Torremaggiore scende in piazza. [VIDEO] Le Partite IVA chiedono di lavorare e consegnano una lettera al sindaco

Questa mattina, così come vi avevamo anticipato, si è svolta a Torremaggiore una manifestazione indetta dalle locali “Partite IVA”.

Lo slogan scelto, #nonèandatotuttobene, evidenzia la situazione al limite della sostenibilità in cui si trovano molte piccole attività che dopo più di un anno non riescono ad intravedere una luce in fondo al tunnel.

«Qualcosa non è andato come doveva nonostante le chiusure, e i contagi continuano ad aumentare» il commento dei partecipanti, accorsi in massa.

«Bisogna rendersi conto che occorre convivere con questo virus –il commento di una Partita IVA-, adottando tutte le misure possibili per evitare un diffondersi del contagio».

 Proprio per questo motivo, per sensibilizzare su queste tematiche, che le Partite IVA di Torremaggiore hanno deciso di organizzare una manifestazione a livello locale, che ha visto la partecipazione di tutti, anche con la testimonianza di alcune delegazioni dei paesi vicini e la solidarietà delle attività che non sono soggette a chiusura, che questa mattina hanno deciso di abbassare le serrande.

Il comitato spontaneo, che è nato a margine della manifestazione, ha consegnato nelle mani del primo cittadino di Torremaggiore , Emilio Di Pumpo,  una lettera con le loro difficoltà, con richieste e rimostranze, affinché la loro voce possa essere portata sui tavoli regionali e centrali. Difatti il messaggio mandato al sindaco è stato quello di consegnare la lettera al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e ai rappresentanti parlamentari della Capitanata.

I prossimi appuntamenti in seno al comitato spontaneo sono a Roma, lunedì e martedì; quest’ultimo per una manifestazione pacifica con la partecipazione da tutte le Partite Iva  di tutta Italia.

L’obiettivo è riaprire, con sicurezza, ma riaprire.

Read 245 times
Share this article
Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.