Enzo

Enzo

“Valutiamo positivamente, sul piano degli intenti, l’attenzione che il Governo sta destinando a strade, scuole e patrimonio dei Comuni di Capitanata. Ma sul piano strettamente operativo riteniamo le risorse stanziate assolutamente insufficienti a gestire la pluralità di emergenze in atto”. Così Juri Galasso, segretario generale FenealUil Foggia in merito ai 3.090.000 euro complessivi stanziati nella Legge di Bilancio per i comuni di Orta Nova, Torremaggiore, San Nicandro Garganico, Vieste, San Marco in Lamis, Apricena, Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano, Cagnano, Varano, Troia, Carapelle, Lesina, Mattinata, Ascoli Satriano, Stornara, San Paolo di Civitate, Stornarella, Peschici, Ischitella, Carpino, Serracapriola, Deliceto, Rodi Garganico, Zapponeta Bovino, Ordona, Candela, Biccari, Orsara di Puglia, Poggio Imperiale, Pietramontecorvino, Accadia, Castelluccio dei Sauri, Rignano Garganico, Sant’Agata di Puglia, Casalvecchio di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, Volturino, Chieuti, Celenza Valfortore, Casalnuovo Monterotaro, Castelnuovo della D., Castelluccio dei Sauri, Anzano di Puglia, Roseto Valfortore, Monteleone di Puglia, San Marco la Catola, Carlantino , Alberona, Panni, Motta Montecorvino, Faeto, Isole Tremiti, Volturara Appula, Celle di San Vito.

“Si tratta di un numero elevato di Comuni rispetto ai quali 3 milioni di euro non possono “coprire” la messa in sicurezza di strade, scuole, beni pubblici di Capitanata”, afferma Galasso che rimarca come “ormai da anni evidenziamo come sia indispensabile arrivare a definire una nuova governance, un piano straordinario di interventi pubblici e una nuova “lista” di priorità. Senza programmazione e senza cospicui finanziamenti statali non usciremo mai dalla logica dell’emergenza”. 

Sindacati confederali pronti alla mobilitazione 

 

“È stato definito un percorso istituzionale per la vertenza LSU rispetto al quale possiamo dirci moderatamente soddisfatti”.

Questo il giudizio di Maurizio Carmeno, Carla Costantino, Gianni Ricci, Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL Foggia, al termine dell’incontro in Prefettura sui Lavoratori Socialmente Utili di Manfredonia, al quale hanno preso parte anche i tecnici della Regione Puglia, il Sindaco Angelo Riccardi e l’assessore comunale Innocenza Starace. Per le confederazioni hanno inoltre preso parte all’incontro Mario La Vecchia e Margherita Vitulano (Cgil), Leonardo Piacquaddio, Urbano Falcone, Giovanni Dalessandro, Ilaria Amoruso (Cisl), Enzo Pizzolo (Uil). 

“Cogliamo positivamente la stabilizzazione di 13 unità a partire dal 1 febbraio 2019 comunicata dal Sindaco Riccardi”, affermano Carmeno, Costantino e Ricci. 

Alla Regione è stata avanzata richiesta ufficiale di “verificare le disponibilità finanziarie per un eventuale incremento degli incentivi regionali per gli esodi. Attualmente la quota disponibile è di 15mila per ogni esodo. Nel caso in cui si dovesse arrivare ad un buon aumento della cifra, una parte considerevole della platea storica di 147 LSU potrebbe essere interessata agli esodi”.

L’altra questione posta sul tavolo è quella delle stabilizzazioni della quota rimanente di LSU. “Pur essendo disponibili le risorse finanziarie, il Comune di Manfredonia non è in grado di procedere alle assunzioni per i vincoli del Patto di Stabilità. Rispetto a questo tema, in piena sintonia con l’Amministrazione Comunale di Manfredonia, riteniamo indispensabile arrivare ad un confronto in sede ministeriale per capire se e come sarà possibile derogare i vincoli del Patto”, affermano i segretari generali di CGIL, CISL e UIL Foggia. 

Nelle prossime ore la Prefettura si farà carico di inviare una richiesta urgente di confronto al Ministero del Lavoro. 

“Non è la prima volta che chiediamo un confronto al Ministero. Se, ancora una volta, le nostre richieste dovessero essere disattese, siamo pronti a dare vita ad una grande mobilitazione a Roma e ad esperire ogni azione utile e legittima al fine di fare chiarezza su una vicenda che ormai si trascina sulla pelle di tanti lavoratori da oltre un ventennio”, concludono Carmeno, Costantino e Ricci. 

Le parti torneranno a incontrarsi in Prefettura il 5 febbraio. 

Per info, orientamento e azioni di rivalsa, ci si può rivolgere alla sede di Adoc Foggia (via Fiume, 38-40/c, Foggia), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 18

 

“Se avete intenzione di regalare, o regalarvi, un nuovo televisore, fate molta attenzione. Dietro offerte a prezzi stracciati potrebbe nascondersi un elettrodomestico destinato a sparire dal mercato nel giro di pochi anni”.

A dichiararlo, ADOC FOGGIA in relazione alla svolta che attende i nostri apparecchi televisivi. “La tv che acquistate deve necessariamente integrare un sintonizzatore digitale per la ricezione di programmi in tecnologia DVB-T2 con codifica HEVC. Entro il 2022 tutti i canali trasmetteranno nel formato in questione,. E, a quel punto, o sarà necessario procedere all’acquisto di una nuova Tv oppure occorrerà acquistare un ennesimo decoder che i consumatori dovranno in larga parte pagarsi da soli, vista l’esiguo bonus a disposizione”.

In Italia le trasmissioni attuali vengono emesse in formato DVB-T con codec MPEG-2 sulla banda 700, cioè sulle frequenze comprese tra 694 e 790 megahertz. L’Unione Europea ha però previsto che sia invece “decongestionata” per la rete 5G mobile.

Per ovviare alla restrizione delle risorse frequenziali destinate alle trasmissioni TV si è deciso in Italia che entro il 30 giugno 2022 si passerà al formato DVB-T2 con codec HVEC, che renderà le trasmissioni compatibili solo con i TV venduti da quest’anno in poi. Il passaggio al DVB-T2 non sarà all’unisono su tutto il territorio nazionale ma avverrà in modo parcellizzato per zona geografica, secondo un piano da stabilirsi a cura dell’AGCOM entro il 31 maggio del 2019.

La notizia buona per i consumatori che tutti i TV, i decoder e gli apparecchi atti a ricevere un segnale televisivo in digitale terrestre acquistati dal 1° gennaio 2017 dovranno necessariamente avere a bordo il sintonizzatore di seconda generazione, in grado di ricevere il segnale DVB-T2 e il codec HEVC.

Ad ogni modo, è prevista una fase di transizione dal vecchio al nuovo digitale terrestre. Dal 2020 fino alla data di switch-off, entrambe le tecnologie funzioneranno contemporaneamente, dopodiché, dal 1° luglio 2022, i programmi si vedranno solo con il Dvb-T2 e l’Hevc.

“Era necessario evitare che le famiglie italiane rivivessero i disagi dello switch-off dal segnale analogico al digitale.  I consumatori hanno già pagato dazio una volta  e continuano a pagarlo, dato che ancora ad anni di distanza il segnale del digitale terrestre risulta spesso basso o assente, con intere porzioni del Paese impossibilitate a vedere alcuni canali. Ora, con l’arrivo del DVBT-2 e la nuova assegnazione di frequenze stiamo per rivivere lo stesso incubo. La spesa media per l’acquisto dei nuovi decoder potrebbe arrivare fino a 200 euro ad apparecchio; senza considerare i costi aggiuntivi per il ricorso a tecnici, istallatori antennisti. A fronte di questi ingenti esborsi, il bonus per l’acquisto dei nuovi decoder è pari a circa 25 euro”.

Per info, orientamento e azioni di rivalsa, ci si può rivolgere alla sede di Adoc Foggia (via Fiume, 38-40/c, Foggia), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 18.

La notizia positiva al termine di un confronto tra l’assessore alla Mobilità del Comune di Cerignola e l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini

 

“Cerignola non perderà la fermata delle 7.23 dei treni regionali per Bari. Un risultato importante per tanti studenti e lavoratori pendolari”.

A comunicarlo l’assessore alla Mobilità del Comune di Cerignola, Pasquale Morra, al termine di un confronto con l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Giovanni Giannini.

La soppressione, definita e regolamentata da Trenitalia, sarebbe entrata in vigore dal prossimo 7 gennaio.

“Grazie alla piena disponibilità e alla sensibilità dell’assessore Giannini siamo riusciti a dare riscontro in tempi celeri alle perplessità e ai disagi manifestati da tanti nostri concittadini: Cerignola non sarà penalizzata! Giusto i tempi tecnici necessari per emendare la direttiva di Trenitalia e i cittadini potranno continuare a fruire di un servizio fondamentale secondo le modalità consuete”, conclude Morra. 

“Ci rammarica constatare che il percorso di dialogo istituzionale avviatosi ad agosto 2018 si è interrotto. Evidentemente non per nostra volontà. Spiace che a sbarrare la porta a qualsiasi ipotesi di confronto sia chi si definisce difensore civico dei cittadini e premier del popolo: Giuseppe Conte”. Questo il giudizio di Maurizio Carmeno, Carla Costantino, Gianni Ricci, segretari generali CGIL, CISL e UIL Foggia, sul mancato invito delle forze sindacali alla presentazione, in Prefettura alla presenza del Premier Conte, del Piano istituzionale di sviluppo della Capitanata. 

“Purtroppo ci pare evidente la volontà di estromettere chi, come CGIL, CISL e UIL Foggia, si è maggiormente speso sui temi della Legalità, dello sviluppo, delle infrastrutture e dell’occupazione in questi anni. Da Conte e dai vicepremier Salvini e Di Maio, attendiamo ancora riscontri in merito alle proposte per contrastare il caporalato presentate da CGIL, CISL e UIL tra agosto e settembre”, affermano Carmeno, Costantino e Ricci. 

“Se alla ricerca di un confronto istituzionale, il Governo risponde col silenzio e con la scarsa attenzione, è un segnale preoccupante che terremo nella dovuta considerazione e rispetto al quale ci comporteremo di conseguenza valutando e mettendo in campo tutte le azioni possibili nell’interesse  di tanti e tanti cittadini di Capitanata che si riconoscono nei sindacati”, concludono i segretari generali di CGIL, CISL e UIL Foggia. 

Nuove pensiline “tematiche”, riorganizzazione del trasporto urbano, Car sharing e Bike sharing i punti di forza

 

“Raccontare Cerignola nel tempo fornendo un servizio di trasporto pubblico locale più efficiente”. Così Pasquale Morra, assessore alla Mobilità e Smart City del Comune di Cerignola illustra gli obiettivi di fondo del rilancio della Mobilità nel centro ofantino.

Primo pilastro le nuove pensiline per autobus urbani ed extraurbani: “Stiamo già completando l’istallazione delle nuove pensiline nei punti strategici della città: (Via Salvo D’Acquisto, Via Generale Dalla Chiesa-Parco Sen. Luigi Barbaro, Via Torricelli-Via Stella, Via Torricelli-Via Alassio, Via Torricelli-Via Pigna, Viale Luogosanto, Piazza Della Libertà, Via San Severo, Via Generale Dalla Chiesa-Scuola Agraria, Via Puglie, Ospedale “Tatarella”, Viale Di Levante). Le pensiline saranno “rivestite” con litografie e immagini che ci racconteranno Cerignola nel tempo passato attraverso usi, costumi, abitudini, mestieri e abbigliamenti. Dopo un impegnativo lavoro di cernita, abbiamo segnalato quelle che ci sembrano più significative. E, a tal proposito, ringraziamo per aver fornito le foto e la preziosa collaborazione: Luigi Pellegrino, Giancarlo Strafezza, Franco Conte, Vincenzo Russo. Attraverso foto e grafica ricorderemo luoghi e storia della Cerignola del passato. Inoltre, le pensiline, saranno dotate di display elettronici per indicare i mezzi in arrivo”, afferma Morra.

Pilastro due, la riorganizzazione del trasporto urbano: “I tempi di percorrenza saranno abbattuti dagli attuali 40 a 20 minuti. Abbiamo sostituito la vecchia “circolarità” con il “Point to point”. In sostanza, gli autobus non faranno più il giro turistico della città ma, con tempi di percorrenza più brevi, raggiungeranno i punti chiave per la viabilità cittadina raccordandosi con gli altri autobus e “penetrando” il tessuto urbano in maniera più efficace. Saranno anche potenziati i collegamenti tra la città e la stazione di “Cerignola campagna” con un particolare occhio di riguardo alle coincidenze con gli orari dei treni e garantite 2 corse giornaliere per le borgate, in particolare Borgo Tressanti, Borgo Moschella e Borgo Libertà.

Entro marzo tutte le misure andranno a  regime garantendo una copertura totale del territorio”, aggiunge l’assessore alla Mobilità. 

L’ultimo pilastro riguarda il car sharing e il bike sharing. “Abbiamo già provveduto a istallare le colonnine per la ricarica delle auto elettriche. A breve renderemo effettivo il servizio di car sharing e lo completeremo con il bike sharing e il bike sharing elettrico”, conclude Morra. 

L’esito del Consiglio Generale Territoriale 

 

 

“Siamo un’organizzazione in salute, sempre più aperta all’innovazione, alle forze migliori della società e del pubblico impiego, presente su tutto il territorio, nelle autonomie locali e nelle strutture sanitarie”.

Questa la “radiografia” di Gino Giorgione, Segretario Generale UILFPL Foggia, ad apertura dei lavori del Consiglio Generale Territoriale della UILFPL Foggia.

Giorgione ha quindi passato in rassegna gli ottimi risultati della UILFPL Foggia nel corso del 2018: “Un vero trionfo alle elezioni Rsu e un continuo aumento degli iscritti sono la cartina di tornasole dell’indice di gradimento dell’attività sindacale che svolgiamo a 360 gradi”.

“Quello che volge al termine è stato un anno molto impegnativo che ci ha visto raccogliere grandi risultati. E la UILFPL ha dato un contributo notevolissimo alla crescita della Uil Foggia”, ha affermato il Segretario Generale UIL FOGGIA che ha quindi passato in rassegna alcuni dei passaggi più importanti del 2018: “La grande manifestazione contro il caporalato di Agosto; la sottoscrizione di importanti CCNL. Ma oggi ci rendiamo conto gli impegni assunti a Foggia da Conte, Salvini e Di Maio non si sono tradotti in risultati concreti. Nella storia della Repubblica italiana non è mai capitato che si arrivasse a fine dicembre con la Legge di bilancio fosse ancora in alto mare. E se è vero come è vero che il sindacato è da sempre equidistante dalla politica, è altrettanto vero che come non abbiamo fatto sconti ai governi precedenti, così ora non dobbiamo avere esitazioni a tornare in piazza, a lottare, soprattutto per difendere pilastri fondanti della civiltà italiana e della nostra Costituzione”. 

Dopo intenso e partecipato dibattito, conclusioni affidate a Giuseppe Vatinno, Segretario Generale UILFPL Puglia: “Siamo preoccupati dalla regionalizzazione del sistema sanitario nazionale: c’è il rischio di creare cittadini di serie A e cittadini di serie B. In Puglia stiamo pagando le scelte sbagliate fatte dai Governi regionali dal 2002 ad oggi: troppa attenzione ai conti pochissima ai servizi, alle assunzioni e ai processi di riqualificazione del personale. Oggi abbiamo 5mila unità in meno. Da Emiliano attendiamo ancora riscontri rispetto alla piattaforma unitaria che gli abbiamo presentato per il rilancio della Sanità. Per quanto riguarda la partita più ampia dei rinnovi contrattuali, non posso nascondere che i segnali non sono incoraggianti. Rispetto a questo quadro complessivo, il nostro impegno non verrà mai meno. Continueremo sempre a incalzare Governo Regionale e Nazionale per costruire una società più inclusiva che veda una piena valorizzazione del Pubblico Impiego, degli Enti Locali e dei Servizi Pubblici essenziali”. 

Momento particolarmente toccante dell’evento il riconoscimento di una targa ai due infermieri-eroi: Antonio Belpiede e Giuseppe Falcone. 

UILFPL FOGGIA, Consiglio generale

Si terrà martedì 18 dicembre, a partire dalle 16, presso “Florio in Fiera” (Viale Fortore 155, Foggia), il Consiglio Generale Territoriale della UILFPL FOGGIA.

All’assemblea interverranno Luigi Giorgione, Segretario Generale Territoriale UILFPL FOGGIA, Giuseppe Vatinno, Segretario Generale UILFPL Puglia, Gianni Ricci, Segretario Generale Uil Foggia.

Di seguito l’ordine del giorno:

  1. Integrazione Componenti Consiglio Territoriale 
  2. Consuntivo Attività Sindacale 2018
  3. Esame sui rinnovi contrattuali
  4. Vertenze Territoriali
  5. Varie ed eventuali. 

L’evento si terrà il 27 dicembre a Cerignola in Corso Aldo Moro (zona Convento)

 

“Creare sinergie per mettere in vetrina e valorizzare il meglio dei nostri prodotti”.

Così Bruno Meterangelis, Presidente dell’Agenzia per l’Agricoltura del Comune di Cerignola lancia la prima edizione di “Agricoltura in Festa”, evento realizzato dall’Agenzia con il contributo delle associazioni di categoria.

Appuntamento in Corso Aldo Moro, a Cerignola (zona Convento), il 27 dicembre a partire dalle 17. 

“L’evento sarà caratterizzato da una serie di stand con prodotti tipici locali e da eventi ludici che definiremo nei prossimi giorni. Questa appuntamento rappresenta un momento importante per il comparto agroalimentare di Cerignola quest’anno duramente provato da varie avversità meteorologiche ed è il preludio di una grande Kermesse che realizzeremo a giugno 2019”, afferma Meterangelis che conclude: “Si tratta di un appuntamento importante non solo come vetrina dei nostri prodotti ma anche come base per allacciare nuove sinergie e rilanciare il comparto. E a questo proposito è doveroso ringraziare Antonio Detoma (“Managment One”) per l’importante contributo tecnico”. 

“Una valutazione di fattibilità per l’istituzione di un Distaccamento permanente VV.F. nel comune di San Giovanni Rotondo da noi ritenuto indispensabile e strategico anche per la tutela boschiva della Foresta Umbra”. Questa la richiesta che Francesco De Vito, componente dell’esecutivo nazionale UILPA VVFF, ha inviato al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini,

al Sottosegretario all’Interno con delega per i Vigili del Fuoco, Stefano Candiani, 

al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Bruno Frattasi, al  Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco,Fabio Dattilo, al  Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, al  Presidente della Provincia di Foggia,Nicola Gatta, al  Sindaco di San Giovanni Rotondo, Costanzo Cascavilla, al  Sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, al Comandante Provinciale Vigili del fuoco Foggia, Serafino Vassalli. 

“Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Foggia, garantisce il servizio tecnico urgente presso la città di San Giovanni Rotondo, nota in tutto il mondo per i pellegrinaggi a Padre Pio, oltre che per un presidio Ospedaliero d’eccellenza.Il servizio prestato dal Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco nella città di San Giovanni Rotondo è garantito dal Distaccamento di Manfredonia, distante circa 25 km con un dislivello di circa 570 metri, sguarnendo un territorio popolato e caratterizzato dalla presenza di attività a rischio incidente rilevante, superfici boschive, porti merci e turistici con presenze importanti. Di recente, in occasione di alcune ricorrenze religiose, il Comando ha istituito un Presidio fisso a San Giovanni Rotondo, impiegando personale in turno ordinario con la conseguente riduzione operativa del distaccamento di Manfredonia”, spiega De Vito che prosegue: “istituire un distaccamento permanente permetterebbe di uscire dalla fase di emergenza garantendo interventi più efficienti sul territorio e decongestionando l’attività delle altre strutture operanti sul territorio di Capitanata”.

A corollario della lettera con la richiesta ufficiale, il componente della segreteria nazionale UILPA VVFF ha allegato un corposo dossier sul comprensorio di San Giovanni Rotondo e sui potenziali benefici che deriverebbero dall’istituzione di un distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco nella città di San Pio.

Pagina 8 di 11
Giugno 15, 2019

L’On. Carla Giuliano tifosa d’eccezione, “forza Cestistica…

in Politica by Enzo
“Un grandissimo in bocca al lupo alla nostra Cestistica San Severo, che da oggi sarà impegnata nella FINAL FOUR in quel di…
Giugno 15, 2019

L’onorevole Carla Giuliano parteciperà all’importante…

in Politica by Enzo
L’avv. Carla Giuliano, parlamentare del Movimento 5 Stelle di San Severo, sarà tra i relatori del Convegno “Privacy e…
Giugno 14, 2019

Buono, laico e multietnico. Pane dal mondo per Grani futuri

in Eventi by Super User
FOGGIA - Il movimento del pane marcia verso San Marco in Lamis, il piccolo borgo in provincia di Foggia diventa la capitale…
Giugno 14, 2019

CIA Capitanata al Prefetto: “Sicurezza nelle campagne sia…

in Notizie Capitanata by Super User
FOGGIA – La CIA Capitanata ieri sera ha incontrato il Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, per consegnargli la proposta di CIA…
Giugno 14, 2019

A Peschici è "passion for dance 2019" con i talenti dell'…

in Eventi by Super User
L'Asd "Fitness Dance Company" presenterà "Passion For Dance 2019": uno spettacolo nato dal duro lavoro di un intenso anno di…
Giugno 14, 2019

“#ChiedialGal” Lo sportello informativo itinerante del GAL …

in Eventi by Super User
Continuano le attività di animazione del GAL Gargano Agenzia di Sviluppo con la collaborazione degli stakeholder del territorio.…
Giugno 14, 2019

Comitato di Sorveglianza POR FESR-FSE 2014-2020. Piemontese…

in Politica by Super User
“Il Programma Operativo ha certificato a dicembre scorso 1 miliardo e 300 milioni di euro che si avvicineranno a 2 miliardi di…
Giu 13, 2019

Foggia. “25 anni di volontariato a servizio dell’arte”

in Eventi by Super User
L’Associazione Alternativa Arte – organizzazione di volontariato della Regione Puglia –…
Giu 13, 2019

“Centro famiglia”: venerdì 14 giugno partono i laboratori gratuiti a Monte…

in Notizie Gargano by Super User
Tre giorni di laboratori gratuiti dedicati alle famiglie. Sono le attività del progetto…
Giu 13, 2019

CIS Capitanata, Carla Giuliano (M5S) sollecita il Comune di San Severo a…

in Politica by Enzo
“Il Contratto istituzionale di sviluppo della Capitanata rappresenta un’opportunità…
Giu 12, 2019

Agostinacchio: “Plaudo al successo di Franco Landella...

in Politica by Super User
“Plaudo al successo di Franco Landella che ha saputo parlare al cuore della gente,…
Giu 12, 2019

9^ corrimonte: ufficialmente aperte le iscrizioni per tutte le gare

in Sport news by Super User
La manifestazione sportiva organizzata dal Gruppo Podistico Montanari DOC si svolgerà…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.