Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Spunta un presunto complice

Si è da poco conclusa l'udienza di convalida dinanzi al GIP, dott.ssa Marialuisa Bencivenga, richiesta dal PM, nel carcere di Foggia, al reo confesso per l’omicidio della 72enne tabaccaia Franca Marasco. Confermato il fermo per Mosslli Redouane, il marocchino 43enne che nella tarda mattina del 28 agosto 2023 durante la rapina con un coltello ha colpito a morte con quattro fendenti, due all’addome e due al collo, la titolare del “Sali e Tabacchi” in via Marchese de Rosa al civico 100. Rimane l’accusa di omicidio, rapina aggravata e porto illegale di armi, con detenzione in isolamento nel carcere di Foggia e videosorveglianza.

Per quanto riguarda la richiesta della difesa di Mosslli Redouane per la perizia psichiatrica il GIP vaglierà ogni dettaglio nei prossimi giorni.

Congelata la versione, ora è tempo di approfondire le indagini che, stando dalle ultime indiscrezioni, potrebbero sortire novità. Una tra tutte è la pista del tragitto durante la fuga e il cambio di abiti.

Difatti, proprio alla fine della corsa il marocchino, in via Mameli potrebbe aver ricevuto l’aiuto di una persona. Non si sa per certo se fosse complice prima della rapina, poi finita in tragedia, o dopo. Sarebbe un napoletano, che vive a Foggia in un pian terreno, che avrebbe “ospitato” l’assassino per fargli cambiare gli abiti.

Gli inquirenti ora stanno vagliando tutte le ipotesi, anche quella della spartizione del bottino e aiuto per fuggire a Napoli, dove dai Carabinieri di Foggia il reo confesso è stato catturato, nei pressi della stazione. Gli elementi fino a ora raccolti avvallerebbero la tesi della complicità, supportata anche dai materiali utilizzati per la rapina che parrebbero essere oggetto di studio approfondito dei RIS per scovare tracce diverse da quelle dell’omicida. Il cellulare ritrovato è in fase di studio dei tecnici dell'Arrma. È emerso, oltre ad altri dati per ora non divulgati, che la vittima al momento dell'aggressione e rapina, stava parlando con la sorella, che avrebbe purtroppo seguito in diretta l'accaduto. 

Altro elemento di studio degli inquirenti legati al presunto complice è la fuga a Napoli, non casuale per appoggi esterni al fine di far perdere le tracce.

Nel frattempo si attende l’esame autoptico previsto l’11 settembre, svolto dal prof. Luigi Cipolloni dell’università di Foggia. 

  {youtube}xol7RajKMvM{/youtube}

FOCUS:

- Foggia. Rapina finita in tragedia. Uccisa a coltellate la titolare del “Sali e Tabacchi” in via Marchese de Rosa

- Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Indagini serrate. Città indignata. Confesercenti: «Punizione esemplare al vile gesto»

- Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Ci sarà il lutto cittadino

- Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Riunione in Prefettura per rafforzare il “Patto della Sicurezza”. Previste azioni mirate

- Ultim'ora. Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Fermato a Napoli il presunto assassino

- VIDEO. Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. Confessa l’assassino. L’ha uccisa durante la colluttazione, per 75 euro

- Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. La famiglia vuole chiarezza e totale verità sul movente

- Foggia. Omicidio tabaccaia Franca Marasco. La difesa del reo confesso chiede perizia psichiatrica

Read 903 times
Share this article

About author

Redazione

BANNER 2   News Gargano 1150x290

FABS2022 long animate

 

 

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.