Contro il bullismo nelle scuole. Firmati disciplinari in Regione Puglia

Oggi la firma dei disciplinari con le 23 scuole pugliesi per la presentazione dei progetti in materia di prevenzione e contrasto ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo.

Si è tenuta questa mattina, a Bari, presso la sede della Regione Puglia, la firma dei disciplinari con le 23 Scuole capofila pugliesi che hanno concorso, a seguito di Avviso pubblico, alla presentazione di progetti in materia di prevenzione e contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, nell’ambito del Protocollo di Intesa tra Dipartimento Welfare della Regione Puglia e Ufficio Scolastico Regionale.

Sono intervenuti l’Assessora al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone, la Direttrice del Dipartimento Welfare della Regione Puglia, Valentina Romano, la Dirigente di Sezione del Dipartimento Welfare della Regione Puglia, Caterina Binetti, la Referente dell’Ufficio Scolastico Regionale, Puglia, Mariapia Veronico e i Dirigenti Scolastici rappresentanti delle 23 Scuole capofila pugliesi.

Le istituzioni scolastiche aderenti, di ogni ordine e grado, saranno impegnate a  realizzare percorsi concreti di prevenzione sul campo, sostenuti da azioni di formazione specifica, di primo e di secondo livello, per docenti, o per team bullismo, che prevedano attività di sensibilizzazione e di informazione dedicate a studenti e famiglie, nonché l’istituzione di sportelli di ascolto, per la migliore rilevazione del fenomeno e l'accoglienza delle richieste di aiuto.

La progettazione dei percorsi richiede necessariamente un accordo di rete copromosso da almeno 3 scuole, una unità formativa della durata non inferiore a 25 ore, una articolazione del percorso, con competenze e abilità da raggiungere, aree formative, con particolare riguardo agli strumenti utili e alle buone pratiche per contrastare i fenomeni del bullismo e cyberbullismo. 

Sarà, inoltre, individuato un ambiente per lo svolgimento del percorso formativo all’interno di una delle istituzioni scolastiche della rete. 

I progetti dovranno concludersi entro il 30 marzo 2024.

“Bisogna insegnare ai nostri ragazzi ad aiutare i propri compagni, a non discriminare, che il bullismo è solo una forma di debolezza e vigliaccheria. La scuola deve essere un luogo di aggregazione, di crescita culturale e personale, dove si costruiscono i rapporti umani che spesso durano una intera vita. Vi è la necessità di fare rete, parlare alle famiglie, ai ragazzi, ai docenti, agli educatori, sensibilizzare rispetto ad un tema così importante e delicato, affinché si ritorni a quei valori fondamentali che devono contraddistinguere le nostre famiglie e comunità. Ed è proprio questo l’obiettivo dell’iniziativa, che suggelliamo oggi con le scuole, attraverso cui dobbiamo diffondere quanto sia importante la comprensione dei sentimenti altrui senza cadere nella superficialità d’animo. Ringrazio, ancora una volta, la consigliera Grazia Di Bari per la grande sensibilità mostrata sul tema”. Lo dichiara l’assessora al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone. 

“La sinergia con l’USR Puglia - spiega la Direttrice del Dipartimento Welfare della Regione Puglia, Valentina Romano - che ringrazio per la preziosa collaborazione, cristallizzata attraverso il Protocollo di Intesa, ha portato all’emanazione dell’Avviso Regionale per finanziarie, nelle Scuole Pugliesi, le attività di formazione, prevenzione e sensibilizzazione, in materia di bullismo e cyberbullismo. Sono molto felice che oggi questo accordo sia diventato realtà, attraverso la firma dei disciplinari con le 23 Scuole pugliesi, che hanno accolto, con grande entusiasmo, questa importante sfida. Vogliamo contrastare il fenomeno in tutte le sue manifestazioni, con una strategia di attenzione, tutela ed educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di vittime, sia in quella di responsabili di illeciti, assicurando l’attuazione degli interventi senza distinzione di età. La principale finalità della progettazione formativa sarà quella di offrire ai beneficiari agevoli strumenti e buone pratiche di lavoro, nell’ambito dei punti innovativi delle Linee di Orientamento per la prevenzione e il contrasto del Bullismo e Cyberbullismo, per le istituzioni scolastiche di ogni grado, il cui coinvolgimento diventi centrale ed imprescindibile. La scuola rappresenta il primo luogo di socializzazione e di relazione per i nostri ragazzi, in cui poter veicolare le tematiche del rispetto delle diversità, di uguaglianza tra individui, di educazione ai sentimenti, all’affettività e alla gestione serena dei conflitti”.

“La firma dei disciplinari - conclude la consigliera della Regione Puglia, con delega alla Cultura, Grazia Di Bari, prima firmataria della legge regionale per il contrasto al bullismo e cyberbullismo - permetterà di partire con l’attivazione dei progetti e di tutte le attività che serviranno ad attivare la rete stabilita dalla legge. Ringrazio l’ufficio scolastico Regionale, l’Assessora Barone, e tutto il Dipartimento, per il grande lavoro fatto in questi anni per dare attuazione alla norma per cui mi sono battuta nel 2018. Le storie che, tutti i giorni, leggiamo sui giornali ci fanno capire quanto sia importante la prevenzione nelle scuole e il supporto per ragazzi, insegnanti e genitori. Per poter ottenere risultati dobbiamo partire da un cambio culturale: a questo lavoriamo giorno dopo giorno”.

Read 582 times Last modified on Giovedì, 13 Luglio 2023 23:10
Share this article

About author

Redazione

BANNER 2   News Gargano 1150x290

FABS2022 long animate

 

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.