Print this page
L’amministrazione cambiamonte/pd e i giochi dei ruoli: negligenza e superficialità!

Più volte abbiamo avuto modo di sostenere che l’Amministrazione CambiaMonte/PD sia superficiale e inconcludente, ma che il Sindaco d’Arienzo arrivasse a delegare i Consiglieri Comunali senza un atto formale questo proprio la città non se lo aspettava.

Come si ricorderà, all’atto del suo insediamento, il Sindaco nominò, così come prevede la legge, la Giunta comunale, mentre successivamente affidò deleghe anche ad alcuni Consiglieri Comunali per seguire specifici argomenti. Per la precisione, i Consiglieri delegati sono:

· sig.ra Libera Armillotta: delega all’innovazione;

· sig.ra Mattia Benestare: delega alle politiche giovanili e al rapporto con le associazioni;

· sig. Michele Guerra: delega al contenzioso;

· sig. Vittorio de Padova: delega alla frazione Macchia-Marina di Monte Sant’Angelo e delega all’area industriale.

Ebbene, durante il Consiglio Comunale di venerdì 21 giugno scorso, dopo l’interrogazione posta da un Capogruppo di minoranza, il Sindaco prima ha dato una lezione di diritto (come se gli fosse stato chiesto questo!), poi ha ammesso candidamente che, in effetti, lui non ha mai fatto decreti a riguardo, poiché il D.lgs. 267/2000 (TUEL) non prevede la figura del Consigliere con delega formale.

Non contento di questa affermazione, il Sindaco ha aggiunto che, se è vero che ha comunicato al Consiglio Comunale che ci sono Consiglieri Comunali delegati, è anche vero che ad essi non è affidato alcun potere (non c’era bisogno che il Sindaco lo dicesse, perché lo dice la legge). d’Arienzo, però, ha dimenticato che, almeno per una delega specifica, quella alla frazione di Macchia, un decreto va fatto; contrariamente, potrebbe accadere che un giorno, un qualsiasi consigliere, anche di minoranza, si potrebbe dire Consigliere delegato a Macchia, proprio perché non c’è la nomina ufficiale del Sindaco.

Sappiamo bene che questo è un ragionamento farraginoso ma, sia chiaro, non è un ragionamento di Forza Italia, è un ragionamento fatto dal Sindaco in Consiglio Comunale.

Dopo aver scoperto, a distanza di due anni dall’elezione di d’Arienzo a Sindaco, che ufficialmente non esistono Consiglieri Comunali delegati dal Sindaco, FORZA ITALIA ritiene che CambiaMonte/PD stia continuando a giocare ai ruoli, perché questo è venuto fuori dall'ammissione del Sindaco. Peraltro, non riusciamo ancora a capire a cosa serve la delega loro affidata se ogni volta che c’è un Consiglio comunale “Question Time” – durante il quale anche i Consiglieri delegati possono essere interrogati – loro sono puntualmente assenti, ma se ci sono, non rispondono mai ai quesiti posti ma risponde il Sindaco: le deleghe sono state assegnate solo per dare un incarico?

La città non può stare in mano a gente così sprovveduta

FORZA ITALIA è preoccupata per tanta negligenza e superficialità e chiede all’Amministrazione CambiaMonte/PD di smetterla di giocare ai ruoli e di iniziare a governare la città senza fare distinzione rispetto all’appartenenza partitica o politica di un cittadino. (Fonte: Forza Italia – sez. di Monte Sant’Angelo)

   
Read 104 times
Share this article

About author

Super User