Il Sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo e l’Assessore alla cultura e al turismo Rosa Palomba domani - venerdì 8 febbraio - prenderanno parte all’inaugurazione della mostra “Toccar con mano i Longobardi”, l'esposizione parte del progetto omonimo per il quale l'Associazione Italia Langobardorum, struttura di gestione del sito UNESCO "Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)", ha ottenuto dal MiBACT (Ministero per i Beni e le Attività culturali e per Turismo) il riconoscimento del suo valore e l'ammissione a finanziamento a valere della L. 77/2006 "Misure di tutela e fruizione a favore dei siti UNESCO" italiani.

La mostra, realizzata in collaborazione col Museo Tattile Statale Omero, ha l'obiettivo di far conoscere la straordinarietà e la complessità del sito UNESCO attraverso un percorso tattile e una gamma differenziata di opzioni di fruizione che ne facilitano la comprensione, assicurando a tutti un'esperienza multisensoriale ottimale.

Saranno esposti sette modellini tridimensionali in scala dei monumenti architettonici che rappresentano maggiormente il sito seriale longobardo e sette modellini relativi alle aree in cui sono situati i monumenti, per permettere l'esplorazione tattile dei loro contesti di provenienza.

A rendere il percorso ancor più accessibile saranno le audio descrizioni da ascoltare tramite NFC e QR code, nonché un catalogo in Braille e uno in large print.

La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile al Museo Omero fino al 22 marzo al 2020, per poi essere ospitata nelle sette città del sito UNESCO.

All'inaugurazione della Mostra Sabato 8 Febbraio ore 17 saranno presenti la presidente dell'Associazione Italia Langobardorum Laura Castelletti, Vicesindaco del Comune di Brescia; un funzionario del MiBACT e il presidente del Museo Tattile Statale Omero Aldo Grassini; i rappresentanti amministrativi dei Comuni di: Cividale del Friuli, Castelseprio e Gornate Olona, Campello sul Clitunno, Spoleto, Monte Sant'Angelo e Benevento.

L'Associazione Italia Langobarodurm costituita nel 2009 dai comuni della Rete è la struttura di gestione del sito, non ha scopo di lucro e si occupa di progettare, coordinare e monitorare le azioni di rete relative alla valorizzazione, promozione e sensibilizzazione del sito UNESCO.

Il Sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)", iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale il 25 Giugno 2011, include Cividale del Friuli, Brescia, Torba-Castelseprio, Campello sul Clitunno, Spoleto, Benevento e Monte Sant'Angelo e comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano, dal nord al sud della Penisola, laddove si estendevano i domini dei Ducati Longobardi. I beni compresi nel Sito, selezionati ognuno per la propria tipologia, rappresentano i modelli più significativi o meglio conservati tra le numerose testimonianze diffuse sul territorio nazionale e rispecchiano l’universalità della cultura longobarda nel momento del suo apice.
 

TOCCAR CON MANO I LONGOBARDI

8 febbraio 2020 - 22 marzo 2020
Museo Tattile Statale Omero - Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28 ANCONA
tel. 0712811935
www.museoomero.it - www.longobardinitalia.it
Social: facebook, twitter, instagram, pinterest, youtube

INGRESSO Libero

ORARIO
Dal martedì al sabato 16 - 19; domenica e festivi 10 - 13 e 16 - 19.

Progetto a cura di | Maria Stovali, Arianna Petricone, Francesca Morandini
In collaborazione con | Museo Tattile Statale Omero
Consulenza scientifica | Aldo Grassini, Cristiana Carlini, Giorgio Flamini
Consulenza tecnica | Cooperativa Opera: Monica Bernacchia, Massimiliano Trubbiani
Progettazione e realizzazione plastici 3d | Finlogic spa, SmartLab3d
Realizzazione catalogo Braille e pannelli tattili | Stamperia Regionale Braille onlus di Catania
Progettazione e realizzazione supporti allestimento | Casa di Reclusione di Spoleto
Audioguide | Compagnia #SIneNOmine
Traduzioni | Jim Bishop
Uffici territoriali | Albina Contenti, Pasquale Gatta, Sara Matilde Masseroli, Francesca Morandini, Pasquale Palmieri, Claudia Pitassi, Maria Stovali
CdA Ass.ne Italia Langobardorum | Laura Castelletti, Stafano Balloch, Maurizio Calisti, Pierpaolo d’Arienzo, Rossella Del Prete, Sara Matilde Masseroli, Ada Urbani
Si ringraziano | Ente Basilica - Santuario San Michele Arcangelo, Polo Museale dell’Umbria, Soprintendenza Lombardia Occidentale, Nicola Del Barba, Deborah Muzi, Luigi Salierno - SCOOP arl, SEMA snc, Piera Tabaglio, Selene Teodor

 

Il volume ripercorre la storia del Santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo sul Gargano in età angioina (1266-1442), mediante l'attenta analisi di tutte le sue componenti architettoniche e scultoree. L'apparato plastico dell'intero monumento, letto nelle sue componenti formali, iconografiche e stilistiche, rivela la pluralità di linguaggi con cui si espresse in Puglia il fenomeno artistico noto come 'Gotico', partendo dalla tarda età sveva per giungere agli albori dell'età aragonese, con particolare attenzione al ruolo svolto dai committenti. Emergono rapporti con la cultura adriatica, con quella abruzzese e, ovviamente, con quella della corte di Napoli, dove personaggi del calibro di Tino di Camaino e Antonio Baboccio da Piperno avevano dettato nuove regole. Sculture inedite vengono affiancate al repertorio meglio noto che, però, trova una nuova e più adeguata collocazione cronologica, sulla base di opportuni confronti con opere affini e grazie all'analisi di una documentazione di età moderna poco frequentata dalla critica di settore.

 

Oggi a Monte S. Angelo si sono scritte delle belle righe di civiltà, vi proponiamo il post di Donato Taronna: "Nella mattinata odierna nei pressi della villa comunale in Piazza Beneficenza a Monte Sant"Angelo dei ragazzini di circa 10 anni G.A.e G. D.hanno ritrovato e consegnato ai Carabinieri di Monte Sant"Angelo un portafoglio con circa 100 euro all'interno.
Il risvolto positivo di esempio di Legalità di ragazzi che vivono situazioni difficili e che hanno immediatamente chiamato e consegnato ai Carabinieri il portafoglio con il suo contenuto.
Sindaco, bisogna dare atto a questi ragazzi con un gesto umile ma significativo da parte della sua Istituzione che rappresenta."

Complimenti ai ragazzi, di certo le massime istituzioni valorizzeranno quest'atto, non foss'altro che per sensibilizzare altri giovani e ragazzi della città dei due siti Unesco.

Attivi i concorsi per un assistente sociale, un autista per scuolabus, due geometri e il Comandante della Polizia municipale

 Un assistente sociale, un autista di scuolabus, due geometri e il Comandante della Polizia municipale. Sono 5 i concorsi attivi presso il Comune di Monte Sant’Angelo. “Negli ultimi anni nel nostro Comune sono stati circa 30 i pensionamenti, personale mai sostituito. Una situazione che condividono tutti i comuni italiani, che, con il blocco del turnover, hanno subito inevitabilmente difficoltà a garantire i servizi che la Pubblica amministrazione deve offrire al cittadino. Con queste nuove figure inizieremo a porre rimedio a questa situazione ormai divenuta insostenibile e avvieremo il percorso per rendere più efficiente la macchina amministrativa e quindi poter erogare servizi alla cittadinanza sempre più efficaci e vicini alle esigenze di tutti” – spiega l’Assessore al personale, Giuseppe Totaro. I bandi scadranno al trentesimo giorno dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

ASSISTENTE SOCIALE

Il Responsabile del Settore Affari Generali, in esecuzione della determinazione gestionale  n. 737 del 02/10/2018, rende noto che è indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n.1 posto, a tempo indeterminato, full-time di Assistente Sociale cat. D.

Bando di concorso ]

AUTISTA SCUOLABUS

Il Responsabile del Settore Affari Generali, in esecuzione della Determinazione gestionale n.705 del 27/08/2019, rende noto che è indetto un concorso pubblico per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di Autista scuolabus categoria giuridica ed economica B3.

Bando di concorso ]

GEOMETRA

Il Responsabile del Settore Affari Generali, in esecuzione della determinazione gestionale n. 220 del 12/3/2019, rende noto che è indetto un concorso per titoli ed esami per la copertura a part-time 18 ore settimanali e indeterminato di due istruttori tecnici – Categoria “C” – profilo professionale “Geometra” CCNL Enti Locali

Bando di concorso ]

COMANDANTE POLIZIA MUNICIPALE

Il Responsabile del Settore Affari Generali, In esecuzione della determinazione n. 705. del 27/08/2019, rende noto che è indetto un concorso per titoli ed esami per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 1 posto di
“Responsabile Settore Polizia Locale con funzioni di Comandante del Corpo Polizia Locale cat. D” CCNL 2002/2005– Comparto Regioni ed Autonomie Locali.

Bando di concorso ]

 

 

Ci informano che il tratto interessato dai lavori è la prima parte della panoramica sud, che parte dal deposito dei mezzi della Tecneco fino all’imbocco della salita “Giardino”. È pertanto percorribile dalla zona croce fino all’ingresso della zona Sant’Antonio Abate, e dal bivio del supermercato San Michele fino alla salita cosiddetta “Giardino”.

Per maggiore chiarezza non abbiamo voluto indicare i nomi ufficiali delle strade ma le denominazioni comuni. Inoltre potete vedere dalle foto allegate il dettaglio della strada chiusa.

Se riceveremo ulteriori informazioni ve le comunicaheremo.

 

Decine per non dire centinaia, sono state le foto scattate nell’angolo dell’amore creato nel centro storico di Monte S. Angelo. Una intuizione che ha creato interesse da subito. L’ideatrice Silvia Di Iasio, con l’aiuto degli artisti/artigiani presenti nel mercatino dell’artigianato in piazza Sant’Oronzo hanno messo su un angolo che ha attirato l’attenzione dei passanti e poi come si sa, è stato sufficiente pubblicare su facebook alcuni scatti dei primi avventori per far affollare il luogo di curiosi che hanno voluto fotografare e selfarsi in questo piccolo angolo dell’amore. Qualcuno lo ha chiamato “u vucculicchio” termine dialettale che significa stradina stretta, ma anche piccolo tunnel dell’amore, tante le definizioni per un posto davvero incantevole.

 

Ancora una volta, in pieno periodo estivo, Acquedotto Pugliese lascia i cittadini senz’acqua. Se nei giorni scorsi a farne le spese è stato il Gargano nord, oggi l’amara sorpresa è stata per Monte Sant’Angelo, soprattutto per la zona alta, per il Corso principale e per i piani alti del resto della città. Un grave disservizio le cui vittime sono, oltre ai residenti, i turisti presenti in città per questo periodo ferragostano e le attività commerciali, ristoratrici e di accoglienza.

Ieri il Comune di Monte Sant’Angelo aveva diramato una nota con la quale si chiedeva di razionalizzare l’uso dell’acqua perché Acquedotto Pugliese aveva fatto sapere che lo svuotamento dei serbatoi era più veloce dell’approvvigionamento. Ebbene, fino ad ora Acquedotto aveva presentato motivazioni di ogni tipo – rottura delle condutture, delle pompe di sollevamento ecc. –, ma sentir dire, in piena estate, con la presenza di turisti, che l’approvvigionamento è inferiore al consumo fa pensare ad uno scherzo!

Che il Gargano, come anche Monte Sant’Angelo, in estate, sia pieno di turisti non crediamo sia una novità, e questo lo sanno anche ad Acquedotto Pugliese, i cui dirigenti hanno l’obbligo di garantire, attraverso una seria programmazione, un servizio che costa un bel po’ di quattrini ai cittadini;

Monte è una città UNESCO, meta di turisti da ogni dove, ai quali dobbiamo ospitalità, disponibilità e servizi; solo così questi ritorneranno o ringrazieranno facendo pubblicità gratuita. Questi gravi disservizi allontanano i turisti, i cittadini originari di Monte che ritornano nella loro città natale e demotivano quanti vogliano investire nella nostra città.

FORZA ITALIA chiede all’Amministrazione Comunale di attivarsi, se già non lo ha fatto, perché Acquedotto Pugliese garantisca un servizio completo, perché non sono le autobotti o le note/avvisi a tranquillizzare e a far venir meno le criticità. (Fonte: Forza Italia – sez. di Monte Sant’Angelo) 

Al via la macchina organizzativa della Festa Patronale 2019 La Giunta Comunale, su proposta dell'Assessore alla Cultura Rosa Palomba, ha inteso anche quest'anno rinnovare piena ed incondizionata fiducia al "Comitato Festa Patronale San Michele Arcangelo", alla luce del grande successo dei festeggiamenti organizzati negli ultimi due anni in onore del Santo Patrono. Un successo straordinario, riconosciuto anche a livello regionale con l'assegnazione al Comitato stesso del Premio "PugliaArmonica", quale "Esemplare gruppo di giovani innamorati della propria terra. Per aver preso in mano la prestigiosa tradizione della propria città, inscindibilmente legata al culto dell'Arcangelo Michele, con coraggio, entusiasmo e responsabilità" (Diso, 30 aprile 2019). Riconoscimento che ha avuto risalto anche su reti nazionali attraverso il servizio "Spazio Libero", a cura di RAI Parlamento, in onda su RAI 3. A tutta la comunità di Monte Sant’Angelo chiediamo adesso di accogliere e spronare ancora di più questi ragazzi che, con dedizione e passione, si mettono al servizio della collettività, riuscendo a concretizzare programmi culturali ed eventi che hanno riscosso un forte ed ampio consenso, attraverso un modello di gestione efficiente ed improntato alla massima trasparenza. Siamo certi che, anche quest'anno, riusciranno ad organizzare dei festeggiamenti degni di una Città con due siti Unesco! Non ci resta allora che augurare buon lavoro ai ragazzi del comitato e a tutti i cittadini una meravigliosa festa patronale 2019!

#FestaPatronaleMSA #LaCittàdeidueSitiUNESCO | www.montesantangelo.it

 

L’aumento della popolazione in queste settimane - dovuto alla presenza di numerosi turisti e di cittadini emigrati - a Monte Sant’Angelo, ma come anche in altri comuni turistici del Gargano e della Puglia, sta facendo registrare qualche disagio ai servizi. Acquedotto Pugliese invita “ad ottimizzare e a contenere i consumi dell’acqua in quanto l’impianto attualmente assorbe più della sua capacità massima”.

Infatti, al “serbatoio di Madonna degli Angeli”, in ingresso arrivano dall’impianto di sollevamento circa 37 litri al secondo; mentre, in uscita, nella sola giornata di domenica 11 agosto, ad esempio, sono stati registrati 53 litri al secondo. Uno scompenso importante che ha comportato in alcune ore della giornata la riduzione del flusso in uscita, al fine di evitare lo svuotamento del serbatoio.

“Questo è il motivo per cui si è registrato un calo di pressione soprattutto nella zona alta della Città e negli ultimi piani dei condomini” - fanno sapere dall’Ufficio tecnico comunale a seguito delle numerose segnalazioni ricevute in questi giorni.

“Chiediamo una collaborazione ai nostri concittadini e ai turisti affinché ottimizzino i consumi dell’acqua in modo da limitare al minimo i disservizi” - fa sapere il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d'Arienzo, che aggiunge - “Non dovrebbero esserci particolari problemi, in ogni caso abbiamo già chiesto ad AQP di monitorare continuamente la situazione per aggiornare la popolazione in tempo reale e di predisporre eventuali piani di contenimento del disagio”.

www.montesantangelo.it

 

Spettacolo teatrale della compagnia “Gloops” di Parma e del laboratorio teatrale “Ridere insieme…” dell’associazione “Genoveffa de Troia”.

Nell’ambito del Programma MONTE SANT’ANGELO SUMMER FESTIVAL 2019,  il 10 Agosto, alle ore 20.30, presso il Chiostro delle Clarisse, si terrà uno spettacolo teatrale liberamente tratto dall’opera “La tragica storia del dottor Faust” di C. Marlowe, intitolato “HAI PERDUTO IL CIELO, FAUST”, a cura dell’Associazione “Genoveffa de Troia”, in collaborazione con la Compagnia teatrale “GLooPS” di Parma, sotto la regia di Gabriella Carrozza, attrice e formatrice, con l’aiuto di Michele Notarangelo, responsabile del Laboratorio teatrale “Ridere insieme…”.

Scrive a tale proposito Maria Francesca Notarangelo, attrice della Compagnia di Parma: “Hai perduto il cielo, Faust” è una rappresentazione in chiave moderna e onirica di un grande mito, ispirato agli scritti di C. Marlowe e di J. W. Goethe, in cui si racconta il vissuto di Faust, medico e mago del 1500, sapiente studioso di filosofia e teologia che, per ottenere più conoscenza, potere e giovinezza, vende la propria anima a Mefistofele. Vivere è un tormento per Faust,  non può accontentarsi di vivere la propria realtà, ha “bisogno” di andare oltre i confini della conoscenza e della scienza, tanto da essere disposto a vendere la sua anima al diavolo”. Ma, oggi, ci chiediamo: Chi è Faust e chi è Mefistofele? Certamente, ormai, è scaduto il tempo dell’Homo Sapiens, che ha determinato, attraverso i secoli, la nascita di varie rivoluzioni, da quella agricola, a quella industriale, fino a quella tecnologica. Oggi l’Homo Sapiens, ormai è al tramonto, anche perché egli ha finito per mettere in crisi i principi e i valori della stessa modernità, quali erano un tempo riconoscibili attraverso la Ragione, il Progresso, la Scienza, la Civiltà.

Oggi l’Homo Sapiens  è stato sostituito dall’Homo Deus, tanto da produrre una vera e propria crisi di rigetto di tutto ciò che un tempo si credeva necessario alla felicità dell’uomo. Ma ben presto si è visto che il tutto ha prodotto violenza e orrori, tanto da creare le basi per la soggezione della Natura all’uomo, il quale è diventato padrone assoluto del mondo, ma soprattutto del proprio destino. Del resto, oggi, l’Uomo-Faust, invece di innalzarsi verso Dio, ha creato l’inferno in terra, tanto da compromettere, attraverso l’hybris,  la superbia che diventa tracotanza, l’esistenza stessa del Pianeta Terra. In questo senso l’hybris rappresenta la violazione del limite, cioè la protervia di poter superare i limiti imposti dal rispetto dovuto alla divinità, alla natura e agli uomini. Personifica la violenza e la dismisura, in contrapposizione a  dike, la giustizia,  e a sophrosyne, la saggezza e la prudenza. È la presunzione di forza, di potenza, proprio dell’uomo che offende gli dèi e ne provoca la vendetta. In questo senso, nella modernità la hybris è elevata a virtù, positivamente inserita tra i nuovi valori da esaltare, come modello di comportamento da favorire e implementare. Ed ecco, quindi, ci si chiede: oggi, abbiamo bisogno di un nuovo Faust, oppure di una nuova umanità, che possa dare all’uomo la sua dignità e non solo la sua superbia?  

image003

Genoveffa De Troia

Da quando C. Marlowe scrisse, nel 1590, la prima opera intitolata Il Dottor Faust, prima ancora di Goethe nel 1808,  il Faust esprime emblematicamente lo spirito dell’uomo euro-occidentale, incessantemente proteso alla ricerca della conoscenza e alla conquista del bene, trovando nello Streben nach dem Unendlichen - il titanico “sforzo proteso all’infinito” - il suo significato principale. In altre parole, il Faust di Marlowe e poi di Goethe ha rappresentato lo spirito dell'umanità europea e occidentale, che sin dai suoi albori nella Grecia antica volge la sua attenzione alla conoscenza teoretica, alla prassi trasformatrice, alla tecnica orientata eticamente e all'umanizzazione del mondo grazie al legame inscindibile tra scienza e tecnica, tra sapere e saggezza pratica, legame acuitosi e mostratosi in tutta la sua proficuità dall'inizio della storia moderna, nel periodo rinascimentale, alla rivoluzione scientifica e all'avvento del cartesianismo fino alla crisi della modernità e, quindi, all'imminente rivoluzione tecnologica.

Nell’opera di Goethe, Faust è il simbolo del "desiderio della dominazione, della potenza e dell'abbandono", ma anche lo “spirito del Sistema”, della volontà indomabile, bramosa e penetrante di inquadrare e comprendere l'universo nella sua interezza ed abbracciarlo con la mente, che caratterizza il personaggio di Faust sin dalla prima pagina della prima parte della tragedia, come tutta la storia del pensiero occidentale a partire da Platone fino a Husserl, nell'unione di un'armonia illuminata che è Ragione, e di un impeto implacabile che è Volontà. In questo senso, in virtù delle ragioni appena esposte, Faust può dirsi l'incarnazione culturale suprema della modernità e la relativa opera, la mitopoiesi fondante, di quella che rappresenta l'idea primigenia e originaria che definisce la cultura europea, lungo tutto il corso della sua storia. Solo che, l’intero percorso della modernità, a detta di molti scrittori, fra cui Marx, Nietzsche,  Freud, Haidegger, è stato un fallimento, tanto da produrre, nel Novecento, ben due guerre mondiali e forme estreme di autoritarismo, come il nazismo, il fascismo e il comunismo. E allora ci si chiede: da dove nasce tale hybris o superbia e dove essa può oggi portarci, in un mondo in cui i valori fondanti dell’Illuminismo e della modernità sono ormai decaduti e tramontati, in un  mare di nostalgia, come afferma Marcello  Veneziani,  e di persistente risentimento verso il passato. Da tutto ciò, si ricava che Faust, interpretato dalla Compagnia “GLOOPS” di Parma,  è il simbolo della crisi dell’Io, dell’uomo contemporaneo, nel suo rapporto con la realtà. In questo senso, molti sono i temi contenuti nella tragedia del Dottor Faust, come quello del peccato, della dannazione e della redenzione; il tema della brama di conoscenza; quello della magia e infine il personaggio di Faust che diventa, grazie alla caratterizzazione che ne fa Marlowe, topos letterario egli stesso, capace di ispirare altre grandi opere letterarie dei secoli successivi, fra cui il Faust di Goethe.

GIUSEPPE PIEMONTESE, Società di Storia Patria per la Patria

 

Pagina 1 di 48
Maggio 25, 2020

UIL SCUOLA FOGGIA, SUL TERRITORIO TRA LE SCUOLE QUATTRO…

in Politica by Enzo
La UIL Scuola apre a Manfredonia, San Severo, Vieste e Peschici, quattro nuovi sportelli in provincia di Foggia per far sentire…
Maggio 19, 2020

BATTERIE PIROTECNICHE ABUSIVE A SAN SEVERO L’ On. Carla…

in Politica by Enzo
L’On. Carla Giuliano e la Consigliera Regionale Rosa Barone, quest’ultima Presidente della Commissione Antimafia della Regione…
Maggio 02, 2020

CGIL-CISL-UIL FOGGIA: “Misure urgenti per fronteggiare…

in Politica by Enzo
Carmeno, Costantino e Ricci, unitamente ai Segretari Daniele Iacovelli Flai Cgil, Paolo Frascella Fai Cisl ed Antonio Castriotta…
Aprile 30, 2020

Lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro, il Primo…

in Politica by Enzo
“Lavoro in Sicurezza: per Costruire il Futuro”: è questo lo slogan che CGIL CISL e UIL nazionali hanno scelto quest’anno per la…
Aprile 28, 2020

Notifiche a mezzo PEC alla Pubblica Amministrazione;…

in Politica by Enzo
“L’Esecutivo ha accolto l’ordine del giorno a mia prima firma con cui chiediamo al Governo di adoperarsi per rendere effettiva la…
Aprile 24, 2020

Sicurezza, Dpi, prevenzione, tavoli di confronto, sanzioni;…

in Politica by Enzo
“Siamo ormai prossimi all’inizio della Fase2 e, con la consapevolezza che occorre ripartire gradualmente e in sicurezza e che la…
Aprile 18, 2020

I musei come giacimenti della bellezza. Di giuseppe…

in L'anima del luoghi by Super User
Ciò che manca oggi all’uomo, costretto in casa per non esporsi al contagio del Coronavirus, è il rapporto con la Bellezza, che…
Apr 07, 2020

CGIL CISL UIL FOGGIA: “Indispensabili controlli a tappeto nelle case di cura,…

in Politica by Enzo
“I dati sui contagi nella casa di riposo per anziani “Sacro Cuore” di Torremaggiore sono…
Apr 02, 2020

Giorgione (UIL FPL): “Non si possono amputare i reparti di chirurgia e…

in Politica by Enzo
“Sanata la possibile criticità che si stava per produrre a San Severo, non è possibile…
Apr 01, 2020

Giorgione (UIL-FPL): “Molto soddisfatti per mantenimento operatività…

in Politica by Enzo
“Dopo la doccia fredda dei giorni scorsi non possiamo che esprimere soddisfazione alla…
Apr 01, 2020

M5S - Barone Giuliano e Menga rispondono a Miglio ed Emiliano

in Politica by Enzo
Apprendiamo di un post nel quale il Sindaco di San Severo Francesco Miglio riferisce di…
Apr 01, 2020

CGIL-CISL-UIL FOGGIA: “Foggia e la Capitanata non si lasceranno piegare dalla…

in Politica by Enzo
“È raccapricciante pensare che mentre il mondo intero trema, piange ed è costretto a…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.