare per martiri ma neanche essere oggetto di accuse assurde: abbiamo sempre tutelato e garantito il nostro personale: dal punto di vista degli emolumenti ma anche della sicurezza sui luoghi di lavoro. I nostri conti sono in ordine e chiunque può verificarlo. Ci preme ristabilire la verità dei fatti e non diventare il comodo parafulmine di decisioni prese altrove

A partire da giovedì 2 maggio, presso la sede della Uil Foggia (via Fiume 38/c-40, Foggia), ogni lunedì, martedì e giovedì, dalle 9.30 alle 11.30, sarà attivo il nuovo sportello Uiltemp a sostegno dei lavoratori in somministrazione. Mission dello sportello, attivare per i lavoratori in somministrazione tutte le prestazioni e gli strumenti di sostegno al reddito garantiti dalla bilateralità di settore (sostegno al reddito, sostegno alle spese di trasferimento del lavoratore). Attraverso lo sportello, inoltre, i lavoratori in somministrazione potranno chiedere agli organismi della Bilateralità (Ebitemp, Formatemp), prestiti personali (fino ad un max di 5mila euro), il contributoper asilo per lavoratrici madri/per lavoratori padri; il  sostegno alla maternità(Integrazione contributo INPS per maternità obbligatoria; contributo di € 2.250 al lordo delle imposte previste dalla legge), il  sostegno “una tantum” per l’adozione e l’affidamento(contributo di € 2.250 al lordo delle imposte previste dalla legge), le misure per il sostegno all’istruzione(Buono Libri o materiale didattico per i figli, Buono libri per studenti lavoratori (corsi serali)Contributo retta universitaria studenti lavoratoriDomande frequenti), le azioni di tutela sanitaria(Rimborso ticketRimborso spese odontoiatricheRimborso ricoveri ed interventi chirurgici) e l’indennità per infortunio.

Per info, orientamento e consulenza: UILTEMP Foggia, via Fiume 38c/40, tel: 0881 776558

Operativo lo sportello UNIAT Foggia

In via della Repubblica, 54, a Foggia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 19, è attivo lo sportello UNIAT-UIL Foggia.

UNIAT (Unione Inquilini, Ambiente e Territorio) è una Associazione di promozione sociale impegnata nella tutela del diritto alla casa, nella promozione di attività culturali sui temi ambientali, della tutela del territorio e in contrasto ai processi di impoverimento con l’obiettivo principale di rimuovere gli ostacoli che impediscono la realizzazione dell’uguaglianza dei diritti tra cittadini a rischio di marginalità sociale.

Le attività di Uniat:

• Assistenza (anche legale) nella stipula dei contratti d’affitto

• Controllo della regolarità dei contratti

• Applicazione delle corrette normative della legislazione sulla casa

• Assistenza (anche legale) nelle procedure di sfratto

• Controllo della gestione degli immobili

• Consulenze condominiali

• Vertenze con piccoli proprietari

• Trattative con enti pubblici, fondazioni e casse

• Dismissioni grandi patrimoni immobiliari

• Assistenza (anche legale) agli inquilini degli alloggi pubblici

• Assistenza nell’applicazione dei canoni

• Assistenza nelle procedure amministrative pubbliche (volture, successioni, morosità)

• Trattative con Regione, Comuni ed enti gestori

• Domande per l’assegnazione di case popolari

• Domande per il contributo d’affitto

• Vertenze con istituzioni pubbliche

Per info, orientamento e consulenza: UNIAT Foggia, via Della Repubblica, 54, Tel: 0881/1783371

“L’importo della  Tari continua complessivamente ad essere eccessivo rispetto alla qualità dei servizi offerti e a pesare soprattutto sui consumatori e sui contribuenti con i redditi più bassi”. Fanalino di coda l’ ARO FG/2 (Carapelle, Cerignola, Ordona, Orta Nova, Stornara  e Stornarella)

“La  raccolta differenziata stenta a decollare in maniera sistematica ed omogenea in tutto il territorio della provincia di Foggia e il costo della Tari e continua ad essere eccessivo anche rispetto ai servizi forniti ai cittadini”. A dichiararlo è ADOC Foggia in base ad un monitoraggio effettuato sulle percentuali di raccolta differenziata nei vari ARO (Ambito raccolta ottimale) e nei comuni della Capitanata per il triennio 2017-2019.

“C’è un esiguo gruppo di comuni dove si raggiungono risultati di spicco (l’ARO FG/8, circa il 60% tant’è che, nel 2018, Legambiente Puglia ha premiato come “Comuni Ricicloni” Ascoli Satriano, Castelluccio dei Sauri, Anzano di Puglia e Rocchetta Sant’Antonio), altri denotano un buon andamento (ARO FG/4, ARO FG/5, ARO FG/6 e ARO FG/7. In merito a quest’ultimo, oltre ai “Comuni Ricicloni” Biccari, Castelluccio Valmaggiore e Troia,  da menzionare Roseto Valfortore per essere riuscito a contenere la produzione pro capite di secco residuo al di sotto dei 75 kg/abitante all’anno). Maalcuni dati sono davvero allarmanti: come quelli dell’ARO FG/2 (Carapelle, Cerignola, Ordona, Orta Nova, Stornara  e Stornarella) dove la percentuale di raccolta differenziata è ai minimi storici”.

“A fronte di risultati ancora troppo poco omogenei in materia di raccolta differenziata, l’importo della Tari continua complessivamente ad essere eccessivo rispetto alla qualità dei servizi offerti e a pesare soprattutto sui consumatori e sui contribuenti con i redditi più bassi. Se vogliamo adottare un sistema più equo, sia nella ridistribuzione dei costi che nello smaltimento dei rifiuti, basato sui principi dell’economia circolare e in pieno accordo con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, occorre spingere l’acceleratore della raccolta differenziata e far applicare ad ogni Comune il meccanismo della tariffazione puntuale. Infatti, l’attuale meccanismo, che individua quali parametri per il pagamento solo i metri quadri dell’abitazione e il numero dei componenti familiari, è inadeguato e, come rilevato anche da Bankitalia, pesa maggiormente sulle famiglie a basso reddito. Al contrario, un sistema basato sulla tariffa puntuale permette più facilmente di raggiungere sia gli obiettivi di riciclaggio che quelli di riduzione della produzione di rifiuti stabiliti a livello europeo, applicando il principio del “chi inquina paga”, ossia la correlazione tra il prezzo del servizio e il volume/quantità di rifiuto prodotto, riferito all’indifferenziata. Allo stesso tempo occorre sulla bonifica e messa in sicurezza dei siti più a rischio per tutelare il diritto alla salute dei cittadini”, conclude ADOC Foggia.

“Oggi piangiamo un integerrimo servitore dello Stato e un uomo buono morto nel compimento del proprio dovere”. Così Maurizio Carmeno, Carla Costantino e Gianni Ricci, Segretari Generali CGIL, CISL

e UIL Foggia in merito alla tragica scomparsa a Cagnano Varano del maresciallo dei Carabinieri Vincenzo Carlo Di Gennaro. 

“Vincenzo era stimato e rispettato da tutti per la sua equanimità e per il senso di giustizia. È al di là di ogni umana comprensione pensare che possa essere morto “solo” per aver svolto al meglio il proprio lavoro”, affermano e proseguono: “Solidarietà alla sua famiglia, a quella del collega ferito e all’Arma dei Carabinieri. Ma la solidarietà, da sola, non basta”.

Per i Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL Foggia “è a questo punto improcrastinabile aumentare uomini e mezzi e migliorare le dotazioni a disposizione delle Forze dell’Ordine. Ed è anche indispensabile anche arrivare in tempi rapidi ad una riforma della Giustizia per garantire certezza delle pene. Non possiamo più continuare a chiedere agli uomini delle Forze dell’Ordine di mettere a rischio quotidianamente la propria vita se non riusciamo a sbrogliare i contorti e bizantini meccanismi del nostro sistema giudiziario. Al tempo stesso è importante implementare azioni per rafforzare cultura della legalità e antimafia sociale.  I più giovani hanno infatti bisogno di modelli di civismo che  li mettano a riparo da illegalità e prevaricazione. Infine, è necessario agire anche  in termini di sviluppo e occupazione per sottrarre migliaia di persone a condizioni di marginalità che sempre più spesso rappresentano linfa vitale nei processi di reclutamento della criminalità organizzata”. 

“Basta con i proclami, c’è bisogno di concretezza, rapidità e di efficienza”, concludono Carmeno, Costantino e Ricci.

Si terrà sabato 13 aprile, alle ore 11.00, presso la "Villa Comunale" di Cerignola, l’inaugurazione della stele dedicata a Filippo Palieri, eroe cerignolano e Commissario di Pubblica Sicurezza presso la Questura di Rieti.

“L’Amministrazione Comunale di Cerignola ha inteso in questo modo tributare un riconoscimento all’uomo e al funzionario pubblico che, a costo della propria stessa vita, impedì la deportazione nei campi di lavoro in Germania di circa trecento tecnici ed operai reatini, destinati ad essere impiegati per scopi bellici dai tedeschi. Per quel suo gesto di eroismo, fu infatti arrestato e portato in Polonia nel campo di concentramento di Benjaminow. Morí il 13 aprile 1945, sopraffatto dalle privazioni e dagli stenti nel campo di prigionia di Wietzendorf, nello stesso giorno in cui il campo fu liberato dagli alleati”, afferma l’Assessore al Patrimonio del Comune di Cerignola, Pasquale Morra. 

Filippo Palieri è stato insignito dalla Presidenza della Repubblica della medaglia d’oro al merito civile.

“Per tutti questi motivi, abbiamo deciso di dedicargli il monumento all’interno della Villa comunale, nella zona laterale alla destra dell’Arco della Rimembranza. Oltre a dare lustro a questo nostro nobile concittadino, questo intervento ci permette anche di completare la zona in questione già inaugurato da questa Amministrazione”.

Cooperazione interistituzionale per la realizzazione di corsi per i patentini fitofarmaci e trattori. Le adesioni presso la sede dell’Agenzia

“Attivare un nuovo servizio per garantire a tutti i cittadini di Cerignola e dei comuni limitrofi la possibilità di svolgere in loco gli esami per il rilascio e il rinnovo dei patentini per fitofarmaci e trattori”. Così Bruno Meterangelis, Presidente dell’Agenzia per l’Agricoltura del Comune di Cerignola, presenta la convenzione sottoscritta tra l’ERSAF e l’Agenzia stessa. 

“Le adesioni si raccoglieranno presso la sede dell'agenzia, al secondo piano del Municipio, il Martedì e Giovedì dalle 16.00 alle 18.00. Il nostro intento è quello di offrire consulenza e orientamento in tempo reale agli operatori del comparto agroalimentare”. 

Sanità, infrastrutture, concertazione, legalità, lavoro, le priorità indicate dal segretario generale 

Elezioni europee, amministrative, dialogo con Governo e Regione Puglia, sanità, piani sociali di zona, infrastrutture, legalità e lotta al caporalato, lavoro. Un discorso a 360 gradi quello del segretario generale della UIL Foggia, Gianni Ricci, ad apertura del Consiglio Generale Territoriale. 

Ricci è quindi passato ad analizzare lo stato di salute della UIL Foggia: “I dati in nostro possesso confermano un trend positivo che ci vede ai primi posti in Capitanata in materia di servizi di CAF e Patronato. Abbiamo fatto un ottimo lavoro in questi anni ma questo per tutti noi deve essere solo un punto di partenza: se su infrastrutture strategiche e sanità, lavoro e lotta al precariato non arriveranno le risposte necessarie per garantire sviluppo in Capitanata, siamo pronti a scendere di nuovo in piazza. Non ci spaventano le sfide, non ci spaventa il cambiamento. Siamo una forza sindacale che vince e convince perché la nostra mission è la dignità del lavoro”. 

Dopo intenso e articolato dibattito, Franco Busto, Segretario Generale UIL Puglia e Bari-Bat: “La Uil Foggia è una realtà giovane e in continua crescita, un tassello fondamentale della UIL Puglia. Ora, però, dobbiamo continuare a lavorare insieme: per continuare a migliorare c’è bisogno del contributo di tutti. 

Abbiamo fatto tante cose importanti in questi anni ma oggi siamo di fronte ad una sfida nuova. Noi non possiamo attendere che le cose arrivino dall’esterno. Dobbiamo essere sempre più una forza moderna e propositiva, un sindacato aperto ai giovani e ai disoccupati, in grado di spingere la politica a guardare più in là delle scadenze elettorali”. 

L’Assessore al Patrimonio, Arredo urbano, smart city, del Comune di Cerignola riepiloga anche tutte le attività realizzate e in itinere: “siamo vicini all’80% degli obiettivi raggiunti”

“Siamo finalmente riusciti a portare a termine un’operazione avviata circa un anno fa e a inquadrare a titolo definitivo e gratuito un pezzo della nostra storia nel Patrimonio Immobiliare del Comune di Cerignola”. Così Pasquale Morra, Assessore al Patrimonio, Arredo urbano, smart city, del Comune di Cerignola, annuncia il completamento dell’iter amministrativo avviato con delibera di giunta 85 del 21 giugno 2017 per l’acquisizione di Borgo Tressanti al Patrimonio Immobiliare Comunale. Con verbale sottoscritto  da Comune di Cerignola e Agenzia del Demanio, giunge dunque a compimento l’azione avviata dallo stesso Morra. 

In sintesi si tratta di un’area di circa sei ettari e mezzo di terreno. dove insistono scuole elementari, materne e medie, la chiesa di San Giuseppe, case abitate. Borgo Tressanti, fu creato negli Anni Settanta nell’agro di Cerignola con i fondi della Cassa del Mezzogiorno, a ridosso della Strada Statale 544.

“Oltre al valore storico e culturale dell’operazione che abbiamo appena portato in porto, inquadrare il Bene nel Patrimonio Comunale ci consentirà anche di sbloccare i processi di espansione previsti nel Prg per l’area in questione” afferma Morra che prosegue rimarcando: “Abbiamo aggiunto un ulteriore prezioso tasselli al lungo elenco di beni mantenuti. A meno di un anno dalla scadenza naturale del mandato, possiamo dire di essere vicini all’80% degli obiettivi che ci eravamo posti”.

Nel dettaglio, tra i lavori in corso: 1. Bretella di collegamento tra Torricelli e V.le USA; 2.Rotatoria Via Candela; 3. Lavori della fogna bianca (via bradano, ecc); 4. Cittadella; 5. Piazza del Cinquantenario ed Ex cabina; 6. Scuola Carducci;  7. Scuola Marconi; 8. Rotatoria Via Manfredonia; 9. RSSA; 10. Palazzetto "S. Tatarella"; 11. Ex Stalloni;12. Ex ASIA (nr. 8 alloggi popolari per il comune di cerignola); 13. Adeguamento Stadio Monterisi; 14. ENGIE - pubblica illuminazione; 15. Cimitero. 

E, tra i lavori in itinere: 1. ”Pozzo carrozzo" (riqualificazione del giardino); 2. Secondo stralcio del rifacimento del manto stradale; 3. Scuola materna via XXV Aprile; 4. Scuola media Pavoncelli; 5. Ex Liceo Classico; 6. Scuola Carducci; 7.Pista ciclabile che collega i 3 palazzetti; 8. Marciapiede di Corso Garibaldi (palazzo Coccia); 9.Le 10 fontane; 10. Concorso di idee per abbellimento 2 fontane di Piazza Duomo; 11. Riqualificazione area verde limitrofa alle scuole "Aldo Moro e Pavoncelli"; 12. Lavori di manutenzione straordinaria della Zona Industriale; 13. nr. 44 Alloggi popolari "Via Cagliari"; 14. nr. 16 Alloggi popolari "Via Falcone"; 15. Piazza Zingarelli; 16. Terminal Bus "Via B. Croce"; 17. Nuovo piano del trasporto pubblico locale.

“Oltre a quello che è in programma o abbiamo già realizzato, è giusto ricordare l’attivazione del “servizio colmatura buche” che, con l’ausilio di due unità “RED”, ci consente di intervenire tempestivamente e di garantire ai cittadini servizi sempre più efficienti”, conclude Assessore al Patrimonio, Arredo urbano, smart city, del Comune di Cerignola.

“Un percorso improntato al rispetto reciproco dei ruoli e delle competenze che ha registrato tanti buoni risultati a favore dell’ASL e dei cittadini di Capitanata”.

È il giudizio che Luigi Giorgione, Segretario Generale UIL FPL Foggia, esprime sul Direttore sanitario uscente dell’ASL di Capitanata, Alessandro Scelzi. 

“In questi mesi abbiamo potuto cementare prassi virtuose e un dialogo improntato alla tutela delle relazioni sindacali. Abbiamo apprezzato le sue qualità umane e professionali e lo spirito di servizio col quale ha svolto il delicato incarico”, afferma Giorgione che si dice “certo che ora Scelzi continuerà a ben operare al servizio del territorio presso il Presidio Ospedaliero di Radiologia di Cerignola” e, al tempo stesso, formula “auguri di buon lavoro al nuovo direttore sanitario Antonio Nigri”.

Pagina 7 di 13
Settembre 12, 2019

Mattinata in festa per la patrona santa maria della luce

in Eventi by Super User
orna la festa patronale in onore della Madonna della Luce, dal 13 al 16 settembre, quattro giorni di festa. Complessi bandistici,…
Settembre 12, 2019

Monte S. Angelo. Presentazione del volume:“Gigli di…

in Eventi by Super User
Il volume ripercorre la storia del Santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo sul Gargano in età angioina (1266-1442), mediante…
Settembre 12, 2019

Complimenti ai ragazzi di Monte, trovano un portafogli e lo…

in Notizie Gargano by Super User
Oggi a Monte S. Angelo si sono scritte delle belle righe di civiltà, vi proponiamo il post di Donato Taronna: "Nella mattinata…
Settembre 12, 2019

Juri Galasso: “Bene i fondi per la manutenzione delle…

in Politica by Enzo
“Prendiamo atto con soddisfazione della comunicazione con la quale il Presidente della Provincia, Nicola Gatta, ha ufficializzato…
Settembre 11, 2019

L’ON. CARLA GIULIANO INTERVIENE PRESSO IL MINISTRO DELLA…

in Politica by Enzo
Con una Nota indirizzata al Presidente, al Procuratore Capo ed al Direttore di Cancelleria, del Tribunale di Foggia, la Deputata…
Settembre 05, 2019

Coordinamento tecnico Forze Ordine, la soddisfazione della…

in Politica by Enzo
“Una risposta efficace e concreta che va nella giusta direzione della tutela di chi svolge ruoli sociali e professionali di…
Settembre 05, 2019

Adoc Foggia: “Pioggia di rincari a settembre”  

in Politica by Enzo
Per ulteriori info, orientamento e azioni di rivalsa, ci si può rivolgere alla sede ADOC Foggia (via Fiume 38c/40) dal lunedì al…
Set 05, 2019

Monte S. Angelo: "Attivi i concorsi per un assistente sociale, un autista per…

in Politica by Super User
Attivi i concorsi per un assistente sociale, un autista per scuolabus, due geometri e il…
Set 05, 2019

Presentato il "9° Rally Porta del Gargano". Tutte le novita' su programma,…

in Sport news by Super User
2 intense giornate di gara, 7 prove speciali (di cui due in notturna), 280 km di…
Set 05, 2019

Monte S. Angelo: "Non tutta la panoramica sud è impegnata dai lavori"

in Notizie Gargano by Super User
Ci informano che il tratto interessato dai lavori è la prima parte della panoramica sud,…
Ago 22, 2019

Ricci (UIL FOGGIA)-Giorgione (FPL UIL FOGGIA): “Solidarietà a Dino Tarantino”

in Politica by Enzo
“È inaudito che un medico possa essere aggredito nell’esercizio delle sue funzioni. Tanto…
Ago 22, 2019

L’angolo dell’amore fa il botto a Monte S. Angelo

in Eventi by Donato La Torre
Decine per non dire centinaia, sono state le foto scattate nell’angolo dell’amore creato…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.