Fratellini 6 e 7 anni annegati in vascone in località Beccarini / Inacquata. Aperto procedimento legale per omessa custodia e vigilanza dei luoghi

Presso la Procura di Foggia pende il procedimento penale istauratosi a seguito di quanto accaduto nella serata del 11 luglio 2023, quando al Commissariato di Polizia di Manfredonia, giungeva richiesta di intervento da parte di un utente che segnalava che in località Beccarini / Inacquata, in territorio di confine tra il comune di Manfredonia e di Zapponeta, due bambini di 6 e 7 anni, alle ore 18,45, si erano allontanati dalla abitazione in uso ai loro genitori e le ricerche di familiari ed amici erano risultate vane.

Il fatto è balzato alle cronache nazionali ed è il decesso di due bambini romeni annegati in un vascone irriguo situato nelle vicinanze del casolare di famiglia.

Gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Manfredonia giungevano sul posto intorno alle ore 21,00 acquisendo informazioni sull’accaduto ed effettuando una perlustrazione dell’area circostante senza, tuttavia, rintracciare i due bambini. Si richiedeva l’immediato intervento dei vigili del fuoco, che inviavano una squadra, e veniva allertato il 118. Sul posto interveniva anche personale della Polizia Scientifica per i rilievi.

Nel corso delle ricerche, poiché sull’argine di una vasca d’acqua posizionata a breve distanza dall’abitazione in uso al nucleo familiare erano stati travate, anche su segnalazione del padre degli scomparsi, le due paia di ciabatte in uso ai bambini, il personale vigili del fuoco allertava altro personale del reparto sommozzatori del comando di Bari che giungeva sul posto alle ore 23,30.

Gli agenti verificavano che l’area ove insiste la vasca di raccolta acque, posizionata a circa 20 mt. Dall’abitazione, seppur recintata, in più punti presentava aperture che consentivano un facile accesso. I sommozzatori iniziavano le ricerche all’interno della predetta vasca e alle ore 00,05 circa veniva trovato il primo bambino privo di vita ancora vestito, poi verso le 00,25 veniva trovato anche il secondo bambino privo di vita che indossava il proprio abbigliamento.

Il P.M. di turno della Procura, avvisato dalla P.G. operante sul posto, contattava il medico legale di turno per effettuare il sopralluogo e la prima ispezione dei due corpi. Successivamente, presso l’obitorio di Manfredonia, veniva effettuata una più accurata ispezione cadaverica.

Il procedimento è attualmente iscritto a carico di soggetto noto per il reato di cui all’art. 589 c.p. (omicidio colposo) in relazione alla omessa custodia e vigilanza dei luoghi dai quali si accede allo specchio d’acqua.

Non è stato necessario disporre autopsia in quanto gli accertamenti medico-legali non fornivano elementi idonei per formulare ipotesi diverse dall’annegamento.

Sono in corso tutte le attività necessarie per la completa ricostruzione dei fatti e l’accertamento di eventuali responsabilità penali.

Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e va precisato che la posizione del soggetto nei cui confronti si procede è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e non può essere considerato colpevole sino alla eventuale pronuncia di una sentenza di condanna definitiva.

.

Read 449 times
Share this article

About author

Redazione

BANNER 2   News Gargano 1150x290

FABS2022 long animate

 

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.