Le "Storie sotto l'ombrello" ricordando Italo Calvino per una cittadinanza attiva

a cura degli alunni Sofia Delle Fave, Maria Giraldi, Concetta Vocale, Rino Braho.

Il 23 novembre le classi dell’IIS “Federico II” di Apricena, 3BT e 3BTS dell'indirizzo delle Biotecnologie sanitarie, guidate dalle docenti Annamaria Compagnone e Mara Santamaria, hanno sfilato per le strade di Apricena per raccontare “Storie sotto l’ombrello”.

Tra le tante storie, gli studenti hanno scelto le fiabe e i racconti di Italo Calvino, per ricordare l’autore in occasione del Centenario della sua nascita.

Dal bisogno di fare scuola in modo alternativo e poco protetto dalle mura scolastiche e dalla necessità di entrare in contatto con la gente per far emergere, nel tessuto cittadino, la propria freschezza e soprattutto il desiderio di un contributo culturale capace di costruire ponti relazionali, è nata l’idea di un presidio mobile, un’iniziativa di lettura ad alta voce che ha animato le strade, i negozi, i circoli e le scuole della città.

A fare da coreografia alle storie c’erano gli ombrelli, addobbati con fiocchi e nastri su cui sono state riportate le frasi più belle di Calvino.

“La fantasia è il luogo dove ci piove dentro”, scriveva l’autore. Infatti sono bastati pochi minuti di lettura per farsi travolgere dalla fantasia e sciogliere nei ragazzi l’ansia e la paura di sbagliare o di non essere compresi.

Prima tappa del percorso, è stato l’Istituto Comprensivo “Fioritti”, dove gli studenti delle classi terze hanno ascoltato le storie con attenzione, anche più d’una volta e hanno scoperto la magia di Calvino.

Per le strade, anziani, giovani mamme, signore intente a far la spesa, commercianti presi dal loro lavoro, tutti hanno accolto ed ascoltato i ragazzi, prestando loro attenzione e complimentandosi per l’iniziativa ammirevole.

L’ultima tappa è stata quella dell'Istituto Comprensivo “Rodari”. Qui, con grande sorpresa del presidio mobile, gli studenti sono stati accolti calorosamente con un bellissimo ombrello super decorato di fiori. Espressione di sintonia, di continuità, di gioia e condivisione dell’esperienza.

È stata un’iniziativa degna di grande impegno e professionalità, che ha portato tutti a sorridere e ad essere più uniti che mai.

Con quest’esperienza, le classi 3Bt e 3BTS hanno dimostrato che ci si può divertire anche senza smartphone e soprattutto nel mondo reale, fuori dai social. Questo è il “potere delle storie”!

Afferma la Dirigente Scolastica, prof.ssa Alessia Colio «Questo presidio mobile, che ha visto come protagonista Italo Calvino, in occasione del centenario, e che ci regalerà - sono sicura - tante altre sorprese, ha dimostrato che la magia delle storie e la narrazione condivisa hanno il potere di creare connessioni umane. Questa iniziativa, inoltre, ha sottolineato l'importanza di una didattica capace di osare e di uscire fuori dall' aula, di una scuola che si riconosce diffusa sul territorio e che pone al centro del processo di insegnamento-apprendimento lo studente, protagonista della costruzione del sapere, sotto la guida e il supporto del docente. Ritengo che questo approccio dinamico, creativo e appassionante non solo arricchisca l'esperienza educativa ma dimostri che il vero apprendimento, quello significativo, vada oltre lo spazio aula e lo strumento libro, abbracciando la vita reale e le connessioni con tutta la comunità, perché la scuola è palestra di vita, la scuola è vita. Un plauso agli studenti, in particolare agli studenti delle classi terze del biotecnologico, che si sono lasciati coinvolgere, e ai docenti che, in linea con l'atto di indirizzo delle attività e delle scelte di gestione, ispirati dalla ‘vision’ e dalla ‘mission’ della scuola, hanno abbracciato questa prospettiva innovativa, rendendo l'apprendimento più coinvolgente e centrato sullo studente».

Read 698 times
Share this article

BANNER 2   News Gargano 1150x290

FABS2022 long animate

 

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.