Droga davanti alle scuole.  A Monte Sant’Angelo i Carabinieri denunciano quattro persone, c’è anche un minore

Il fenomeno dello spaccio e consumo degli stupefacenti non esclude neanche i piccoli o medi paesi del Gargano. Un dramma che purtroppo circoscrive realtà dove tutti si conoscono e sanno.

Monte Sant’Angelo è tra questi. Fortunatamente che le Forze dell’ordine ci sono e, come sempre, non sottovalutano il dramma, oltre che un reato ignobile.

Nelle giornate del  4, 6 e 7 ottobre 2020, i Militari dell’Arma Stazione dei  Carabinieri di Monte Sant'Angelo, coadiuvati dal M.llo Magg. Michelangelo Dargenio, durante i continui e certosini controlli preventivi e repressivi per lo spaccio e consumo di stupefacenti, hanno messo a termine una proficua azione antidroga. Da giorni i Carabinieri controllavano una scuola del centro garganico e grazie al loro perspicace lavoro di indagine sono riusciti a incastrare spacciatori e consumatori di droga, nello specifico marijuana, denunciando una persona per l’art. 73 c.c.p. e segnalandola in base all’art. 74 c.c.p..

Nella giornata del 7 ottobre c.a. i militari davanti la scuola tenuta in osservazione hanno bloccato tre persone con indosso 7,5 gr di cocaina, già divisa in dosi, e del denaro contante, presumibilmente frutto dell’attività illecita. Applicando l’art. 73 c.c.p. i tre sono stati denunciati, compreso un minorenne, ora al vaglio del Tribunali per i Minori.

A Monte Sant’Angelo il fenomeno era quasi del tutto assente. Da qualche tempo pero è diventato oggetto di controllo da parte delle Forze dell’ordine. Un dramma per il centro micaelico che i Carabinieri del luogo stanno cercando di arginare e debellare. Complice dell’aumento della presenza di droga davanti le scuole è quel “liberi tutti” di giovani che non avendo “padroni” si organizzano tra loro per fare profitti.

@newsGargano tutti i diritti riservati

Read 599 times
Share this article

About author

Redazione
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.