Un pareggio che vale una vittoria. Il Foggia evita al Francavilla la gioia del derby

In casa è stata una gara a doppia velocità, che ha visto le due formazioni alternarsi tra varie occasioni a rete. Iniziata allo Zaccheria alle ore 14:30, in campo sono andate due formazioni determinate a far suo il secondo derby sul rettangolo verde foggiano.

Il primo tempo son stati 45 minuti di andirivieni per le due formazioni, sfruttando maggiormente gli errori difensivi di entrambe le squadre. Il Foggia pur avendo una difesa rivista tecnicamente da Mister Marchionni e che marca uno a uno, ha commesso alcuni errori non vanificati dagli ospiti. Le maggiori azioni da batticuore, infatti, si sono avute da svarioni che hanno fatto scaldare i guantoni di Fumagalli, sempre una garanzia tra i pali. I Satanelli hanno sfiorato alcune volte il vantaggio, con palle da lontano e terminate di pochissimo fuori dalla rete e con respinte intuite dagli estremi difensori della Virtus Francavilla.

Nella ripresa, in campo con gli stessi 22 calciatori della prima tornata, è il Foggia a incidere, a caratterizzare il gioco sul campo. Crispino deve bloccare l’egemonia rossonera, smorzando palle decisamente a rete. È un Foggia decisamente diverso. Tuttavia la Virtus non cede e sfrutta i varchi che il Foggia lascia in fase difensiva. Fumagalli para. La svolta arriva al 53esimo. Da un’azione iniziata schematicamente a centro campo è il Foggia che si porta in vantaggio con un bel tiro di Rocca dalla distanza. Foggia 1 – Virtus Francavilla 0. Gli ospiti pressano, vogliono il pareggio e impegnano gli uomini Mister Marchionni, che riescono a mantenere il gioco alla metà campo. Il Foggia cerca di controllare il risultato ma il Francavilla non ci sta a uscire sconfitto dallo Zaccheria e da un derby. Affonda e riduce gli spazi tanto da sfiorare il pareggio con alcune conclusioni che Fumagalli nega. Al’81esimo, e sempre da svarioni difensivi, con Castorani il Francavilla pareggia. Foggia 1 – Virtus Francavilla 1

Termina una gara combattuta, un derby sentito dagli ospiti, con il Foggia che mette in cassaforte un punticino prezioso, portandola a quota 14, in zona play-off. Dopo la sconfitta contro il Teramo che ha evidenziato una compagine rossonera lacunosa nel gioco difensivo e di rimessa, il Foggia, anche arrabattando palle inattive, evita la sconfitta.  La Virtus ci ha creduto e ha sfruttato le poche debolezze dei padroni casa, quella difesa che se il Foggia vuol mantenere la posizione e ambire a vette più alte, deve lavorare, in particolare sulla prima metà campo, quella che Fumagalli riesce a gestire con le sue parate.

Read 234 times
Share this article

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.