Super User

Super User

L'amministrazione Cambiamonte governa la nostra città da circa due anni, ma facciamo fatica ad elencare tutte le opere realizzate per migliorare, almeno, l'aspetto estetico del paese dei due siti UNESCO. Le strade, soprattutto quelle del centro storico, sono deformate e piene di buche e attraversandole in macchina sembra di stare sul "tagada'". Se poi ci si avventura nella zona nuova, il famoso quartiere "Galluccio", allora è la fine. Un'opera incompiuta e completamente abbandonata. Zona di nessuno, senza linea telefonica, lo scheletro di quello che un giorno sarà il palazzetto dello sport , un asfalto che dovrebbe essere terminato con il tappetino ed invece si sta sgretolando, nessun servizio, trasporto pubblico compreso, assenza di scalinate di collegamento fra strade parallele, pali della luce piantati su piccolissimi marciapiedi che rendono arduo il transito specialmente ai portatori di handicap.
Una situazione insostenibile che le circa 300 famiglie che vi abitano non meritano in quanto contribuenti al pari degli altri cittadini.
In compenso, però, si continua ad installare inutili e orrendi dissuasori dappertutto senza alcun criterio estetico e di sicurezza, a volte rasentando il ridicolo.
A questo punto le domande nascono spontanee, Chiediamo all'amministrazione D'Arienzo:

Quando potremo passeggiare senza inciampare o rischiare dolorose storte attraversando le vie cittadine?
E nel quartiere "Galluccio":

1. quando i cittadini potranno fruire, come gli altri, della linea telefonica e annessi servizi?

2. quando saranno abbattute le barriere architettoniche che rendono impossibile e oltremodo pericoloso il transito a piedi?

3. quando saranno assegnate le aree destinate a servizi?

4. quando saranno terminati i lavori di completamento del palazzetto dello sport? Si riuscirà a completarlo prima che gli agenti atmosferici rendano non più utilizzabile la esistente struttura in legno?

Attendiamo fiduciosi.

 

La legalità è rispetto delle regole.
Per tutti: per chi governa la Città e per chi opera nella società civile.

Il Movimento VERSO IL FUTURO, con questo spirito, aderisce alla Manifestazione del 28 marzo 2019 per la legalità".

Monte S. Angelo, 26 marzo 2019
" VERSO IL FUTURO "

MANIFESTAZIONE "IL SILENZIO NON FA PER NOI". FORZA ITALIA AL FIANCO DI CHI È PER LA LEGALITÀ FORZA ITALIA di Monte Sant'Angelo ha dato la sua adesione convinta e determinata alla manifestazione "IL SILENZIO NON FA PER NOI" che si terrà giovedì 28 marzo 2019 a Monte Sant'Angelo. La legalità diventi il DNA di ognuno e di tutti. (fonte: Forza Italia - sez. di Monte Sant'Angelo)

 

Colpo di coda dell’inverno su tutta l’Italia, compresa la Puglia dove, da martedì, le temperature precipiteranno.

Il cattivo tempo, in realtà, investirà il Paese già a partire da lunedì notte, in coincidenza del veloce passaggio di una perturbazione proveniente dall’Europa settentrionale. L’aria fredda al suo seguito, riversandosi fin sul Mediterraneo centrale, darà luogo, oltre ad un marcato rinforzo del vento, ad un crollo delle temperature: il calo termico sarà più sensibile sulle regioni adriatiche e meridionali dove i valori si porteranno al di sotto della media stagionale probabilmente fino a fine mese.

In provincia di Foggia si registreranno minime intorno ai 3 gradi nel capoluogo dauno mentre toccheranno addirittura i -2 in alcuni piccoli comuni dei Monti Dauni con possibile neve. Bisognerà aspettare aprile per ritrovare il sole e un clima davvero primaverile. (immediato.net)

 

Questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo di Città, a Foggia, sono state presentate alcune importanti iniziative promosse dalla Accademia Lirica “Umberto Giordano” di Foggia e realizzate in collaborazione con il Comune di Foggia-Assessorato alla Cultura.

Ad illustrare i progetti, assieme al sindaco Franco Landella, c’erano Davide Longo Direttore responsabile dell'Accademia Lirica Internazionale Umberto Giordano di Foggia, l’Assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani e il Dirigente comunale del settore, Carlo Dicesare.

Come hanno sottolineato il Sindaco Landella e l’Assessore Giuliani, l’Accademia Lirica Internazionale “Umberto Giordano” rappresenta per Foggia una realtà importante per la promozione della lirica di qualità, che si affianca da ente privato all’intenso impegno di divulgazione della cultura operistica ma anche di produzione di titoli importanti del grande repertorio del melodramma avviata proprio dall’Amministrazione negli ultimi anni.

L’Accademia, da 5 anni a questa parte, si è distinta grazie ad un percorso di alta formazione in canto lirico che ha portato in città studenti da diverse nazioni del mondo: un modello virtuoso che ha dato senz’altro un contributo alla crescita e al fermento culturale che ha segnato l'operato del Comune in questo periodo.

Ad entrare nei particolari delle iniziative dell’Accademia è stato il Direttore Davide Longo che ha illustrato in particolare tre progetti:

  • “FoggiaOperaFestival”, II edizione del laboratorio Lirico Internazionale dell'Accademia Si articola in due eventi all'anno che vedranno coinvolti dai 50 ai 70 artisti per il più grande laboratorio lirico del sud Italia con l'allestimento di 2 opere con 4 cast. Ciascun evento durerà un mese. Da metà agosto a metà settembre 70 allievi tra strumentisti, cantanti e pianisti collaboratori dalla Corea del Sud e dalla Cina saranno a Foggia per l'Alta Formazione Artistica per il teatro Lirico con il Maestro Maria Gabriella Cianci, riconosciuta tra i più grandi docenti di tecnica vocale e interpretazione scenica. I corsi si concretizzeranno ciascuno in un allestimento d’Opera, con il Patrocinio dei consolati cinese e coreano, la cui regia sarà affidata ad una famosa regista coreana d'opera. Le recite delle opere saranno inserite negli eventi estivi di Foggia Estate 2019 e si svolgeranno presso il teatro “Umberto Giordano”.
  • “Scuole all'Opera” una iniziativa che rappresenta il più grande laboratorio lirico per la formazione del pubblico del Sud Italia. Tante le adesioni annunciate da parte di allievi delle scuole elementari di Foggia e Provincia: i bambini saranno protagonisti nell'allestimento di uno dei titoli, “Elisir d'amore”, che andrà in scena a maggio.
  • “Respira l'OPERA”, altro grande progetto che sarà realizzato in collaborazione con il Comune di Foggia: sarà la prima iniziativa al mondo di liric@mbiente. L'obiettivo è dare un piccolo contributo al sistema-ambiente cittadino, attraverso la realizzazione del Viale dell'OPERA: l’Accademia donerà alla città alberi che diffonderanno ossigeno ma anche Cultura. Ogni albero donato o adottato avrà un identità precisa e sarà legato ad un’opera prodotta dall'Accademia: così nasceranno l'albero della “Traviata”, quello della “Fedora”, del “Rigoletto” e così via. I cittadini, passeggiando, potranno soffermarsi e “respirare” la musica attraverso un’apposita tabella fissata all’albero: il codice QR riportato dalla targa permetterà di scaricare dal web informazioni sulla storia dell'opera ed il libretto ma anche vedere ed ascoltare la registrazione effettuata della recita foggiana. Quindi, un percorso culturale e ambientale per avvicinare tutti alla conoscenza del bene identitario dell’Italia, il Melodramma e il Bel Canto: un progetto che accompagnerà le generazioni nel processo di rinascita della città che la stessa Amministrazione promuove investendo sulla Cultura.

Il dottor Dicesare ha ricordato che, proprio in ambito operistico, il Comune di Foggia –oltre alle produzioni già garantite nell’Anno Giordaniano- è dal 2018 capofila del progetto D.A.M.A. (Daunia, arte musica, anima), una rete territoriale composta dall’ente, dal Teatro “U. Giordano” e da quattro associazioni culturali musicali della città, che promuove grazie a finanziamenti regionali iniziative articolate e varie legate comunque al Melodramma. In questo ambito, nel triennio di sussistenza del progetto sarà prodotta dal Teatro “Giordano” un’opera all’anno e un altro titolo all’anno sarà coprodotto con un altro ente. Quest’anno, ad esempio, proprio la scorsa settimana, ha preso il via la coproduzione con il Teatro Massimo “Bellini” di Catania, grazie alla quale all’istituzione siciliana sono state assicurate le scenografie e la regia dell’allestimento di “Fedora” prodotto a Foggia, mentre al Teatro “Giordano” sarà portato l’allestimento della “Norma” prodotto a Catania.

 

Gargano NaTour propone una giornata in masseria tra natura e gusto

Gargano NaTour si rinnova andando oltre la fotografia per offrire nuove esperienze alla scoperta delle storie e dei tesori più nascosti del territorio in modo originale e sempre diverso.

Domenica 31 sarà possibile, infatti, vivere una domenica di relax e spensieratezza sul Gargano, persi nella natura incontaminata e in un paesaggio mozzafiato caratterizzato da ulivi monumentali, zone di pascolo e bosco.

Il protagonista indiscusso sarà il caciocavallo podolico della Masseria Gaggiano, una delle sole cinque masserie del Gargano ad avere il Presidio SlowFood di questo prezioso formaggio.

Tra i suoni dei campanacci e i colori della primavera rigogliosa, la giornata comincerà visitando un antico frantoio sotterraneo per poi proseguire verso la cosiddetta Grotta dei Miracoli, una piccola caverna, celata nella boscaglia, ricca di spettacolari concrezioni e di numerose testimonianze scritte sulle pareti a inizio '900.
Una volta "tornati alla luce", i partecipanti saranno accolti dalla famiglia Gaggiano nel caseificio, per assistere alla "creazione" del caciocavallo fatto con il latte delle vacche podoliche del Gargano, animali dalla lunga storia che vivono allo stato semibrado nei 200 ettari circostanti.
Infine, il prato degli ulivi monumentali inviterà a un picnic sotto il caldo sole di primavera.

Il livello dell'escursione è semplice per cui adatta anche alle famiglie con bambini.

Informazioni e iscrizioni al numero 393175315, su www.garganonatour.it o su Facebook (pagina GarganoNaTour). 

 

“Continua con altri appuntamenti il viaggio della cattedra del Paesaggio del Mosaico di San Severo. E’ un’azione strategica importante quella del Comune di San Severo che unisce il mondo del lavoro, della cultura e dell’esperienza con i ragazzi delle nostre scuole che possono ben attingere utili elementi per la loro formazione”. Il Sindaco della città avv. Francesco Miglio sintetizza così i prossimi incontri in programma che presentiamo nel dettaglio. .

Mercoledì 27 marzo 2019 alle ore 11, presso il Liceo Artistico "E. Pestalozzi" in via Adda: la giornata sarà aperta dai saluti del Dirigente Scolastico prof.ssa Isabella De Finis e del Presidente del Rotary club di San Severo dott. Ciro Niro; a seguire Enrico Fraccacreta presenta il prof. Umberto Piersanti, già Ordinario di Critica della Letteratura all'Università "Carlo Bo" di Urbino, e la sua lezione: "Civiltà e Poesia del Paesaggio". In serata, alle 19,30, presso il Teatro-Cantina "Foyer '97", via  C. Colombo 18, altro incontro con Umberto Piersanti: "Il Paesaggio incantato".

Giovedì 28 marzo alle ore 11, presso il Liceo Artistico E. Pestalozzi" in via Adda: giornata aperta dai saluti istituzionali dell'ing. Luigi Montorio, Assessore alla Pianificazione Strategica; a seguire l'Arch. Fabio Mucilli, Responsabile del Progetto Mosaico di San Severo, presenta il Prof. Paolo Colarossi, già Ordinario di Urbanistica all'Università "La Sapienza" di Roma, e la sua lezione: "Costruiamo i nostri Paesaggi; ovvero come ognuno di noi può contribuire alla costruzione di un bel paesaggio locale". A seguire la lezione dell'ing. Francesca Pace, Dirigente della Regione Puglia: "Mobilità e percezione del Paesaggio". Infine dibattito e approfondimento con gli studenti della Cattedra del Paesaggio che, ricordiamo, costituiscono una interclasse proveniente da diversi Istituti scolastici superiori della nostra città (Liceo Artistico "Pestalozzi", Liceo Classico "Tondi", Istituto Tecnico Agrario "Di Sangro").

Umberto Piersanti è considerato il maggior poeta italiano del Paesaggio. le sue poesie sono tradotte in tutto il mondo. Candidato, nel 2005, al Premio Nobel per la Letteratura; attualmente è Presidente del Centro internazionale Studi Leopardiani di Recanati.   

 

Dalla notte dei tempi il fuoco ha sempre attratto l’uomo e da quando ne è in grado ha iniziato a disegnarlo e fotografarlo. Ma disegnare le fiamme è cosa semplice per chi ne possiede le capacità, fotografarlo un po’ meno vista la difficile gestione delle luci. Ecco perché SIF, la Scuola Itinerante di Fotografia, sta organizzando, con la collaborazione dell’Associazione Le Fracchie, un workshop a San Marco in Lamis (FG) in occasione delle “Fracchie”. Evento di prossima candidatura a patrimonio Unesco e simbolo della settimana santa pugliese.

Un workshop di fotografia documentaria lungo 4 giorni, che spazierà dalla fase teorica a quella pratica. I docenti saranno Alessandro Tricarico e Maria Palmieri, fotografi professionisti e autori di diverse mostre e pubblicazioni.

Giorni del workshop : 14/15/19/20 aprile 2019

Attrezzatura richiesta: fotocamera digitale (se non in possesso SIF provvederà a fornire una reflex in comodato gratuito per tutta la durata del workshop)

Numero massimo iscritti: 12

Costo: 100 euro (per chi ha già frequentato un corso SIF il costo del workshop è 60 euro)

Per iscriversi basta inviare una mail a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.facebook.com/scuolaitinerantedifotografia
www.instagram.com/scuolaitinerantedifotografia
www.scuolaitinerantedifotografia.it

 

Luigi Lo Cascio, scrittore raffinato

“L’eloquenza in Sicilia è dei morti. Oppure di chi si reputa immortale. Ma in ogni caso stravince il segreto”. Attore e regista di fama internazionale, vincitore del David di Donatello con il film I Cento passi di Marco Tullio Giordana, dove ha interpretato il giovane eroe antimafia Peppino Impastato, amatissimo dal pubblico per le sue prove teatrali e per l’impegno civile che da sempre lo contraddistingue e, adesso, anche come scrittore. Luigi Lo Cascio apre il treno di incontri di cartello della libreria Ubik di Foggia, incontrando i lettori di Capitanata in occasione della sua prima prova narrativa, mercoledì 27 marzo, alle ore 18, nello spazio live di Piazza U. Giordano. A seguire, dopo la presentazione del romanzo dell’artista siciliano, dal titolo Ogni ricordo un fiore (Feltrinelli, 2018), altri quattro importanti autori: lo scrittore e critico letterario Fabio Stassi (28 marzo), l’indiziato numero uno alla vittoria del Premio Strega 2019, Marco Missiroli (29 marzo), e l’eterno outsider della narrativa italiana, Cristiano Cavina (31 marzo). Una carrellata di ospiti di alto profilo – peraltro anticipata dall’ormai popolare e pluripremiato Peppe Millanta, venerdì 22 marzo, e dall’incontro con Chiara Ingrao del 25 marzo, a cura del Comitato Provinciale Arci – che altrove sarebbe un vero e proprio festival, con al centro uno degli attori protagonisti de La meglio gioventù, altro film amato dal pubblico, intercettato dalla libreria Ubik in occasione della sua doppia performance al Teatro U. Giordano (martedì 26 e mercoledì 27 marzo), dove Lo Cascio interpreta Dracula insieme con il collega Sergio Rubini.

Ogni ricordo un fiore (Feltrinelli, 2018). È un viaggiare lento, quello dell’Intercity che da Palermo conduce a Roma, un viaggiare d’altri tempi, interrotto dalle frequenti fermate alle stazioni, dai passeggeri che salgono e scendono, chiacchierano e bisticciano, si addormentano o, nella traversata dello Stretto, lanciano gli oggetti vecchi in mare.

È per questa lentezza che Paride Bruno ha scelto di tornare con il treno che prendeva vent’anni prima, da ragazzo, per godersi la vita che turbina intorno a quei viaggi lunghi – la coppia siciliana che litiga per le parole crociate, la ragazza spaventata e sola che cerca compagnia, il ragazzino dallo sguardo intelligente –, e soprattutto per prendersi il tempo di rileggere la pesante cartellina che porta con sé. Contiene i suoi molti tentativi di romanzo, tutti interrotti al primo punto fermo, perché Paride Bruno ha cercato di cimentarsi in ogni genere e stile, senza però mai riuscire a sceglierne uno, a portare a termine l’opera e potersi così dire scrittore. “Sono un tipico esempio di come agisca in maniera diffusa lo spirito incerto e schizoide dei tempi, per cui, mentre sto appena vivendo un’esperienza, mi sento accerchiato da tutte le cose che in quello stesso istante sto perdendo. E migro. Trasmigro.”Ma proprio questi tanti cominciamenti finiscono per disegnare con precisione la figura del protagonista: in ognuno degli incipit è contenuta una scheggia della sua vita, delle sue ossessioni, delle sue paure e dei suoi desideri. Ogni ricordo un fiore. Tappa dopo tappa, fra una chiacchierata e un sogno, incipit dopo incipit, Paride Bruno sembra riconciliarsi con la sua incompiutezza, con quello “svolazzo di pagine sparse” che è, in fondo, la vita stessa.Luigi Lo Cascio, celebre e premiato attore e regista siciliano, in questa sua opera prima dà prova di essere un autore raffinato, dalla cui scrittura si affacciano modelli illustri, da Manganelli a Gadda, da Bufalino a Consolo, autori classici del nostro Novecento.

Luigi Lo Cascio. Nato a Palermo nel 1967. Diplomatosi all’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 1992, comincia subito una prolifica carriera teatrale, arrivando a vincere due volte il premio UBU come miglior attore protagonista con Nella tana di Kafka (da lui anche riscritto e diretto) e Il silenzio dei comunisti, diretto da Luca Ronconi. Nel 2000 Marco Tullio Giordana lo chiama per il ruolo di Peppino Impastato nel film I cento passi, con cui ottiene un David di Donatello. La sua carriera cinematografica prosegue con Luce dei miei occhi di Giuseppe Piccioni (Coppa Volpi alla 58° Mostra del Cinema di Venezia), La meglio gioventù, Buongiorno, notte e molti altri. Nel 2012 esordisce come regista con La città ideale alla 69° Mostra del Cinema di Venezia. Ogni ricordo un fiore (Feltrinelli, 2018) è la sua prima prova narrativa.

 

 

Foto Marco Pieri

Il pilota milanese inizia bene il 2019 al volante della F.Renault 2.0 della TS Corse, sulla quale vince gara-2 e coglie altri due podi di categoria all'esordio nel nuovo campionato internazionale: “Squadra e monoposto sempre competitive, ci siamo e lotteremo fino alla fine per ogni traguardo”

Estoril (Portogallo), 24 marzo 2019. “Pecce c'è!” Un primo, un secondo e un terzo posto nel Trofeo Gentleman Driver è il bottino totale che Pietro Peccenini riporta a Milano da Estoril, dove nel weekend il portacolori della scuderia TS Corse ha disputato il primo round 2019 del nuovo campionato internazionale Ultimate Cup. Veloce e concreto fin dalle prove libere, al volante della Formula Renault 2.0 il pilota classe '73 del team lombardo ha in particolare messo a segno un perentorio successo di categoria in gara-2 dopo aver già fatto segnare la pole position in qualifica. In realtà Peccenini ha lottato per la vittoria anche nelle altre due corse, nelle quali è stato protagonista di numerosi duelli e autore di sorpassi al limite. Come in gara-1, quando mentre era al comando è stato costretto a rimontare dalle retrovie fino al terzo posto finale dopo che la sua monoposto è stata centrata due volte da diversi rivali. Il portacolori del team diretto da Stefano Turchetto (che ha riportato anche il successo assoluto in gara-1 grazie al giovane Brice Morabito) era riuscito a guadagnare il comando della categoria Gentleman pure in gara-3, ma un contatto fra altri due concorrenti ha costretto la direzione gara a interrompere la corsa. L'esposizione della bandiera rossa ha reso valida la classifica al giro precedente, quando Pietro si trovava ancora al secondo posto. Il risultato gli è comunque valso il terzo podio del fine settimana e nella serie monoposto lo ha lanciato nelle posizioni di rilievo della classifica assoluta e di quella Gentleman in vista del prossimo appuntamento, tra un mese a Digione.

Peccenini sottolinea al termine del primo round stagionale in Portogallo: “Ho subito ritrovato una squadra e una monoposto sempre competitive, aspetto cruciale in vista del prosieguo nel nuovo campionato, che sarà lungo e complicato. Per quanto mi riguarda ho guidato bene e ce la siamo sempre giocata lì davanti. In gara-1 sembrava proprio che volessero non farmi tagliare il traguardo, ma abbiamo stretto i denti e portato a casa un podio prezioso per inaugurare bene il 2019. E' stato importante per non compromettere il resto del weekend. In gara-2 siamo stati consistenti fin da un'ottimo spunto in partenza. Poi è stato emozionante festeggiare sul gradino più alto del podio perché i promotori della serie ci hanno fatto una sorpresa facendo suonare gli inni nazionali: per la prima volta da vincitore ho potuto ascoltare quello di Mameli. Non voglio esagerare, ma personalmente è stato un momento che non dimenticherò. Una ciliegina che si aggiunge al fatto che torniamo a Milano con tanti punti preziosi e consapevoli di poter lottare fino alla fine su tutti i fronti. A Digione dovremo subito confermare questo trend”.

 

Pagina 1 di 149
Marzo 26, 2019

L'amministrazione dei dissuasori dimentica il galluccio

in Politica by Super User
L'amministrazione Cambiamonte governa la nostra città da circa due anni, ma facciamo fatica ad elencare tutte le opere realizzate…
Marzo 26, 2019

"Monte Sant'Angelo. Manifestazione del 28 marzo 2019.

in Politica by Super User
La legalità è rispetto delle regole. Per tutti: per chi governa la Città e per chi opera nella società civile. Il Movimento VERSO…
Marzo 26, 2019

Forza italia al fianco di chi è per la legalità

in Politica by Super User
MANIFESTAZIONE "IL SILENZIO NON FA PER NOI". FORZA ITALIA AL FIANCO DI CHI È PER LA LEGALITÀ FORZA ITALIA di Monte Sant'Angelo ha…
Marzo 25, 2019

Da domani torna l’inverno in provincia di Foggia,…

in Cronaca Gargano e Capitanata by Super User
Colpo di coda dell’inverno su tutta l’Italia, compresa la Puglia dove, da martedì, le temperature precipiteranno. Il cattivo…
Marzo 25, 2019

Presentate le iniziative dell’Accademia Lirica “Giordano”

in Eventi by Super User
Questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo di Città, a Foggia, sono state presentate alcune importanti iniziative promosse…
Marzo 25, 2019

Una domenica all'insegna della "Caciocavallo experience" a…

in Eventi by Super User
Gargano NaTour propone una giornata in masseria tra natura e gusto Gargano NaTour si rinnova andando oltre la fotografia per…
Marzo 25, 2019

Il Sindaco Miglio presenta la sesta sessione della Cattedra…

in Politica by Super User
“Continua con altri appuntamenti il viaggio della cattedra del Paesaggio del Mosaico di San Severo. E’ un’azione strategica…
Mar 25, 2019

San Marco in Lamis, Workshop fotografico sulle fracchie

in Eventi by Super User
Dalla notte dei tempi il fuoco ha sempre attratto l’uomo e da quando ne è in grado ha…
Mar 25, 2019

Luigi Lo Cascio, scrittore raffinato

in Eventi by Super User
“L’eloquenza in Sicilia è dei morti. Oppure di chi si reputa immortale. Ma in ogni caso…
Mar 25, 2019

Acuto di Peccenini alla “prima” in Ultimate Cup a Estoril.

in Sport news by Super User
Foto Marco Pieri Il pilota milanese inizia bene il 2019 al volante della F.Renault 2.0…
Mar 25, 2019

Scatto di Milena Rignanesi

in Monte Sant'Angelo da Fotografare by Super User
Questa foto ha ottenuto più di 30 LIKE nel gruppo Monte Sant'Angelo da fotografare…
Mar 24, 2019

“Il silenzio non fa per noi”: giovedì 28 marzo manifestazione antimafia a Monte…

in Eventi by Super User
Dopo gli avvenimenti che hanno colpito la comunità garganica, la società civile della…

banner eventi

Top
Этот шаблон Joomla был скачан с сайта ДжуМикс.